COL Avalanche
4
BOS Bruins
3
fine
(1-0 : 0-3 : 2-0 : 1-0)
COL Avalanche
4
BOS Bruins
3
fine
(1-0 : 0-3 : 2-0 : 1-0)
baldo-difende-i-suoi-abbiamo-retto-finche-abbiamo-potuto
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
BASKET
9 ore

Lugano Tigers sconfitti nella Svizzera centrale

Migliore al tiro sotto tutti gli aspetti, la compagine ticinese ha avuto un passaggio a vuoto nel secondo periodo che le è costata la vittoria
Hockey
10 ore

La sfida vista da Ambrì. ‘Saranno i duelli, la chiave’

Cereda lancia la sesta sfida con il Lugano, ultimo sforzo prima della pausa. ‘Sarà benefica: le scorie post contagio non si sono del tutto dissipate”
HOCKEY
12 ore

‘Il derby? Sarà una battaglia, come sempre’

Julian Walker: ‘Tutte le sfide con l’Ambrì sono state tiratissime, non vedo favoriti. Dovremo fare bene il lavoro sporco, proprio come lo sanno fare loro’
CALCIO
13 ore

Arthur Cabral sul punto di approdare alla Fiorentina

L’attaccante brasiliano del Basilea attende solo gli sviluppi del caso Valhovic. Quest’anno ha segnato 14 reti in 18 partite di Super League
Hockey
14 ore

Lugano, Schlegel si deve fermare. Fino a marzo

Niente derby per il portiere bianconero: lesione agli adduttori della coscia. McSorley dovrà scegliere se puntare sul canadese Irving o su Fatton
CICLISMO
14 ore

Joel Suter secondo alla Challenge Mallorca

Il Spagna il 23enne elvetico della Uae Emirates è stato preceduto dal compagno di squadra McNulty, giunto al traguardo in solitaria
CALCIO
14 ore

Il Lugano riapre la campagna abbonamenti

Chi non avesse già provveduto a inizio stagione, da domani ha la possibilità di assicurarsi a prezzi scontati le nove partite casalinghe del ritorno
MOTOCICLISMO
15 ore

Via libera medico per Marc Marquez

Il pilota spagnolo ha superato i problemi di diplopia e sarà presente dal 5 al 7 febbraio nei primi test stagionali sul circuito di Sepang
14.03.2021 - 12:220
Aggiornamento : 18:05

Baldo difende i suoi: ‘Abbiamo retto finché abbiamo potuto’

Raineri giustifica in parte la sconfitta (3-0) in casa dello Stade Losanna anche con la fatica accumulata dal Chiasso nelle ultime impegnative uscite

E il Chiasso, alla fine, paga la stanchezza, la fatica di partite difficili e ravvicinate e fa un passo indietro nella prestazione rispetto a quanto offerto nell’ultimo mese e mezzo, cedendo 3-0 allo Stade Losanna.

La vittoria dei padroni di casa è meritata, perché hanno preso sin da subito in mano le redini della partita e hanno dominato fisicamente i rossoblù, ma sino a dieci minuti dal termine la squadra di Raineri è riuscita a mantenere il risultato sull’1-0, crollando poi nel finale con due gol incassati in rapida successione. E il tecnico non fatica ad ammetterlo: «Sul loro successo assolutamente niente da dire, se lo sono meritati – spiega Raineri –. Noi abbiamo sofferto la stanchezza, venivamo da tre partite in una settimana tutte difficili, precedute da altre altrettanto complicate. Con l’Aarau abbiamo avuto un significativo dispendio di energie, in Coppa abbiamo riproposto praticamente gli stessi undici, anche i dati in nostro possesso ci dicevano che avremmo potuto risentirne. Quando non abbiamo a disposizione la formazione base rischiamo di andare in difficoltà perché chi gioca meno spesso non ha i novanta minuti nelle gambe. Mettiamoci anche la pioggia che ha influito. E c’era lo Stade Losanna, che è una squadra forte, soprattutto fisicamente. Eppure abbiamo retto finché abbiamo potuto».

Primo gol regalato, rossoblù davvero pericolosi solo una volta

Dopo un po’ di tempo il Chiasso ha anche di fatto regalato, o quanto meno servito su un piatto d’argento, un gol agli avversari, il primo. Rilancio lungo di Safarikas, recupero a centrocampo dei losannesi con Albizua, palla a Lahiouel che ha servito sul filo del fuorigioco (in posizione altresì sospetta, anche se riguardando i replay pare regolare) il mattatore di giornata, Mebza, il quale ha aperto le marcature. «Qualcosa non ha funzionato, avremmo dovuto giocare in modo diverso quella palla su rinvio lungo del portiere», spiega il tecnico.

Il Chiasso ha fatto tremare i padroni di casa solo una volta, dopo lo svantaggio, con una traversa di Marzouk su punizione, mentre Mbenza ha colpito un palo nel recupero del primo tempo. Nella ripresa lo stesso attaccante congolese ha trovato altre due marcature, la prima al 77’ su una bella azione corale e la seconda ribandendo nel sette un pallone vacante in area dopo qualche rimpallo. Un risultato comunque troppo severo per i ticinesi, che gioiscono della settimana piena di allenamento a disposizione dopo tanto tempo, per poter recuperare un po’ le forze.

In classifica, il Kriens sconfitto dal leader Grasshopper rimane due punti sopra il fanalino di coda Chiasso, mentre lo Xamax, vittorioso sullo Sciaffusa, ha preso un po’ di vantaggio (+5)... «Pensavo che sarebbero rimaste invischiate due squadre, in questo momento ce n'è solo una oltre a noi. Ma la corsa la facciamo solamente su noi stessi».

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved