CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
il dopopartita
4 ore

L’Ambrì espugna Zugo ‘con la testa e con la lotta’

Uno spunto di Heed dopo 14" di overtime regala la decima vittoria da due punti ai suoi. Pestoni: ‘Ora sottovalutare l’Ajoie sarebbe un errore gigantesco’.
IL DOPOPARTITA
4 ore

Lugano in bianco in un martedì nero. ‘Questione di feeling’

Cinque schiaffi nel primo tempo, triste primato di una partita che si spegne subito. Gianinazzi ‘Probabilmente, un domani gestirei la cosa diversamente’
Altri sport
4 ore

Hockey su prato, Lugano promosso in Serie B Indoor

Decisivi i due successi ottenuti contro Grasshopper e Berna al torneo finale di Prima Lega a Zurigo
Hockey
6 ore

Tim Heed regala due punti d’oro all’Ambrì Piotta

Ottima prestazione dei leventinesi a Zugo: la sfida ha premiato la truppa di Cereda, vittoriosa 3-2 dopo l’overtime
Hockey
6 ore

Nuovo tonfo del Lugano, gode il Friborgo

Dolorosa sconfitta per la truppa di Luca Gianinazzi: ospiti padroni totali alla Cornèr Arena e vincenti per 6-1, con cinque gol nei primi 20’.
Unihockey
8 ore

Ticino fermato dal Kloten

I bellinzonesi, sconfitti in casa dai Jets 7-3, chiudono settimi in classifica e sfideranno nei playoff l’Ad Astra
sci nordico
9 ore

Campionati regionali, vince un... varesino

Fra le donne successo di Manuela Leonardi di Bedretto, fra le ragazze vince Anna Pronzini e fra i ragazzi Levin Arduser
Basket
9 ore

Nancy Fora: ‘Importante la cultura del lavoro’

La cestista ticinese spiega i segreti dei successi dell’Elfic Friborgo, squadra che in Svizzera non ha praticamente rivali
Basket
10 ore

Mercoledì di nuovo in campo Lugano e Massagno

La Sam vincitrice della Coppa di Lega ospita il Neuchatel, mentre i Tigers ricevono il Vevey forse privo di Sefolosha
29.01.2022 - 22:48
Aggiornamento: 30.01.2022 - 14:58

Al Lugano è fatale un contropiede

A Berna i bianconeri sconfitti dallo Youn Boys con un gol di Fassnacht al 72’, dopo una buona prestazione difensiva

al-lugano-e-fatale-un-contropiede
Tutta la delusione di Daprela (Keystone)

Si è aperto con una sconfitta il 2022 agonistico del Lugano. Sul tappeto del Wankdorf, la partita l’ha decisa una conclusione da centroarea di Fassnacht dopo 72’ di gioco. Un risultato che non può non lasciare l’amaro in bocca a Mattia Croci-Torti: per come è nato il gol decisivo e per alcune ripartenze bianconere che non si sono concretizzate. Contro uno Young Boys privo di una marea di giocatori (ma il Lugano aveva l’indubbio handicap della simultanea squalifica di Oliver Custodio e Jonathan Sabbatini), la compagine ticinese si è resa protagonista di una buona prestazione difensiva, ma ha peccato proprio nel momento più importante, quando ha incassato una micidiale ripartenza (forse la prima) dei padroni di casa sull’asse Kanga - Sulejmani (entrambi partiti dalla panchina), finalizzata con la conclusione in rete di Fassnacht.

Lungo tutto l’arco della partita, lo sviluppo della manovra è stato nelle mani dei gialloneri bernesi, con il Lugano che ha provato a pungere con qualche ripartenza. Nonostante Croci-Torti sia stato costretto a ridisegnarlo, il centrocampo bianconero ha fatto ottimo filtro davanti alla difesa, in particoalre con Adrian Durrer, al suo esordio in Super League, protagonista di un’eccellente prestazione. L’abnegazione mostrata dagli undici uomini in campo, ha permesso di andare alla pausa a reti inviolate e, quel che più conta, senza alcuna vera occasione sul conto dell’Yb. Anzi, la conclusione più pericolosa l’ha scagliata Lovric al 34’, con una punizione terminata di poco al lato.

Nel orso della ripresa, il Lugano si è mostrato più propositivo, in particolare con una conclusione di Bottani al 64’, uscitagli dal piede destro un po’ troppo centrale e deviata sopra la traversa da Racioppi. Poi, come detto, la disattenzione che ha portato al gol della vittoria giallonera e un finale nel quale gli ospiti si sono resi pericolosi ancora due volte, in particolare con un contropiede 3 contro 1, mal gestito da bottani, il quale invece di servire al centro Celar, ha provato a rientrare per prepararsi la conclusione, dando però tempo ai difensori di recuperare.

Alla fine, a far festa sono i tifosi gialloneri, ma il Lugano torna in Ticino con la consapevolezza di aver disputato una più che discreta prestazione e con l’amaro in bocca di doverlo fare a mani vuote.

Young Boys - Lugano (0-0) 1-0
Rete:
72’ Fassnacht 1-0.
Young Boys: Racioppi; Maceiras, Lauper, Lustenberger, Lefort (70’ Blum); Fassnacht, Sierro (81’ Zesiger), Martins (60’ Sulejmani), Rieder; Mambimbi (60’ Kanga), Siebatcheu.
Lugano: Saipi; Hajrizi (76’ Aliseda), Daprelà, Ziegler, Yuri (84’ Muci); Lavanchy, Durrer (84’ Maric), Lovric, Haile-Selassie (62’ Facchinetti); Bottani; Celar.
Arbitro: Schärer.
Note: 22’247 spettatori. Young Boys privo di Von Ballmoos, Zbinden, Elia, Garcia, Monteiro, Petignat (infortunati), Camara, Ngamaleu (Coppa d’Africa) e Nsame; Lugano privo di Custodio, Sabbatini (squalificati), Guidotti, Luis Phelipe, Amoura, Belhadji, Baumann (infortunati). Ammoniti: 12’ Lauper. 33’ Martins. 66’ Lovric. 70’ Sierro.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved