SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
3 ore

’Il sindacato calciatori ci ha messo in difficoltà’

Il capitano del Chiasso esclude il boicottaggio delle partite
Hockey
7 ore

Rockets di nuovo battuti

Il Basilea a Biasca si impone 7-2
Hockey
7 ore

Champions, 4 svizzere agli ottavi di finale

Il Davos vincitore contro l’Ocelari e lo Zurigo - pur sconfitto in Svezia- raggiungono agli ottavi di finale Zugo e Friborgo
Calcio
7 ore

Champions, vincono Napoli e Inter

Ad Amsterdam dilagano i partenopei, l’Inter soffrendo batte il Barça
Calcio
11 ore

Insulti razzisti, Atalanta multata

12mila euro di ammenda per le ingiurie contro il presidente della Fiorentina
Calcio
14 ore

Possibile ritorno di Messi al Barça

Il fuoriclasse argentino potrebbe riabbracciare la Catalogna la prossima estate
CICLISMO
15 ore

Tre Valli varesine, vince Pogacar

Successo allo sprint per lo sloveno, che sabato nel Lombardia difenderà lo scettro vinto lo scorso anno
VOLLEY
15 ore

Weekend da cinque punti per il Bellinzona

Le ticinesi hanno sconfitto nettamente Val-de-Travers e soltanto al tie-break l’Aadorf
COSE DELL’ALTRO MONDO
16 ore

Aaron Rodgers si accomoda nell’elitario club dei 500

Il quarterback di Green Bay ha infranto il muro del mezzo migliaio di touchdown lanciati. Meglio di lui solo Brady, Brees, Manning e Favre
FORMULA E
16 ore

Contratto pluriennale per Buemi

Il pilota elvetico ha firmato per il team inglese Envision Racing
Calcio
19 ore

L’Italia chiede al Brasile l’estradizione di Robinho

L’ex attaccante del Milan violentò una 23enne a Milano nel 2013. È condannato a nove anni di reclusione per violenza sessuale di gruppo
ATLETICA LEGGERA
20 ore

Ai ‘ticinesi’ doppietta di Sepulveda, Borin, Küng e Cerutti

Oltre 150 atleti si sono dati appuntamento al Comunale di Bellinzona per giocarsi i 31 titoli in palio
CORSA D’ORIENTAMENTO
20 ore

La finale di Coppa del mondo sorride agli svizzeri

A Davos e Klosters, ottime prove degli elvetici che hanno tenuto testa a svedesi e norvegesi. Elena Roos terza nella prova long
07.08.2020 - 15:45

Seconda Lega, statistiche e curiosità della passata stagione

In attesa della ripresa dei campionati, ecco alcuni dati per cominciare a riaccendere i motori del calcio regionale

seconda-lega-statistiche-e-curiosita-della-passata-stagione
Tanto tempo fa... (Ti-Press)

Maledetto coronavirus, viene da dire. L’emergenza sanitaria in corso ha inevitabilmente spedito ai box anche il calcio regionale, interrotto dopo una sola giornata dopo la pausa invernale. Con lo stop forzato dei campionati, anche le nostre statistiche dei campionati regionali non hanno potuto essere aggiornate come avremmo voluto.

Arbedo re senza corona(virus)

Il girone di ritorno di Seconda Lega prometteva fuoco e fiamme. La leadership dell’ Arbedo avrebbe potuto davvero essere messa in discussione dagli agguerriti Malcantone e Morbio? Risposta che solo il campo – e gli scontri diretti – poteva dare. Lo stesso campo che nel corso del girone d’andata aveva premiato la costanza, la determinazione e la qualità della rosa a disposizione di mister Rivera, che si piazza inevitabilmente sul gradino più alto della classifica riservata agli allenatori più vincenti della categoria con il 78.6% di partite vinte. A completare il podio ci pensano Omar Copelli (Malcantone) con una partita in meno (69.2%) e Alessio Righi (Morbio) con il 64.3% di partite vinte prima dello stop.

I migliori attacchi, la classifica

Chi ha concluso la stagione ‘monca’ con il miglior attacco? Leader incontrastato anche in questo campo è l’Arbedo, autore di 34 reti in 14 partite per una media di 2,43 gol ogni novanta minuti. Al secondo posto si piazza il Castello guidato da Amedeo Stefani. L’ammontare dei gol messi a referto dalle ‘caprette’ è di 25 reti in 14 gare (1.79 di media). Seguono a ruota – e completano il podio – Morbio e Vedeggio con 24 reti (1.71). E chi, invece, se l’è passata peggio in termini di reti realizzate? La lanterna rossa della speciale classifica è il Rapid Lugano, capace di realizzare solo 12 reti in 14 partite per una media di 0.86 a partita.

Malcantone difesa di ferro

Il miglior attacco è la difesa? Nel calcio la si può anche pensare così. Per altre informazioni rivolgersi all’AC Malcantone, ‘premiato’ come miglior difesa di Seconda Lega con sole otto reti incassate in 14 gare e una media di 0.62 per incontro. Segue l’Arbedo con 13 gol presi (0.93 di media) e Morbio 17 (1.21). Chi, invece, ha subito più gol di tutti è il Cademario con 35 reti incassate in 14 gare per una media di 2,50 a gara.

Numeri difensivi da capogiro, quelli del Malcantone, che si rispecchiano pure nell’altra speciale classifica: quella della porta inviolata. La porta della squadra di Copelli è rimasta inviolata in sette occasioni: ben metà delle gare disputate fino allo stop. Dei sette cleansheet registrati, quattro sono avvenuti in occasione di incontri casalinghi, mentre gli altri tre in trasferta. Numeri buoni anche quelli collezionati dal Sementina, seconda squadra con il più alto numero di cleansheet. La porta difesa da Giorgio Marcionelli è rimasta inviolata in cinque occasioni, di cui quattro lontano da Sementina.

Cadenazzo e Morbio specialiste delle rimonte

Cadenazzo e Morbio sono le squadre che hanno totalizzato più punti in rimonta durante la scorsa stagione di Seconda Lega. Sono ben otto i punti conquistati dalle due formazioni dopo aver ribaltato una situazione di iniziale svantaggio. Curiosità: il Sementina è l’unica compagine delle 14 protagoniste a non aver colto punti in rimonta.

Chi a freddo e chi ‘a fuoco lento’, quando si segna?

Ogni squadra ha il proprio periodo di tempo preferito per colpire le avversarie. Il Morbio di Righi, per esempio, è la squadra con più gol (5) all’attivo nel primo quarto d’ora di gioco. L’Arbedo preferisce, invece, i quindici minuti dopo la pausa per punire i rivali. Sono, infatti, undici le realizzazioni messe a referto dai bellinzonesi in quel lasso di tempo. E sul finale? Nessuno ha fatto meglio del Malcantone tra il 75esimo e il triplice fischio con 9 reti fatte nel momento spesso più caldo del match.

Il Cademario vede rosso

È il Cademario la squadra con più cartellini del campionato. In 1’260 minuti di gioco (recuperi esclusi), i malcantonesi sono stati puniti con un cartellino in 46 occasioni. Tradotto in numeri: un cartellino ogni 27’. Sempre il Cademario è quella che ha collezionato più cartellini rossi (5) per un totale di un’espulsione ogni 252’. Per contro, invece, la migliore condotta a livello disciplinare è da assegnare al Malcantone, ‘punito’ solo 21 volte (20 gialli e un rosso) con un cartellino.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved