laRegione
doppio-supermario-e-la-svizzera-impatta-con-la-germania
+1
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
9 ore

Lo Young Boys torna con tre punti dalla nebbia di Sofia

Grazie a una rete di Nsame i bernesi si impongono 1-0 contro il Cska Sofia e mantengono vive le speranze di passaggio del turno nel girone A di Europa League
Sci
12 ore

Lara Gut-Behrami sale sul podio nel parallelo di Lech

Nella gara vinta dalla solita Vlhova la ticinese si è fermata nei quarti contro l'americana Moltzan, prima di chiudere terza superando la svedese Hector
Calcio
14 ore

Posata a Zurigo una targa commemorativa per Köbi Kuhn

A un anno dalla morte dell'ex allenatore della nazionale svizzera, la città sulla Limmat ha inaugurato un'insegna sulla casa dove è cresciuto
Hockey
14 ore

Ciaccio pronto per la prima contro i suoi ex compagni

'Promosso' a titolare fisso dall'infortunio di Conz, il 31enne mantiene i piedi per terra: 'Voglio garantire alla squadra le chance di vincere'
Formula 1
15 ore

A Bahreïn, Robert Kubica torna al volante di Alfa Romeo

Il 35enne polacco piloterà la monoposto del finlandese Kimi Raikkonen nella prima sessione di prove libere
Altri sport
16 ore

Sci di fondo: Dario Cologna può piazzare ancora qualche acuto

Con un mini tour di tre giorni prende il via nel weekend in Finlandia la stagione. Per il 34enne grigionese sarà il 15° anno in Coppa del Mondo.
Calcio
23 ore

Un milione di persone attese per 'el Pibe de Oro'

La salma del campione argentino Diego Armando Maradona sarà esposta in camera ardente nel palazzo presidenziale Casa Rosada di Buenos Aires
GOLF
1 gior

Il gesto di Mickelson: mezzo milione all'università

E la generosità del golfista non è isolata: Barkley, Curry e Manning si schierano a sostegno di altri atenei storicamente frequentati da studenti neri
BASKET
1 gior

Alle Tigri il campionato torna a sorridere

Dopo quattro sconfitte contro le migliori della classe il Lugano festeggia il successo ai danni del Monthey.
Calcio
13.10.2020 - 22:380

Doppio 'SuperMario' e la Svizzera impatta con la Germania

L'attaccante ticinese firma i suoi gol numero 9 e 10 in maglia rossocrociata nel 3-3 di Colonia che regala agli elvetici un punto nella Nations League

Deve dire grazie principalmente al ticinese Mario Gavranovic (e meno agli errori di Fabian Schär) la Svizzera se è riuscita a portare a casa un bel punto da Colonia, dove ha pareggiato 3-3 con la Germania nella quinta giornata del gruppo 4 (Lega A), di Nations League. L'attaccante ticinese ha infatti firmato una splendida doppietta che sommata alla rete di Remo Freuler ha permesso alla selezione di Vladimir Petkovic (che comunque non vince da cinque partite in tutte le competizioni) di interrompere a due la striscia di sconfitte consecutive.

La voglia della Svizzera di non arretrare di fronte a un avversario di peso ma di provare a vincere la partita si è vista già nelle scelte di Petkovic, che ha schierato sugli esterni di una difesa a cinque che comprendeva anche Ricardo Rodriguez, Silvan Widmer e un giocatore prettamente offensivo come Steven Zuber. Ma soprattutto in avanti ha dato spazio alla coppia formata da Gavranovic e Haris Seferovic, supportati da Xherdan Shaqiri, nuovamente titolare dopo 16 mesi.

Gavranovic ancora a segno

Un atteggiamento che in campo si è tradotto in un inizio a dir poco spavaldo dei rossocrociati, che dopo aver sfiorato la rete con Shaqiri (fermato d'istinto da Neuer) al 5' sono passati in vantaggio grazie al ticinese Mario Gavranovic. Il 30enne della Dinamo Zagabria, già in rete una settimana fa nella sconfitta 2-1 con la Croazia, ha indirizzato di testa alle spalle del portiere tedesco con una traiettoria a palombella il pallone rimesso in area da Freuler, trovando il suo nono gol con la maglia della nazionale maggiore. Accusato il colpo, i padroni di casa hanno iniziato a spingere costringendo gli ospiti ad arretrare, ma questi ultimi si sono difesi con ordine senza rinunciare a qualche scorribanda offensiva. Come quella che al 26' ha portato all'inaspettato 2-0 di Freuler, che con un preciso tocco sotto ha sfruttato l'assist di Seferovic per superare Neuer in uscita e concludere al meglio una rapida ripartenza. Altrettanto rapidamente il doppio vantaggio elvetico è però sfumato, visto che nemmeno due minuti più tardi Werner, favorito da un errore di Schär, ha portato a spasso la difesa avversaria prima di superare Sommer (che si è rifatto alla grande poco dopo intercettando l'esterno sinistro di Gosens diretto nel "sette") con un preciso sinistro incrociato.

Troppi errori, la Germania ne approfitta

La ripresa si è aperta con il palo esterno colpito da Havertz, il quale si è poi visto "gentilmente" concedere da un altro errore di Schär la possibilità di riprovarci e questa volta ha trafitto l'estremo difensore del Gladbach. A rimettere la Svizzera avanti ci ha però pensato uno degli uomini più in forma a disposizione di Petkovic, Mario Gavranovic (con il suo club ha già segnato cinque gol in questa stagione), che al 57' dopo una doppia respinta di Neuer su Seferovic ha scaraventato in rete il pallone del 3-2 firmando la doppietta personale. Anche in questo caso gli uomini di Joachim Löw hanno trovato un'immediata reazione e stavolta tutto il merito è tutto da attribuire al caparbio Werner (assist) e all'elegante colpo di tacco di Gnabry. La girandola di sostutuzioni, la stanchezza e neppure l'espulsione nel finale di Schär (doppia ammonizione) hanno più rotto l'equilibrio.

CALCIO: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 5 immagini
© Regiopress, All rights reserved