PHI Flyers
1
NY Islanders
1
1. tempo
(1-1)
BOS Bruins
1
CAR Hurricanes
2
1. tempo
(1-2)
WAS Capitals
1
WIN Jets
2
1. tempo
(1-2)
OTT Senators
0
BUF Sabres
1
1. tempo
(0-1)
NAS Predators
VAN Canucks
02:00
 
DAL Stars
MON Canadiens
02:30
 
PHI Flyers
1
NY Islanders
1
1. tempo
(1-1)
BOS Bruins
1
CAR Hurricanes
2
1. tempo
(1-2)
WAS Capitals
1
WIN Jets
2
1. tempo
(1-2)
OTT Senators
0
BUF Sabres
1
1. tempo
(0-1)
NAS Predators
VAN Canucks
02:00
 
DAL Stars
MON Canadiens
02:30
 
dateci-fiducia-e-tempo-nasce-un-bel-bellinzona
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
3 ore

Non è un martedì facile, ma il Lugano torna a sorridere

Traber e Bertaggia spianano la strada, ma poi i bianconeri debbono fare i conti con il ritorno dell’Ajoie, prima di centrare la prima vittoria del 2022
Podismo
8 ore

Lukas Oehen e Giulia Salvadé vincono il cross di Bellinzona

Gab protagonista con cinque vittorie nella quinta prova di Coppa Ticino Ftal Aet che ha lanciato l’annata 2022. In evidenza anche Rcb e Sab.
Bob
8 ore

Follador chiude la stagione tra i migliori d’Europa

Grazie anche alle prestazioni del pilota del Bcsi (con il frenatore Nicola Mariani), la Svizzera ritorna tra le prime quattro nazioni al mondo
L’angolo delle bocce
9 ore

Si riprende a giocare da Cavergno con una gara a coppie

Stagione 2022 al via domenica con una sfida regionale proposta dalle bocciofile Stella di Locarno e Verzaschesi di Gordola
NUOTO
9 ore

Dominio azzurro nel Meeting del Ceresio

Solo 12 delle 78 medaglie in palio sono andate ai ticinesi. Tra gli atleti di casa, in evidenza Tamas Terner ed Emanuele Brivio
Unihockey
9 ore

Weekend da 6 punti, playoff più vicini per il Ticino

La squadra di Tomatis ha battuto Grünenmatt (9-7 in trasferta) e Sarganserland (8-3 all’Arti&Mestieri) ed è quarta in classifica
Hockey
10 ore

Alatalo, Loeffel, Müller, Fora e Simion voleranno a Pechino

Resi noti i 25 ‘eletti’ che Patrick Fischer porterà alle Olimpiadi. Obiettivo dichiarato della Svizzera: le semifinali
Sci nordico
10 ore

Ai Campionati nazionali l’oro va a Fähndrich e Steiner

Nello sprint vittorie di Van der Graaf e Riebli. Progressi per il ticinese Alessandro Vanzetti, dodicesimo e diciannovesimo
Tennis
10 ore

Murray l’inossidabile batte Basilashvili in cinque set

Il britannico è di ritorno a Melbourne a tre anni di distanza da quella che avrebbe dovuto essere l’ultima partita della carriera
Basket
11 ore

Senza alcun senso la formula della Coppa

Il sorteggio libero è anacronistico e sfavorisce troppo le squadre di categoria inferiore. Domani in campionato torna in campo (a Monthey) la Sam Massagno
Tennis
18 ore

Niente impresa per Henri Laaksonen, battuto da Medvedev

Il russo, numero 2 al mondo, mette fine ai sogni di gloria dello sciaffusano agli Australian Open. Eliminate anche Vögele e Golubic
Hockey
18 ore

Storica quintina di Timo Meier sulle piste di Nhl

L’appenzellese degli San José Sharks diventa il primo giocatore svizzero a realizzare cinque gol nella medesima partita di Nhl
Tennis
20 ore

‘Djokovic era sereno, gli australiani un po’ meno’

Tristan Schoolkate, sparring partner di Nole durante il suo breve soggiorno australiano, racconta a laRegione l’incontro con il campione serbo
Gallery
Calcio
1 gior

Petkovic, dall’altare di Bucarest alla polvere della Gironda

Il pesante 6-0 rimediato a Rennes pone l’ex ct della Svizzera a serio rischio esonero. Il suo Bordeaux è penultimo con la peggior differenza reti
CALCIO
1 gior

Per la Fifa, Lewandowski è il giocatore dell’anno

Il polacco del Bayern Monaco premiato con il ‘Best Player’. Ha preceduto Leo Messi e Mohamed Salah. Tra le donne vittoria di Alexia Putellas (Barcellona)
Sci
1 gior

Beat Feuz di nuovo papà: è nata Luisa

Con un tempismo perfetto, la secondogenita dello sciatore rossocrociato è venuta al mondo dopo le gare di Wengen e prima di quelle di Kitzbühel
FREESTYLE
1 gior

Dopo Deer Valley per Marco Tadè ci sono le Olimpiadi

Il ticinese è pronto a volare a Pechino, mentre Nicole Gasparini negli Stati Uniti non è riuscita a staccare il biglietto per i Giochi
CALCIO
1 gior

Inghilterra e Kosovo per le amichevoli di marzo

Reso noto il programma 2022 della Nazionale svizzera. Nel mese di giugno quattro partite di Nations League in dieci giorni. E in novembre i Mondiali
HOCKEY
1 gior

‘Playoff lontani, ma provarci rimane un dovere’

Santeri Alatalo e il difficile momento del Lugano: ‘Le ultime sconfitte ci sono costate molto sul piano emotivo, ma abbiamo i mezzi per riprenderci’
Automobilismo
1 gior

Quarto posto per Marciello nella prima gara del 2022

Nella 24 ore di Dubai il podio sfuma a pochi minuti dal termine per il pilota ticinese, che ha gareggiato con l’Haupt Racing Team
 
05.08.2021 - 05:300
Aggiornamento : 12.08.2021 - 19:31

‘Dateci fiducia e tempo, nasce un bel Bellinzona’

Paolo Righetti: ‘La linea adottata dalla nuova proprietà mi piace. Sarà un’Acb ambiziosa, la vogliamo riavvicinare alla piazza’

«Anch’io, come tutti, ero curioso di capire come si sarebbe evoluta la situazione. Ebbene, dopo un mese posso dire che le mie impressioni sono molto positive. Tanta discrezione, le notizie comunicate al momento giusto, la campagna abbonamenti che premia i vecchi abbonati che avranno un mese di accesso gratuito allo stadio. Un ottimo modo di procedere». Si esprime così, Paolo Righetti, circa la nuova stagione - e il nuovo corso - dell’Ac Bellinzona, il cui esordio nel nuovo campionato di Promotion League è previsto sabato alle 17.45 al Comunale contro lo Young Boys II di un ex granata, Alessandro Mangiarratti. «Credo proprio che si possa essere ottimisti per il futuro - spiega il numero uno dell'Acb -. La linea adottata mi piace. L’obiettivo è fare riavvicinare la piazza alla società. Negli scorsi anni è subentrato un certo disinteresse. È un peccato, perché l’ambiente granata non se lo merita».

Pur essendo ancora in sella e ricoprendo un ruolo attivo ma un po' piu defilato, Righetti le valutazioni sulla sua carica la sta ancora facendo. Nei suoi pensieri, gli anni trascorsi alla presidenza dell’Acb e le nuove prospettive della società che per un po’ prevede ancora lui al timone, ma che ha salutato l'ingresso a pieno titolo della Supergoal Sa, società azionista di maggioranza che ha assunto il controllo del club, al quale assicura un importante e sostanziale contributo tecnico ed economico.

Impulsi di cui c'era bisogno

Con Righetti, opera ancora gran parte della “squadra” che lo ha accompagnato nelle ultime stagioni: «Ringrazio tutti quelli che hanno fatto scelte diverse, per tutto l'impegno che hanno messo a favore del nostro sodalizio». Sono state le annate della lunga risalita dalla Seconda Lega. Quelle del ritorno del club in una dimensione più congeniale alla storia granata che però, con le risorse a disposizione del vecchio corso, era diventato una sorta di punto d'arrivo senza grandi sbocchi. L’aumento dell’influenza della Supergoal ha dato nuovi impulsi a tutto l’ambiente. Impulsi di cui la società aveva bisogno per ripartire con rinnovato slancio.

C'è curiosità

Righetti conosce a fondo la piazza granata, una tifoseria molto affezionata all’Acb, dalla quale qualche voce critica si è levata, circa il nuovo corso abbracciato dalla società. «Ogni cambiamento importante genera degli scossoni, per assorbire i quali serve sempre un po’ di tempo. Come è logico che sia, c’è chi è soddisfatto e chi invece mugugna un po’ o ha qualche dubbio. Non è vero che l’Acb ha perso l'identità granata. Dateci fiducia e tempo. Noto, tra i tifosi, che in loro sta rinascendo un certo interesse verso la società. Sentono aria di cambiamento, e queste novità suscitano la curiosità che mi auguro possa tradursi in più spettatori allo stadio, più interesse da parte dei media, degli appassionati. Negli ultimi tre anni abbiamo vissuto un po’ nell’ombra, anche a causa della pandemia, rivelatasi deprimente. Non è stato facile affrontare da soli, con le nostre sole forze, questa situazione molto complicata».

‘Si stanno facendo cose egregie’

«L’ultimo mese - prosegue con soddisfazione il massimo dirigente granata - mi fa ben sperare. Si sta lavorando davvero bene. Si stanno facendo cose egregie Dal punto di vista sportivo la società ha fatto un clic assolutamente benvenuto. Ci voleva, un cambiamento. Ci stavamo fossilizzando in questa categoria. La storia dell'Acb, però, è fatta di palcoscenici diversi e di ambizioni importanti, ragion per la quale una ventata di nuovi impulsi un po’ a tutti i livelli giova a tutto l'ambiente e ben si sposa con la tradizione granata che questa squadra e questa società continuano a incarnare. Il lavoro procede nella direzione giusta, ma evidentemente chi si sta prodigando ha bisogno anche del supporto della gente del posto».

Tanti i passi avanti fatti anche a livello tecnico. «Abbiamo svolto un campo d’allenamento al centro sportivo Novarello, del Novara Calcio. Un'esperienza che non avevamo mai fatto, molto professionale. I giocatori l’hanno apprezzata tantissimo. È stato dato alla squadra un impulso verso il professionismo che mancava: più allenamenti, doppie sedute, ritiri… È nata un'Acb più professionista».

‘Resta l'impronta granata’

La squadra è un mix tra conferme e novità. «La gestione tecnica è legata alla Supergoal che si sta comportando in modo egregio. Sono arrivati giocatori interessanti di prospettiva, sono stati integrati alcuni giovani in arrivo dalla U21 del Team Ticino, e, soprattutto, si è mantenuto un assetto molto ticinese - Rossini, Martignoni, Felitti, Pelloni, Monighetti e altri - che mi fa molto piacere, perché ricalca la filosofia, quella dell’impronta nostrana della rosa, che è stata la nostra dall’inizio. Ribadisco che, però, la Supergoal nonostante il potenziale economico che ha non può fare miracoli né può fare tutto da sola: ha bisogno del sostegno della gente del posto».

Le prime impressioni sul nuovo allenatore Joao Paiva? «Non ho avuto ancora modo conoscerlo a fondo, ma ho ricavato l’impressione di un allenatore molto interessante, di prospettiva. Se lasciato lavorare in modo tranquillo potrà fare molto bene».

Quali ambizioni ha il presidente per il campionato entrante? «Alla luce delle ultime stagioni, il Bellinzona deve tornare a essere ambizioso, perché è storicamente una società ambiziosa, con una storia di successi alle spalle. L’Acb deve fare l’Acb, onorando la storia che ha. Auspico che sia concesso a tutti, giocatori, staff tecnico e dirigenti, di lavorare. Di dimostrare con i fatti che la via imboccata è quella giusta».

’Tutti al Comunale per l'esordio’

Più volte Righetti ha fatto appello al sostegno della gente del posto. L’occasione di trasmettere tutto l’affetto del quale è capace, il popolo granata ce l’ha già sabato, giorno del debutto in campionato della squadra di Paiva, in casa contro l’YB II. «Aspetto tutti al Comunale, l’ingresso allo stadio sarà gratuito, a condizione che siano rispettate le norme sanitarie seguenti: certificato Covid con la propria carta d'identità. Per certificato Covid si intende il Certificato di vaccinazione completa (due dosi) oppure una sola dose dopo aver contratto il virus, un test Pcr negativo (effettuato almeno 72 ore prima della partita o un test rapido antigenico effettuato in farmacia (svolto almeno 48 ore prima della partita). Attraverso questa procedura il numero di spettatori allo stadio non sarà limitato e sarà possibile seguire la partita in piedi (o seduti) e senza l'obbligo di portare la mascherina. Sotto i 16 anni l'entrata rimane esente da certificati, verrà quindi richiesta una carta d'identità per confermare l'età)».

CALCIO: Risultati e classifiche

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved