acb-la-parola-d-ordine-e-tranquillita-e-concentrazione
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
10 ore

Marchesano inventa per Ceesay e lo Zurigo affonda il Lugano

Al Letzigrund nel match d’alta classifica un Lugano privo di Bottani non riesce a tirare in porta una sola volta e viene punito dal suo ex attaccante
Hockey
10 ore

Lugano, ‘con Hudacek più respiro a McSorley’

Domenichelli fa il punto alla situazione degli stranieri: ‘L’eventuale ingaggio di un altro giocatore non sarà per prima di metà novembre’
Hockey
10 ore

Non basta il doppio vantaggio: Ambrì battuto a Berna

I biancoblù disputano un ottimo primo tempo e una buna prestazione, ma pagano le numerose occasioni mancate e le fatiche del derby
Hockey
11 ore

Il Davos non fa sconti a un Lugano incerottato

Niente da fare alla Cornèr Arena, superati dalla compagine di Wohlwend grazie alla doppietta di Ambühl
Hockey
18 ore

Libor Hudacek approda al Lugano

Hnat Domenichelli: ‘Libor è un attaccante di talento che può giocare sia al centro sia all’ala destra’. Lo slovacco resterà fino al termine della stagione
VELA
21 ore

Un martedì a Tenero, dove la vela è donna

Al Centro sportivo nazionale una serata dedicata alle regate al femminile, aperta a chi è in attività o a chi vuol avvicinarsi a quell’affascinante realtà
DOPOPARTITA
1 gior

Il sollievo di Cereda. ‘Ho detto ai ragazzi di non panicare’

Nel terzo derby l‘Ambrì ritrova il successo. ‘Lo dovevamo ai nostri tifosi’. Mentre il Lugano vuol correggere il tiro. ’Dischi profondi e più precisi’
Gallery
Hockey
1 gior

È il guizzo di capitan Fora a risolvere il derby

La terza stagionale tra Ambrì Piotta e Lugano si decide in un finale che dà le maggiori emozioni
Hockey
1 gior

Decide l’insistenza di Fora: il terzo derby è dell’Ambrì

Il derby numero 242 della storia viene deciso a meno di due minuti dalla sirena: Lugano costretto alla resa dal tocco sotto porta del capitano biancoblù
SCI
1 gior

Mikaela Shiffrin tra tecnica e velocità

Dopo due anni difficili per motivi personali, la statunitense è pronta a gareggiare in tutte le competizioni, in particolare alle Olimpiadi di Pechino
CALCIO
1 gior

Semine - Locarno, c’è pure una denuncia penale

L’ha depositata un giocatore bellinzonese, colpito violentemente alla testa durante la rissa e costretto a tre giorni di ospedale
Calcio
1 gior

Servirebbe una macumba, contro Marchesano e lo Zurigo

Domani al Letzigrund il Lugano si gioca il terzo posto con una squadra e un giocatore che mal digerisce (4 sconfitte filate e 6 gol subiti dal ticinese)
FORMULA 1
1 gior

Mondiale 2022, ufficializzati i 23 Gp in programma

Si inizierà in Bahrain il 20 marzo, la conclusione è prevista il 20 novembre ad Abu Dhabi. Dodici gli appuntamenti in Europa, tra cui Imola e Monza
CALCIO
1 gior

Il Chiasso affronta il Brühl per cercare un rilancio

I rossoblù vogliono uscire da un periodo difficile. Il Bellinzona ospita il Cham per proseguire sulla strada imboccata dopo l’arrivo di Aeby
CICLISMO
1 gior

La Qhubeka potrebbe rinunciare al World Tour

Douglas Ryder, responsabile della compagine africana, ha affermato di non poter richiedere la licenza per la stagione 2022
Calcio
1 gior

Maltrattamenti, Lucas Hernandez rischia il carcere in Spagna

Sul difensore del Bayern Monaco pende un’ordinanza di carcerazione per la violazione di una sentenza di espulsione dopo un litigio con la ex moglie
Hockey
1 gior

A Visp Svizzera con Lettonia, Russia B e Slovacchia

Il torneo ‘Quattro nazioni’ torna in Vallese (16 e 17 dicembre) a due anni dall’ultimo appuntamento vinto proprio dalla Nazionale di Patrick Fischer
Volley
1 gior

Lugano contro il lanciato Cheseaux

Seconda partita casalinga per le ragazze di Alberto Salomoni impegnate domani alle 20 contro avversarie in palla ma alla portata
Hockey
1 gior

Champions League, negli ottavi Friborgo-Monaco

Zsc Lions sorteggiati contro gli svedesi del Rögle. Andata il 16 o 17 novembre, ritorno la settimana successiva
Basket
1 gior

Ginevra contro Sam, subito un match di cartello

Seconda giornata con un test molto probante per la squadra di Gubitosa. All’Elvetico il Lugano ospita domenica alle 16 il Nyon
Il concorso
1 gior

Miglior sportivo 2021, votazione aperta fino al 31 ottobre

La premiazione avverrà durante la serata finale che si terrà lunedì 8 novembre 2021
Orientamento
1 gior

Doppio impegno a Rovio e in Val di Muggio

Di gran spessore il lotto dei partecipanti, con tutti i ticinesi dei quadri nazionali al via, eccezion fatta per l’infortunata Elena Roos
Calcio
2 gior

Il Locarno non ci sta e ricorre contro le pesanti sanzioni

La società ha deciso di rivolgersi al Tribunale sportivo per cercare di “mitigare i provvedimenti” presi dalla Ftc dopo la rissa con l’Us Semine
CALCIO
06.05.2021 - 05:200
Aggiornamento : 19:52

Acb, la parola d'ordine è: ‘Tranquillità e concentrazione’

L’allenatore Davide Morandi e il presidente Paolo Righetti parlano del difficile momento dell’Ac Bellinzona. Il tecnico: ‘Prestazioni incoraggianti’

Il torneo contro la retrocessione in Prima Lega, per il Bellinzona è partito con il piede storto. Con una sconfitta a Zurigo netta nel punteggio (3-0) e che, complice il successo del Köniz, precipita i granata a due punti dal penultimo posto. Un 3-0 netto nella grafica, meno nel gioco, come conferma l’allenatore Davide Morandi… «Nel primo tempo sono passati tre volte su tre episodi, nella ripresa abbiamo centrato due volte la traversa e sbagliato in modo clamoroso altre quattro reti.  A volte c’è anche la sfortuna che ci mette lo zampino...».

Al di là di tutto, però, rimane il terz’ultimo posto in classifica… «Se dicessi che non ci penso, mentirei. Ma al momento, la mia preoccupazione deve essere un’altra: mantenere tranquillità e serenità nel gruppo. In questi casi non è certo l’allenatore che può permettersi di iniziare a panicare. Ovvio, sono preoccupato per le assenze, per la sfortuna, per il tour-de-force al quale siamo stati sottoposti, ma più in là di questo non devo andare: le prestazioni sono lì da vedere. E non scordiamoci che le due sconfitte le abbiamo subite contro Basilea e Zurigo infarciti di giocatori della prima squadra, in quella che per noi era in entrambi i casi la terza partita settimanale. Tutte considerazioni alla luce delle quali è possibile giustificare il momento di difficoltà».

Vero, ma nel frattempo le partite rimanenti sono sempre meno, mentre la classifica è sempre più traballante… «Noi stiamo facendo il massimo di ciò che possiamo fare. In Promotion League non vi è nessuna squadra che può permettersi di perdere tre o quattro giocatori e non risentirne. Nemmeno l’Yverdon che a Basilea è stato sconfitto in formazione rimaneggiata. Ovvio, mi piacerebbe avere 3-5 punti in più, ma non li ho e bisogna fare di necessità virtù, a cominciare da sabato contro l’Yf Juventus (17.45). Fortunatamente, il calendario gioca un po’ a nostro favore, perché nelle ultime quattro partite affronteremo il Münsingen già retrocesso e due squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato (Black Star e Breitenrain), oltre allo scontro diretto con il Köniz».

È sotto gli occhi di tutti che il Bellinzona sta lottando in posizioni non consone al valore della sua rosa e alle aspettative di inizio stagione. Tutto ciò può avere un influsso negativo sui singoli giocatori… «Sono pronto a mettere la mano sul fuoco sulla determinazione dei ragazzi. Elementi quali Martignoni, Belometti, Monighetti, Rossini, tanto per fare alcuni nomi, sono sempre pronti a dare l’anima, ma poi subentra pure l’aspetto legato a una fortuna che raramente ci è stata benevola, in particolare per quanto attiene agli infortuni. A Zurigo avevo in campo tre ragazzi del 2003: non ho paura a buttarli in campo, perché se lo faccio significa che sono pronti, ma rimangono comunque molto giovani. È anche vero che avremmo potuto tesserare tre giocatori classe 2001 in grado di farci fare la differenza (Stefanovic e Alshikh del Lugano, Rustemoski del Gc, ndr) e non ci è stato consentito a causa degli astrusi regolamenti della Promotion League, per i quali solo Basilea, Zurigo e Sion, in quanto società di Sfl, hanno il diritto di effettuare tesseramenti entro il 31 marzo».

Insomma, avanti senza panicare e nella consapevolezza di possedere tutte le qualità necessarie per ottenere la salvezza… «Il mio ruolo mi impone di essere consapevole delle difficoltà, ma di infondere tranquillità. Ho un compito è ben preciso: salvare la squadra e mostrare qual è la strada da imboccare per ricostruirla. Perché se l’anno prossimo saremo ancora in Promotion, certe cose andranno riviste: lo so io e lo sa la società».

Paolo Righetti: ‘Calma e concentrazione’

«Sul piano contabile - interviene il presidente granata Paolo Righetti - manca qualcosa, è innegabile. Tuttavia noi restiamo positivi. Le prestazioni della squadra in queste partite sono sempre state all’altezza della situazione, salvo forse l'ultima in quel di Zurigo (0-3, ndr). Questo fa ben sperare. Siamo però entrati in una spirale di negatività dalla quale dobbiamo assolutamente uscire. La fortuna non è sicuramente dalla nostra parte, tra pali, traverse, rigori non concessi, infortuni e via dicendo. In una situazione come questa bisogna mantenere alto il grado di attenzione e concentrazione, ma al contempo non bisogna perdere la calma e la tranquillità. Dobbiamo essere consapevoli delle qualità che abbiamo».

Le qualità dei granata sono riconosciute, ma decisamente non trovano conferma nell’attuale posizione di classifica. «I ragazzi ne sono coscienti, loro per primi vogliono dimostrare il valore del gruppo di cui fanno parte».

A Zurigo la squadra ha risposto bene, ma solo nella ripresa con i padroni di casa sul 3-0 al 45’. «Il morale era basso, ora bisogna ricaricare le pile. Eravamo reduci da una settimana molto impegnativa, durante la quale abbiamo fatto il giro della Svizzera per disputare il turno infrasettimanale (a Bavois, ndr). In questa settimana abbiamo invece la possibilità di preparare bene la partita di sabato contro l’Yf Juventus».

Niente panico

Anche Davide Morandi conserva positività e tranquillità? «È necessario che lo facciano tutti. L’errore più grande sarebbe quello di lasciarsi prendere dal panico. Ho parlato anche con qualche giocatore. Li ho trovati tutti molto consapevoli di quanto la situazione sia complicata, ma anche consci delle prestazioni che hanno offerto. Abbiamo bisogno di una scintilla, di una partita vinta magari con quel pizzico di fortuna che finora ci è mancata, che va poi a scacciare dalla testa quei fantasmi che si palesano quando le cose non funzionano bene. In momenti così è fondamentale la serenità: va mantenuta all’interno del gruppo e va trasmessa alla squadra dall’esterno».

Gli spettatori fanno la differenza

Il calendario delle ultime sei partite del campionato prevede quattro incontri al Comunale. Con pubblico, per quanto poco. «Dobbiamo sfruttare un calendario che adesso è più favorevole. Quattro partite in casa sulle ultime sei ci possono consentire di sfruttare il fattore campo, che per l’Acb è sempre stato un fattore. Il sistema di accesso allo stadio che abbiamo adottato permette a tutti gli abbonati di vedere almeno una partita dal vivo (cfr. nota a margine, ndr). Speriamo che per gli ultimi due impegni casalinghi in giugno ci sia la possibilità di aumentare la capienza del Comunale. Abbiamo assolutamente di sentire il calore del pubblico. In occasione della partita contro il Sion II (l’unica vittoria con Morandi in panchina finora, ndr) si è percepita chiaramente la spinta delle pur poche persone che siamo riusciti a fare entrare al Comunale. Il loro sostegno è stato caloroso, i ragazzi in campo questo lo hanno sentito. Manca, quella spinta, da troppo tempo. Nessuno ce l’ha, in questa categoria, forse solo l’Yverdon. Anche solo 100 spettatori distribuiti in tribuna riescano a fare la differenza».

Accesso limitato al Comunale, ma c’è lo streaming de laRegione

Per la partita di sabato, l’accesso allo stadio, sarà riservato agli abbonati in tribuna e agli abbonati spalti settore 2 (di fianco alla buvette principale). È richiesta a tutti la conferma, o meno, della propria presenza entro stasera tramite l'indirizzo mail info@acbellinzona.ch. Così che se dovessero rimanere disponibili dei posti saranno contattati telefonicamente altri abbonati per raggiungere la capienza massima di 100 persone. L’Acb invita tutti i tifosi a mantenere le distanze di sicurezza lasciando un seggiolino vuoto tra una persona e l'altra.

Regole di comportamento all’interno dello stadio: mascherina obbligatoria, mantenere le distanze di sicurezza, rimanere seduti, consumazioni vietate.

Per la prossima partita casalinga, Acb - Black Stars (sabato 22 maggio alle 17.45), l’entrata sarà invece riservata ai possessori dell’abbonamento settore 1 (lato opposto della tribuna).

Tutti coloro che non potranno assistere dal vivo alla sfida tra Bellinzona e Yf Juventus, possono seguire la squadra tramite la diretta streaming sul sito de laRegione.

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved