LAAKSONEN H. (SUI)
0
STRICKER D. (SUI)
1
2 set
(6-7 : 0-0)
al-lugano-e-fatale-un-contropiede
Tutta la delusione di Daprela (Keystone)
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CALCIO
2 min

Hicham Mahou bianconero per i prossimi quattro anni

Il laterale francese di origini marocchine ha disputato l’ultima stagione con il Losanna. Per il Lugano un prezioso rinforzo sulla corsia laterale
CICLISMO
2 ore

Marc Hirschi e la Uae Emirates, uniti per la causa di Pogacar

TdF, il 23enne bernese: ‘Non credo avrò molta libertà d’azione. Il Covid sembrava avermi tagliato fuori, ora invece sto bene e sono contento di esserci’
Calcio
3 ore

Gabriel Jesus all’Arsenal

Lascia il City dopo 5 anni
PODISMO
3 ore

Maratona dles Dolomites, Rocco Cattaneo vince ancora

Settimo successo consecutivo per il ticinese
BASKET
5 ore

La qualificazione unica buona notizia per una Nazionale scarsa

Il weekend dedicato alle pre-qualifiche di Euro 2025 ci ha restituito una Svizzera povera di contenuti, sia con Cipro (figuraccia), sia con l’Irlanda
L'ANNIVERSARIO
11 ore

Quando il Ticino si fermò per Brasile-Italia

Il 5 luglio del 1982 ai Mondiali di Spagna si disputò una delle partite più significative della storia del calcio, anche per la nostra realtà
TENNIS
17 ore

Van Rijthoven ci prova, ma Djokovic è troppo forte

Wimbledon, il serbo ai quarti. Nella sfida tra astri nascenti, Jannik Sinner manda a casa Alcaraz. In campo femminile la tunisina Jabeur ai quarti
BASKET
20 ore

La Svizzera vince in Irlanda e prosegue il cammino

La Nazionale di Papatheodorou accede quale migliore seconda alla successiva fase di pre-qualificazione in vista degli Europei 2025
CICLISMO
22 ore

I destini incrociati di Jakobsen e Groenewegen

Al Tour de France, nel weekend, vittorie per i due olandesi protagonisti nel 2020 di un drammatico episodio
29.01.2022 - 22:48
Aggiornamento: 30.01.2022 - 14:58

Al Lugano è fatale un contropiede

A Berna i bianconeri sconfitti dallo Youn Boys con un gol di Fassnacht al 72’, dopo una buona prestazione difensiva

Si è aperto con una sconfitta il 2022 agonistico del Lugano. Sul tappeto del Wankdorf, la partita l’ha decisa una conclusione da centroarea di Fassnacht dopo 72’ di gioco. Un risultato che non può non lasciare l’amaro in bocca a Mattia Croci-Torti: per come è nato il gol decisivo e per alcune ripartenze bianconere che non si sono concretizzate. Contro uno Young Boys privo di una marea di giocatori (ma il Lugano aveva l’indubbio handicap della simultanea squalifica di Oliver Custodio e Jonathan Sabbatini), la compagine ticinese si è resa protagonista di una buona prestazione difensiva, ma ha peccato proprio nel momento più importante, quando ha incassato una micidiale ripartenza (forse la prima) dei padroni di casa sull’asse Kanga - Sulejmani (entrambi partiti dalla panchina), finalizzata con la conclusione in rete di Fassnacht.

Lungo tutto l’arco della partita, lo sviluppo della manovra è stato nelle mani dei gialloneri bernesi, con il Lugano che ha provato a pungere con qualche ripartenza. Nonostante Croci-Torti sia stato costretto a ridisegnarlo, il centrocampo bianconero ha fatto ottimo filtro davanti alla difesa, in particoalre con Adrian Durrer, al suo esordio in Super League, protagonista di un’eccellente prestazione. L’abnegazione mostrata dagli undici uomini in campo, ha permesso di andare alla pausa a reti inviolate e, quel che più conta, senza alcuna vera occasione sul conto dell’Yb. Anzi, la conclusione più pericolosa l’ha scagliata Lovric al 34’, con una punizione terminata di poco al lato.

Nel orso della ripresa, il Lugano si è mostrato più propositivo, in particolare con una conclusione di Bottani al 64’, uscitagli dal piede destro un po’ troppo centrale e deviata sopra la traversa da Racioppi. Poi, come detto, la disattenzione che ha portato al gol della vittoria giallonera e un finale nel quale gli ospiti si sono resi pericolosi ancora due volte, in particolare con un contropiede 3 contro 1, mal gestito da bottani, il quale invece di servire al centro Celar, ha provato a rientrare per prepararsi la conclusione, dando però tempo ai difensori di recuperare.

Alla fine, a far festa sono i tifosi gialloneri, ma il Lugano torna in Ticino con la consapevolezza di aver disputato una più che discreta prestazione e con l’amaro in bocca di doverlo fare a mani vuote.

Young Boys - Lugano (0-0) 1-0
Rete:
72’ Fassnacht 1-0.
Young Boys: Racioppi; Maceiras, Lauper, Lustenberger, Lefort (70’ Blum); Fassnacht, Sierro (81’ Zesiger), Martins (60’ Sulejmani), Rieder; Mambimbi (60’ Kanga), Siebatcheu.
Lugano: Saipi; Hajrizi (76’ Aliseda), Daprelà, Ziegler, Yuri (84’ Muci); Lavanchy, Durrer (84’ Maric), Lovric, Haile-Selassie (62’ Facchinetti); Bottani; Celar.
Arbitro: Schärer.
Note: 22’247 spettatori. Young Boys privo di Von Ballmoos, Zbinden, Elia, Garcia, Monteiro, Petignat (infortunati), Camara, Ngamaleu (Coppa d’Africa) e Nsame; Lugano privo di Custodio, Sabbatini (squalificati), Guidotti, Luis Phelipe, Amoura, Belhadji, Baumann (infortunati). Ammoniti: 12’ Lauper. 33’ Martins. 66’ Lovric. 70’ Sierro.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fc lugano super league young boys
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved