SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Qatar 2022
1 ora

Storico ma inutile successo del Camerun sul Brasile

Gli africani, nel finale di partita, trovano con Aboubakar il gol per battere la formazione delle riserve verdeoro
QATAR 2022
1 ora

Shaqiri, Embolo, Freuler, la Svizzera è agli ottavi

Superata la Serbia al termine di una partita ricca di emozioni. Rossocrociati superiori all’avversario, prestazione eccellente
Sci
2 ore

Lake Louise, Sofia Goggia e un sorriso al fotofinish

Nella prima libera femminile della stagione l’italiana batte per 4 centesimi Suter e per 6 l’austriaca Hütter. Lara è 18esima: ‘Domani ci riprovo’
QATAR 2022
4 ore

Svizzera affronta la Serbia senza Sommer ed Elvedi

I due ancora alle prese con un attacco influenzale. Saranno sostituiti da Gregor Kobel tra i pali e da Fabian Schär in difesa. Shaqiri in campo da subito
Qatar 2022
5 ore

La Corea sconfigge il Portogallo B e va agli ottavi

I sudcoreani rimontano la rete iniziale lusitana, ribaltano il risultato e, grazie al maggior numeri di gol segnati, superano l’Uruguay
QATAR 2022
5 ore

Questione di millimetri, il gol del Giappone era valido

La Fifa precisa che la rete con la quale i nipponici hanno sconfitto la Spagna era regolare, siccome la proiezione della sfera toccava la linea di fondo
Qatar 2022
5 ore

L’Uruguay batte il Ghana 2-0, ma non basta

La sconfitta del Portogallo contro la Corea permette agli asiatici di superare la Celeste a livello di gol segnati
Hockey
5 ore

Fatton senza ghiaccio per sei, otto settimane

Prestato allo Zugo a metà novembre, il ventunenne portiere del Lugano ha rimediato lo strappo dei legamenti di una caviglia
TIRI LIBERI
04.10.2022 - 10:40
Aggiornamento: 17:16

Lugano in costruzione, Sam già rodata

Cosa ha lasciato il primo turno di campionato al di là della sconfitta del favorito Friborgo. Tigers al lavoro, la Spinelli attende esami più tosti

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
lugano-in-costruzione-sam-gia-rodata

Prima giornata e prima classifica con lo stupidissimo punto assegnato a chi perde. Eppure la scorsa stagione ci avevano garantito che non sarebbe più successo. Avanti, anzi, indietro anche così.

Il campo ha espresso sorprese, ma fino a un certo punto: l’Olympic che perde ai supplementari ci sta, perché senza due stranieri e senza Kazadi mancava di metà squadra: vedremo se il vallesano Jaize Lottie, con i suoi 39 punti, è una meteora o un nuovo crack. Il 57-102 fra Swiss Central e Vevey è frutto dell’avere in campo un solo straniero, Lamarr, visto che il secondo era fuori. I 3 punti realizzati nell’ultimo quarto sono un grido d’allarme che porta a pensare che quello dei lucernesi sarà un campionato di margine, ma con quale obiettivo ci è difficile capirlo. Oppure, tutto cambierà nei prossimi mesi?

Le vittorie di Ginevra contro Neuchâtel e di Boncourt contro gli Starwings sono nelle logiche del campo, ma gli equilibri per ora non sono giudicabili.

Un giudizio, seppur sommario, lo possiamo dare sul derby. Il Lugano è una squadra in costruzione, la Spinelli in evoluzione. Per Valter Montini il lavoro non mancherà perché mettere assieme cinque teste "nuove" con cinque giovani promettenti richiede un lavoro certosino. I Tigers hanno palesato alcuni difetti strutturali e altri di natura tecnica. Per strutturali parliamo delle mancanze di peso e di fisicità, fattori che hanno una certa importanza quando gli avversari ti mettono le mani addosso. Ne hanno risentito tutti, soprattutto uno spaesato Lawrence e "grissino" Hamilton al cospetto di Gallaway. Poi, Ross è stato di una testardaggine assoluta, forzando e sbagliando a iosa (0/9 da 2). Sul piano squadra, si è visto come non ci siano sincronismi nelle rotazioni e non ci siano aiuti validi sotto le plance: troppo immobili a guardare le penetrazioni altrui, ma neanche sul perimetro si è stati reattivi, lasciando che tutti, ma proprio tutti, ci prendessero da tre con assoluta tranquillità. Un lavoro che richiederà settimane, ma questo Lugano è molto meglio di quello della scorsa stagione.

In casa Spinelli, a parte lo sfizio della rinuncia a James, si è vista una squadra solida e Gubitosa ha cambiato tanto nei quintetti, vista la lunga panchina. Chiaramente, in questo inizio e in partite come queste, è giusto che i vari Caprotti, P. Kovac e Koludrovic abbiano spazi e possano stare in campo a lungo, viatico per crescere. Bene, fra i nuovi, Zoccoletti in difesa e al tiro. Una Sam che è oramai rodata, gioca a memoria e ha un terminale in mezzo all’area di affidamento, anche se sarà interessante capire con quale efficacia contro avversarie più toste. Ma ce ne saranno poi tante?

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved