RUUD C. (NOR)
RAMOS-VINOLAS A. (ESP)
12:00
 
DAVIDOVICH FOKINA A. (ESP)
HURKACZ H. (POL)
12:00
 
svizzera-sprecona-e-la-croazia-ne-approfitta
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
4 ore

Colorado non stecca: terza finale e terzo trionfo

Ci pensa Lehkonen: al 33’ di gara 6 risolve la sfida e regala agli Avalanche la Coppa Stanley. Battuti i Tampa Bay Lightning
Tennis
6 ore

Wimbledon e la disabitudine all’erba

Il torneo più prestigioso al mondo si gioca, paradossalmente, sulla superficie meno amata
ATLETICA
12 ore

Anche i 200 metri respingono Sha’Carri Richardson

Ai trials statunitensi la 22enne sprinter dopo aver fallito nei 100 (i batteria) è stata eliminata in semifinale anche sulla distanza doppia
CORSA D'ORIENTAMENTO
15 ore

Staffetta amara per la Svizzera ai Mondiali in Danimarca

Un clamoroso errore di Joy Hadorn in seconda frazione impedisce agli elvetici di salire sul podio e li costringe a un amaro quarto posto. Oro alla Svezia
CICLISMO
15 ore

Robin Froidevaux e Caroline Baur nuovi campioni svizzeri

A Steinmaur il vodese ha preceduto Reichenbach, Stüssi e Schmid. In campo femminile, argento per la ticinese Linda Zanetti nelle U23
MOTO-E
19 ore

Aegerter chiude 2° ad Assen

Ottimo weekend per l’elvetico, che aveva vinto la gara di sabato
ATLETICA
19 ore

Nei 400 metri Ricky Petrucciani deve accontentarsi dell’argento

Ancora una medaglia ticinese sabato ai campionati svizzeri. L’onsernonese è stato battuto nel rettilineo finale da Lionel Spitz
CALCIO
19 ore

Ardaiz passa dallo Sciaffusa al Lucerna

Ritorno in Super League per l’uruguaiano ex Lugano che la scorsa stagione era stato il miglior realizzatore della Challenge League (20 reti)
CICLISMO
20 ore

Nils Politt campione di Germania

Arrivo in solitaria per il 28enne della Bora, Arndt secondo, Geschke terzo
PALLANUOTO
20 ore

Per gli Sharks la corsa al titolo parte dai quarti di finale

Un solo punto racimolato dal Lugano nell’ultimo weekend in Romandia. Nei playoff il primo avversario sarà il Carouge. Gara 2 al Lido il 2 luglio
MotoGP
20 ore

Bagnaia e Bezzecchi, doppietta italiana ad Assen

Terzo posto in classe regina per Maverick Viñales, cade due volte Quartararo
MOTO2
22 ore

Assen, vince Augusto Fernandez

Lo spagnolo raggiunge Vietti in testa al Mondiale
MotoGP
23 ore

Alex Marquez guiderà una Ducati dal 2023

Il 26enne spagnolo lascia la Honda, ha firmato per il Team Gresini
CALCIO
28.03.2021 - 20:33
Aggiornamento: 21:34

Svizzera sprecona e la Croazia ne approfitta

Euro U21, i rossocrociati di Lustrinelli sbagliano troppo sia in attacco, sia in difesa e vanno sotto 3-0 prima di tornare sul 3-2. Mercoledì il Portogallo

Chi è causa del suo mal pianga se stesso. Dopo aver battuto l'Inghilterra nel confronto d'esordio, la Svizzera U21, impegnata in Slovenia nella fase finale dell'Europeo, è stata sconfitta 3-2 dalla Croazia in una partita che l'ha vista all'attacco per quasi tutti i 90' di gioco, salvo ritrovarsi sotto di tre reti dopo un'ora. Ha fatto tutto la Nazionale di Mauro Lustrinelli. Dapprima ha regalato a Ivanusec il gol del vantaggio, con un clamoroso errore di Racioppi che all'8’ ha rinviato male un servizio a ritroso di Sidler, poi ha sbagliato una serie quasi infinita di occasioni da rete, la più clamorosa delle quali (capitata come altre due sui piedi di Guillemenot al 48’) ha di fatto tagliato le gambe alla squadra. Tant'è che tra il 60’ e il 64’ ha subito altre due reti, la prima su calcio di rigore di Moro per un fallo di Lotomba, l'altra con una conclusione incrociata di Viziger. Proprio prima del gol del 2-0, Lustrinelli aveva modificato l'assento della squadra nel tentativo di darle maggior peso offensivo, ma l'uno-due croato ha fatto sbandare la selezione elvetica almeno fino al 79’, quando un inutile fallo di mano in area ha permesso al ginevrino Imeri di andare sul dischetto e insaccare il 3-1. Un gol che ha risvegliato i rossocrociati che si sono ulteriormente fatti sotto al 91' con un clamoroso autogol di Kulenovic su corner battuto da Imeri. I minuti finali sono stati un vero assedio e al 94’ Jankewitz ha avuto l'ultima possibilità sull'uscita di Kotarski, ma la palla non ha superato l'estremo difensore croato.

È finita con un 3-2 che lascia tanto amaro in bocca, ma la Svizzera deve recitare il mea culpa. Più ancora che per il gol del vantaggio regalato agli avversari, per non essere riuscita a concretizzare le numerose palle-gol costruite, la prima già dopo 53 secondi su iniziativa di Zeqiri (poi scomparso) e mancata deviazione vincente di Pusic. Già all'esordio gli elvetici avevano sbagliato troppo, ma contro la Croazia le occasioni sono state addirittura clamorose. Oltre a quella già citata dopo 53”, Guillement per due volte si è trovato sui piedi la palla buona (soprattutto nella prima non è riuscito a superare con un pallonetto il portiere in uscita). L'attaccante del San Gallo è stato un po' l'emblema della prestazione elvetica: molto bravo a farsi trovare al posto giusto, ma sciagurato al momento della conclusione.

A fine partita, Mauro Lustrinelli ha dovuto fare buon viso a cattiva sorte... «Un po' di amaro in bocca mi è restato – ha commentato il tecnico ticinese –. Oggi purtroppo ci è mancata l'efficacia. Siamo entrati bene in partita con due ottime occasioni, poi abbiamo regalato quel gol sfortunato. Non ci siamo però fermati e abbiamo costruito altre possibilità per passare, una addirittura clamorosa in apertura di ripresa. L'abbiamo fallita e loro in 10’ hanno girato la partita. Sono comunque soddisfatto della reazione della squadra, capace di tornare in corsa almeno per il pareggio. E nei secondi finali Jankewitz ha avuto l'ennesima occasione per il 3-3. Se mettiamo sui piatti della bilancia le possibilità costruite, il pareggio sarebbe stato un risultato senza dubbio più giusto, ma il calcio è così: contro l'Inghilterra avevamo sbagliato senza essere puniti, oggi abbiamo pagato un conto salato».

A questo punto, alla Svizzera rimane da disputare l'ultima partita, mercoledì contro il Portogallo. L'unico risultato possibile è un successo sui lusitani che potrebbe permettere di accedere ai quarti di finale... «In questo senso le due reti trovate nel finale sono molto importanti – commenta Lustrinelli – perché la differenza-reti potrebbe avere il suo peso. Nell'ultima mezz'ora abbiamo dimostrato che ci siamo. Se contro i portoghesi sapremo essere efficaci avremo le nostre possibilità».

Croazia - Svizzera (1-0) 3-2 

Reti: 8’ Ivanusec 1-0. 61’ Moro (rigore) 2-0. 63’ Vizinger 3-0. 79’ Imeri (rigore) 3-1. 89e Kulenovic (autorete) 3-2.

Croazia: Kotarski; Sverko, Erlic (24’ Vuskovic), Franjic (76’ Krizmanic), Bradaric; Babec; Spikic (76’ Colina), Bistrovic, Moro (76’ Zaper), Ivanusec; Vizinger (85’ Kulenovic).

Svizzera: Racioppi; Lotomba, Van der Werff, Zesiger, Sidler (59’ Rüegg); Pusic (59’ Ndoye), Domgjoni (65’ Jankewitz), Sohm (59’ Imeri), Toma; Guillemenot, Zeqiri (65’ Mambimbi).

Arbitro: Higler (Olanda)

Note: porte chiuse. Ammoniti: 6’ Babec. 45’ Sidler. 45’ Franjic. 45’ Vizinger. 48’ Van der Werff. 60’ Lotomba. 91’ Kulenovic.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
croazia euro u21 lustrinelli svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved