CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
8 ore

Tre punti d’oro per un affarone: l’Ambrì espugna Langnau

I biancoblù colgono un importantissimo successo nell’Emmental e fanno 4 su 4 contro i Tigrotti in stagione. Decisivo l’apporto della prima linea
CALCIO
10 ore

Aliseda all’ultimo respiro, il Lugano strappa un punto al Gc

Partita senza grosse emozioni che si chiude con un pareggio tutto sommato giusto e accettabile da entrambe le squadre
Basket
12 ore

Domati i Leoni ginevrini, Sam all’ultimo atto

A Montreux il Massagno di Robbi Gubitosa non stecca e si qualifica per l’ultimo atto di Coppa della Lega
Sci
16 ore

Shiffrin ancora davanti a tutte: 85esima vittoria per lei

La statunitense vince anche fra i paletti stretti di Spindleruv Mlyn e ora tallona Stenmark. Terzo posto per Wendy Holdener.
Tennis
18 ore

È Aryna Sabalenka la regina d’Australia

La bielorussa fa suo il primo Slam dell’anno. Battuta in finale, in tre set, Elena Rybakina al termine di una sfida durata due ore e mezza
Sci
18 ore

Rientro riuscito: Odermatt fa suo il primo superG di Cortina

Il nidvaldese non lascia scampo alla concorrenza. Ad accompagnarlo sul podio il norvegese Kilde (secondo a 35 centesimi) e l’italiano Casse
Basket
21 ore

Quasi 4 milioni per una maglia di LeBron James

Cifre da capogiro per l’asta di New York. L’oggetto più ambito la casacca indossata nel 2013 dal cestista
Calcio
1 gior

‘Carmelo Bene, male tutti gli altri’

In un libro di recente pubblicazione vengono raccolti alcuni degli scritti a sfondo sportivo firmati da un maestro del teatro italiano del Novecento
IL DOPOPARTITA
1 gior

Il Lugano ci prende gusto. ‘Però cerchiamo di badare al sodo’

Quarto successo filato per i bianconeri di Gianinazzi, che si confermano anche contro l’Ajoie. Il coach. ‘A me, però, la prima mezz’ora è piaciuta meno”
CALCIO
14.03.2021 - 17:53
Aggiornamento: 20:33

Doppietta di Ardaiz e il Lugano vola

Le prime due reti bianconere dell'uruguaiano consentono ai bianconeri di dominare la sfida del Rheinpark di Vaduz

doppietta-di-ardaiz-e-il-lugano-vola
Ti-Press

Il Lugano scopre come d’incanto il bomber che meno ti aspetti, chiude la sfida delicata del Rheinpark in appena 25’, batte il Vaduz e porta a dieci i punti di vantaggio sull'ultimo posto della classifica. La prima vittoria nel Principato dal 2013 porta la firma di Joaquin Ardaiz, autore della doppietta che ha spezzato la sfida. Per l’uruguaiano si tratta dei primi due gol in Super League, alla 16.ma partita, la seconda da titolare. Ma il sudamericano non è stato che il braccio armato di un Lugano assolutamente padrone del campo e al quale il gol d’apertura dopo appena 2’ (Ardaiz è stato abile a controllare e battere dai cinque metri dopo una conclusione sbilenca di Guerrero) ha permesso di impostare la sfida nei canoni che più gli sono congeniali. Verrebbe da pensare che, in questo momento della stagione, i bianconeri per dare il meglio di loro stessi debbano ritrovarsi con le spalle al muro. Era successo al Tourbillon contro il Sion (ed era finita 3-0 per Jacobacci & Co.), è capitato di nuovo al Rheinpark.

Parlare di spalle al muro potrebbe suonare come eccessivamente catastrofista, ma se fosse tornato dal Principato con le pive nel sacco, il finale di stagione del Lugano rischiava di diventare una sorta di calvario. E invece, al di là di un paio di occasioni sul conto dei padroni di casa (la più importante in apertura di ripresa con una deviazione aerea di Simani sulla quale ha fatto scudo Baumann), i bianconeri hanno disputato una prestazione di spessore. Anche perché in mezzo al campo hanno trovato, ancora una volta, un Custodio quasi perfetto nel dettare i tempi della manovra, costtruita attorno a un inusuale 3-4-1-2. Non a caso, il vodese ha messo il piede in entrambe le reti bianconere, in particolare sulla seconda, quando ha fatto correre sulla fascia Lavanchy, il cui centro ha trovato libero in mezzo all’area ancora Ardaiz, bravo nel piazzare la palla nell’angolo alla destra di Büchel.

Nella ripresa Jacobacci ha infoltito il centrocampo con l’uscita di Abubakar (prestazione piuttosto impalpabile, la sua) tornando a un più classico 3-5-2 (nel primo tempo Bottani ha fatto da raccordo alle spalle delle due punte), per cercare di arginare il tentativo di rimonta dei padroni di casa, ma ciò non ha impedito ai bianconeri di riprendere ben presto in mano le redini del confronto e di andare a segno una terza volta grazie a un colpo di testa di Maric su corner battuto da Ziegler.

Il Lugano torna dunque in Ticino con i tre punti che cercava e tira un sospiro di sollievo, anche grazie alla vittoria del Servette a Sion. I tre gol del Rheinpark andranno però confermati sabato a Cornaredo contro il Basilea.

Vaduz - Lugano (0-2) 0-3

Reti: 3’ Ardaiz 0-1. 24’ Ardaiz 0-2. 69’ Maric 0-3

Vaduz: Büchel; Rahimi (65’ Cicek), Simani, Schmied; Dorn, Gajic, Obexer (71’ Hug); Gasser (46’ Coulibaly), Di Giusto, Lüchinger (74’ Gomes); Djokic (65’ Ibrisimovic)

Lugano: Baumann; Kecskes, Maric, Ziegler; Lavanchy, Custodio (77’ Covilo), Lovric, Guerrero; Bottani (77’ Macek); Abubakar (56’ Sabbatini), Ardaiz (68’ Gerndt)

Arbitro: Kanagassingam

Note: porte chiuse. Vaduz privo di Schmid (squalificato), Prokopic e Wieser (infortunati; Lugano senza Daprelà (squalificato). Ammoniti: 26’ Kecskes. 67’ Cicek

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved