NUOTO
16.08.2022 - 18:17
Aggiornamento: 18:48

Niente podio per Noè: il ticinese è quinto nei 200 delfino

In apertura al Foro Italico il ticinese chiude alle spalle di Milak, Marton, Razzetti e Carini. ‘Ho fatto la mia gara, ma stavolta ho visto la Madonna’

niente-podio-per-noe-il-ticinese-e-quinto-nei-200-delfino

Dopo la gloria di domenica, nei 100 delfino, stavolta Noè Ponti manca l’aggancio con il podio sulla distanza doppia agli Europei di Roma. In apertura di pomeriggio al Foro Italico, il ticinese scatta in terza corsia con il terzo tempo qualificativo (1’55’’28) e sin dalle prime bracciate reagisce bene, ma davanti a lui dopo la prima vasca ci sono l’inarrivabile Milak e gli italiani Carini e Razzetti. Il gambarognese prova a rientrare nella seconda metà della gara, ma il suo tentativo non va a buon fine: alla fine chiude al quinto posto, con il tempo di 1’55’’26, battuto dal citato Milak (1’52’’01) e dal suo connazionale Marton (1’54’’78) e dai citati Razzetti (1’55’’01) e Carini (1’55’’17). «Ho dato tutto – sono le prime parole a caldo di Noè, ai microfoni di Rsi –. Penso di aver fatto la mia gara, negli ultimi metri però mi sono piantato... Finiva cinque metri prima, credo che sarei potuto salire sul podio: siamo arrivati tutti insieme, bastava che toccassi prima... Però alla fine ho visto proprio la Madonna, stavolta. Partenza lenta? Il primo passaggio era proprio ciò che dovevo fare, sapevo che altri sarebbero partiti a tutta per cercare di fare il colpaccio: almeno – scherza – non sono arrivato quarto...».

Quanto a Maria Ugolkova, la ticinese d’adozione ha chiuso al sesto posto la sua fatica nella 200 mista, dove la trentatrenne medaglia di bronzo agli Europei del 2018 ha fermato i cronometri sul 2’12’’56, a più di un secondo da un posto sul podio, dove sono finite l’israeliana Gorbenko (2’10’’92), l’olandese Steenbergen (2’11’’14) e l’italiana Franceschi (2’11’’’38).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved