KOZLOV S. (USA)
STRICKER D. (SUI)
16:00
 
KOZLOV S. (USA)
STRICKER D. (SUI)
16:00
 
un-chiasso-a-corto-di-energie-chiude-l-anno-con-una-sconfitta
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Tennis
17 min

Medvedev firma l’impresa a Melbourne: è semifinale

Sotto di due set contro Aguer-Aliassine, il russo ribalta la partita e stacca il biglietto per il penultimo atto degli Australian Open
Hockey
1 ora

Hedlund e il suo staff non si muovono da Rapperswil

Confermata in blocco la guida tecnica dei sangallesi. Che resterà (almeno) fino al termine della stagione 2023/24
Sci
3 ore

Michelle Gisin dice no a Garmisch-Partenkirchen

Terza defezione di lusso, nel clan rossocrociato, per le ultime gare di Coppa del mondo prima della partenza per Pechino
Calcio
4 ore

L’Fc Lugano ha di nuovo un presidente, sarà Philippe Regazzoni

Classe ‘69, Regazzoni è attinente di Balerna ma residente a Küssnacht e da 25 anni è attivo nell’ambito assicurativo.
Calcio
10 ore

Da Lima a Yaoundé, quante tragedie legate al calcio

Disordini tra tifosi, strutture fatiscenti, sicurezza e forze dell’ordine inadeguate, fatalità: il dramma in Camerun è solo l’ultimo di una lunga lista
Hockey
17 ore

Ambrì sconfitto a Zurigo con onore e ripreso dal Berna

I Lions fanno la differenza nell’ultimo periodo dopo l’1-1 al termine dei primi due tempi. In classifica i leventinesi cedono agli Orsi il decimo posto.
Hockey
17 ore

A Zugo un martedì pazzo, che al Lugano frutta un punto

Serata incredibile alla BossardArena, in cui succede di tutto, decisa da Hansson al supplementare. Con i bianconeri che, però, perdono Schlegel
Sci
17 ore

A Schladming 7 elvetici a punti, ma lontani da Linus Strasser

Il tedesco si impone nello slalom sulla Planai precedendo il norvegese McGrath e l’austriaco Feller. Tanguy Nef (decimo) miglior rossocrociato.
Calcio
18 ore

Roy Hodgson ci ripensa: dovrà salvare il Watford

A 74 anni e 188 giorni l’ex selezionatore della Svizzera prende il posto dell’esonerato Claudio Raineri e diventa il più anziano allenatore della Premier.
CALCIO
22.12.2020 - 22:140

Un Chiasso a corto di energie chiude l'anno con una sconfitta

I rossoblù di Baldo Raineri battuti al Riva IV dallo Sciaffusa: ‘Ma siamo a un solo punto dalla penultima quando tutti di davano già per morti’

a cura de laRegione

Quando Nico Gianforte ha fischiato la fine della sfida con lo Sciaffusa, pochi minuti dopo il rigore che aveva chiuso i giochi, probabilmente a molti al Riva IV è passato davanti agli occhi il film di questo pazzesco 2020. Un anno che ha visto rossoblù in grande difficoltà nei primi mesi, salvatasi grazie all’interruzione causa Covid, e di nuovo con qualche problema a inizio torneo, col cambio di allenatore dopo una sola giornata di allenamento. Non è stata una prima parte di stagione convenzionale, con tanti rinvii dovuti alla pandemia, che ha portato a giocare ben sei partite in 22 giorni. E il Chiasso non ne aveva praticamente più. «Eravamo molo stanchi. Temevamo di non avere gamba: in quel caso avremmo faticato a affrontare una buona squadra come lo Sciaffusa. Noi non siamo una squadra che sa stare indietro, schermare, aspettare negli ultimi 20-30 metri, anche perché non abbiamo chi ha caratteristiche fisiche per farlo. Loro hanno impostato la partita in un certo modo, partendo forte per indirizzarla come volevano», ha detto Raineri.

E va detto che la quarta della classe ci è riuscita, facendo vedere già dopo pochissimi minuti di aver voglia di segnare, chiamando Safarikas al grande intervento. Al 12’ è arrivato il gol che ha messo la sfida in discesa. Lika ha liberato Prajin al limite dell’area, sul so diagonale il portiere nulla ha potuto. Di fatto, il Chiasso ha faticato a reagire, senza mai portare veramente grandi pericoli dalle parti dell’area di rigore avversaria, nonostante un paio di tentativi di Bahloul e Almeida. Nella ripresa non è andata diversamente. Il secondo gol è arrivato su rigore a tempo scaduto ma la sensazione da lunghi minuti era che comunque la vittoria fosse nelle tasche di Yakin.

Baldo Raineri, alla richiesta di un bilancio della prima parte di stagione, resta positivo. «In fondo sino a poche settimane fa tutti ci davano per morti, addirittura si chiedevano cosa scendessimo in campo a fare perché eravamo destinati a perdere e invece siamo ancora in gioco, abbiamo un solo punto di ritardo dalla penultima. Siamo sereni e tranquilli».

La permanenza in zona salvezza è durata poche ore, con il controsorpasso dello Xamax. «Ora ci riposiamo, al 2 gennaio ripartiremo, ci guarderemo in faccia e dovremo mettere energia nelle gambe, lavorando su tutto, dalla tecnica alla tattica», sottolinea l’allenatore. Sarà una vacanza corta rispetto a quanto si era abituati nel calcio svizzero. «Rinforzi? Non lo so, dobbiamo chiedere al direttore. Ci proviamo, dal 2 gennaio, coi nostri calciatori che hanno le loro certezze, senza guardare la classifica», conclude, coerentemente a quanto detto sinora, nel bene e nel male. Sipario sul 2020.

Chiasso-Sciaffusa (0-1) 0-2

Reti: 12' Prtajin 0-1 93' Mujcic  (rigore) 0-2

Chiasso: Safarikas; Affoler, Hajrizi, Magnin; Morganella, Maccoppi (64' Malula), Strechie, Hadzi; Bahloul (77' Andrist), Almeida; Sifneos (46' Malinowski).

Sciaffusa: Da Costa; Krasniqi (84' Padula), Neitzke, Bunjaku (C), Mujcic; Hamdiu; Lika (67' Del Toro), Sarr, Bislimi, Rodriguez (84' Mozzone); Prtajin (94' Müller).

Arbitro: Gianforte.

Note: porte chiuse. Ammoniti: 1' Hajrizi. 12' Maccoppi. 35' Magnin. 4' Prtajin. 56' Morganella. 57' Krasniqi. 89' Safarikas. 89' Hadzi.

 

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved