il-real-attende-i-campioni-pep-il-cholo-per-colpirlo
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
ATLETICA
2 ore

Mujinga supersonica: titolo europeo in 22’’32

La bernese si mette al collo la medaglia d’oro nei 200 agli Europei di Monaco di Baviera. È il terzo podio stagionale per la trentenne dell’St Berna
BEACH VOLLEY
4 ore

Nina e Tanja torneranno in campo per giocarsi l’oro

La svittese e la zugana sono in finale nel torneo fermminile, dove affronteranno le lettoni Kravcenoka e Graudina che non hanno ancora perso un set
gallery
calcio
5 ore

Il Gambarogno ‘è abbastanza maturo per tentare il colpaccio’

Il Mister Gabriele Censi è convinto della possibilità della sua squadra di eliminare il Kriens dalla Coppa: ‘per loro non sarà una passeggiata’
TUFFI
6 ore

Roma, dai tre metri Michelle Heimberg si colora d’argento

Altra medaglia dagli Europei al Foro Italico, dove la ventiduenne argoviese è stata battuta soltanto dall’italiana Chiara Pellacani
mountain bike
6 ore

Vince Pidcock, Colombo è di nuovo terzo

Il britannico precede il danese Fini Carstensen e il ticinese, sul podio come l’anno scorso a Novi Sad, autore di una gara sempre nelle prime posizioni
CICLISMO
6 ore

Grenchen incorona Bigham nuovo re dell’ora: 55,548 km

Il britannico della Ineos, team per il quale lavora anche come ingegnere, sul velodromo solettese supera nettamente il primato del belga Campenaerts
hockey
9 ore

Il Lugano è a Straubing, ‘un viaggio per conoscerci meglio’

I bianconeri affrontano i Tigers, mentre Oliwer Kaski vuole continuare a migliorarsi: ‘Devo riuscire a centrare gli angolini’
11.04.2022 - 15:17
Aggiornamento: 16:00

Il Real attende i campioni, Pep il Cholo (per colpirlo)

Nel ritorno dei quarti di Champions la squadra di Ancelotti e il City partono dal vantaggio costruito all’andata contro Chelsea e Atletico.

C’è forse un solo punto fermo nel secondo round dei quarti di finale di Champions League, che fotografano il momento topico della competizione. Dopo il 3-1 dell’andata, il Liverpool di Klopp ha un margine piuttosto rassicurante di due gol sul Benfica, che riceve mercoledì nel catino infernale di Anfield Road. Tutto il resto appare incerto e nebuloso. È infatti troppo esperto Carletto Ancelotti per fidarsi ciecamente del 3-1 ottenuto dal suo Real in casa del Chelsea: è sì un margine prezioso, ma non definitivo (in particolare ora che non esiste più la regola dei gol che valgono doppio in trasferta) e quindi la rimonta dei campioni uscenti è complicata ma non impossibile. La Liga perlomeno è quasi in archivio (il 2-0 sul Getafe ha mantenuto a 12 i punti di margine sul Barcellona, secondo con una partita in meno), ma domani sera al Santiago Bernabeu ci vorrà un’altra prestazione di qualità per contenere i londinesi, che hanno strapazzato 6-0 il Southampton tenendo fuori Jorginho, James, Pulisic e Lukaku ma che oltre a rimontare due gol dovranno a loro volta arginare l’incontenibile Benzema, reduce da due triplette in Europa.

Chi a mettere le catene agli avversari è piuttosto bravo, e l’ha dimostrato all’andata, è l’Atletico Madrid, che contro il Manchester City di Guardiola dovrà giocoforza osare qualcosa per ribaltare l’1-0 subito all’Etihad nonostante un catenaccio che Arrigo Sacchi ha definito acutamente "preistorico". Guardiola, che conosce Simeone come le sue tasche, conta proprio sul fatto che i suoi potrebbero avere più spazi al Wanda metropolitano per far male agli avversari. Il pari-show (2-2) col Liverpool lascia il titolo della Premier a portata di mano, col minimo vantaggio sui Reds (1 punto), ma ora l’attenzione si sposta sulla Champions per una squadra che gioca a memoria e ha la qualità e la personalità per andarsi a prendere una coppa dalle grandi orecchie sfuggitale solo in finale lo scorso anno. Ed era probabilmente già spostata sulla competizione europea la concentrazione della squadra del Cholo, inciampata a Maiorca.

Come il Villarreal, che si è fatto imporre il pari dall’Athletic, ma d’altronde la vincitrice dell’ultima Europa League avrà bisogno di un’impresa ancora più grande di quella compiuta all’andata battendo davanti al proprio pubblico 1-0 il Bayern Monaco, per strappare all’Allianz Arena un pareggio che varrebbe una qualificazione a dir poco clamorosa, già solo per il fatto che dall’altra parte gioca un signore, Lewandowski, autore fin qui di 46 gol in stagione (9 in Champions).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
champions league chelsea real madrid
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved