il-lucerna-soffia-il-lugano-fuori-dalla-coppa
+3
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Tennis
3 ore

Niente impresa per Henri Laaksonen, battuto da Medvedev

Il russo, numero 2 al mondo, mette fine ai sogni di gloria dello sciaffusano agli Australian Open. Eliminate anche Vögele e Golubic
Tennis
5 ore

‘Djokovic era sereno, gli australiani un po’ meno’

Tristan Schoolkate, sparring partner di Nole durante il suo breve soggiorno australiano, racconta a laRegione l’incontro con il campione serbo
Gallery
Calcio
14 ore

Petkovic, dall’altare di Bucarest alla polvere della Gironda

Il pesante 6-0 rimediato a Rennes pone l’ex ct della Svizzera a serio rischio esonero. Il suo Bordeaux è penultimo con la peggior differenza reti
CALCIO
14 ore

Per la Fifa, Lewandowski è il giocatore dell’anno

Il polacco del Bayern Monaco premiato con il ‘Best Player’. Ha preceduto Leo Messi e Mohamed Salah. Tra le donne vittoria di Alexia Putellas (Barcellona)
Sci
16 ore

Beat Feuz di nuovo papà: è nata Luisa

Con un tempismo perfetto, la secondogenita dello sciatore rossocrociato è venuta al mondo dopo le gare di Wengen e prima di quelle di Kitzbühel
FREESTYLE
16 ore

Dopo Deer Valley per Marco Tadè ci sono le Olimpiadi

Il ticinese è pronto a volare a Pechino, mentre Nicole Gasparini negli Stati Uniti non è riuscita a staccare il biglietto per i Giochi
CALCIO
17 ore

Inghilterra e Kosovo per le amichevoli di marzo

Reso noto il programma 2022 della Nazionale svizzera. Nel mese di giugno quattro partite di Nations League in dieci giorni. E in novembre i Mondiali
HOCKEY
18 ore

‘Playoff lontani, ma provarci rimane un dovere’

Santeri Alatalo e il difficile momento del Lugano: ‘Le ultime sconfitte ci sono costate molto sul piano emotivo, ma abbiamo i mezzi per riprenderci’
Automobilismo
18 ore

Quarto posto per Marciello nella prima gara del 2022

Nella 24 ore di Dubai il podio sfuma a pochi minuti dal termine per il pilota ticinese, che ha gareggiato con l’Haupt Racing Team
Altri sport
19 ore

Pechino 2022, il comitato annulla la vendita dei biglietti

Alle Olimpiadi invernali solo gli invitati potranno seguire le gare e le prove. La misura come parte della stretta sui controlli contro il Covid e Omicron
Tennis
20 ore

A Melbourne Bencic parte bene e assicura: ‘Sto sempre meglio’

La 24enne sangallese, colpita dal coronavirus prima di Natale, nel primo turno ha superato in due set la francese Mladenovic. Avanti anche Jil Teichmann.
Tennis
21 ore

Djokovic, atto finale: è arrivato a Belgrado

Dopo lo scalo nella notte, il tennista serbo è rientrato nella capitale serba accolto da numerosi sostenitori
Tennis
21 ore

Anche al Roland Garros solo tennisti vaccinati

Si complica la posizione di Novak Djokovic. La Francia richiede il pass a tutti gli atleti che giungono dall’estero per competizioni di vario genere
13.04.2021 - 19:350
Aggiornamento : 22:08

Il Lucerna soffia il Lugano fuori dalla Coppa

Bianconeri eliminati (2-1) dopo una partita pazza e condizionata dal vento, con un rigore sbagliato da Maric al 121' e tanta sfortuna per i padroni di casa

Il Lugano è fuori dalla Coppa Svizzera. A Cornaredo i bianconeri sono infatti stati battuti 2-1 dal Lucerna nel match valido per i quarti di finale, al termine di una partita pazza giocata persino bene dai padroni di casa, ma nella quale Sabbatini e compagni sono stati ribaltati dagli ospiti guidati dall'ex Fabio Celestini anche a causa di una bella dose di fortuna.

Rispetto alla sfida di campionato con il Losanna Jacobacci ha deciso di rispolverare la difesa a quattro inserendo Daprelà (al posto di Kecskés) nel ruolo di terzino sinistro con Lavanchy a destra e la coppia Maric-Ziegler davanti a Osigwe, confermato tra i pali in assenza dell’infortunato Baumann. Riproposto anche Bottani nel ruolo di trequartista dietro alle punte Gerndt e Abubakar, mentre a centrocampo Custodio (di rientro dalla squalifica) ha ritrovato il suo posto accanto a Sabbatini e Lovric.

Bottani apparecchia, Lovric trasforma

I padroni di casa hanno da subito preso in mano le redini dell’incontro e se nel primo quarto d’ora non sono andati oltre a una conclusione a lato di Sabbatini, al 18’ si sono creati tre occasioni nel giro di altrettanti minuti che hanno portato al meritato vantaggio: dopo la bella parata dell’estremo difensore avversario Müller sulla conclusione di Abubakar e il palo sfiorato da Maric sul susseguente calcio d’angolo, è stato Bottani a scippare il pallone a Sidler sulla fascia sinistra e a servire un assist al bacio a Lovric, che da centro area ha messo in rete. La reazione degli ospiti non si è fatta attendere e ha portato alla traversa colpita pochi minuti dopo con uno splendido esterno dalla distanza dallo stesso Sidler, mentre al 33’ è ancora stato il Lugano a rendersi pericoloso ma Bottani ci ha messo troppo a concludere ed è stato chiuso da Knezevic.

Il vento aiuta il Lucerna

La ripresa si è aperta con Covilo inserito al posto di Bottani e il conseguente avanzamento di Lovric alle spalle degli attaccanti. Il bosniaco si è subito rivelato utile per contrastare il forcing dei lucernesi, che hanno provato ad aumentare la pressione ma che non sono riusciti a crearsi occasioni da rete, mentre Custodio e compagni non sono riusciti a capitalizzare un paio di ripartenze. A rovinare i piani di un Lugano che sembrava poter difendere senza troppi patemi il vantaggio (nonostante i metri guadagnati dagli avversari) ci hanno pensato un pizzico di sfortuna e il vento, che hanno disegnato la beffarda traiettoria con cui il traversone di Schürpf al 79’ ha sorpreso sul primo palo Osigwe (miracoloso pochi istanti prima su Ndiaye).

La beffa è completa: palo di Ardaiz, gol di Ndiaye

Una rete che ha rimandato il verdetto ai supplementari, dove i bianconeri sono tornati a macinare gioco guadagnando terreno e rendendosi pericolosi con un missile alto non di molto dalla lunga distanza di Abubakar, ma soprattutto con il clamoroso palo colpito al 106' da Ardaiz, con il pallone girato di testa dall'attaccante urugaiano sullo splendido cross di Sabbatini che dopo aver incocciato sul montante interno ha danzato sulla linea di porta senza però varcarla.

Il destino si è poi rivelato (se possibile) ancora più beffardo all'inizio del secondo tempo supplementare, quando ancora il vento ha trasformato il lunghissimo rinvio del portiere Müller in un assist per Ndiaye, che ha sfruttato la sua rapidità per sgusciar via a Maric e Ziegler e superare, ancora sul primo palo, Osigwe. Un gol che si è rivelato decisivo anche perché al 117' Müller con un vero e proprio miracolo ha impedito al colpo di testa di Maric di finire in rete, mentre nel primo dei due minuti di recupero lo stesso difensore si è fatto intercettare il calcio di rigore assegnato per il fallo del portiere su Abubakar.

Lugano - Lucerna (1-0) 1-2

Reti: 21’ Lovric 1-0. 79’ Schurpf 1-1. 107' Ndiaye 1-2

Lugano: Osigwe; Lavanchy, Maric, Ziegler, Daprelà (112' Facchinetti); Custodio (86’ Macek), Sabbatini, Lovric (112' Lungoyi); Bottani (46’ Covilo); Abubakar, Gerndt (70’ Ardaiz)

Lucerna: Müller; Sidler (63’ Schwegler), Lucas, Knezevic, Frydek (91’ Burch); Tasar, Grether (63’ Wehrmann), Emini (63’ Alabi), Ndiaye; Schaub (108' Alounga), Schürpf

Arbitro: Bieri

Note: Lugano senza Baumann, Guerrero e Oss (infortunati); Lucerna privo di Sorgic, Ndenge e Schulz (infortunati). 22’ traversa di Sidler. 106' palo Ardaiz. 121' Müller para un rigore a Maric. Ammoniti: 34’ Sabbatini. 53’ Gerndt. 72’ Frydek. 83’ Schwegler, Wehrmann. 98’ Ardaiz. 101' Lavanchy. 117' Alabi.

CALCIO: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved