unihockey
21.03.2022 - 13:34
Aggiornamento: 17:32

Ticino Unihockey sconfitto due volte dal Turgovia ed eliminato

Dopo la netta sconfitta per 15-3 a Weinfelden, all’Arti e Mestieri gli ospiti passano solo al supplementare, per 7-6. Ma la stagione resta da incorniciare

ticino-unihockey-sconfitto-due-volte-dal-turgovia-ed-eliminato

L’ottima stagione del Ticino Unihockey si è chiusa con gara 4 delle semifinali, vinte dal Turgovia per 3-1. Dopo la sconfitta netta in terra turgoviese di sabato per 15-3 (5-1, 8-1 e 3-1 i parziali con reti rossoblù di Andreetta, Mauro Ochsner e Valenti), domenica Monighetti e compagni hanno dato tutto per rimandare la decisione alla bella, arrendendosi soltanto al supplementare per 7-6.

Addirittura dopo soli tre minuti il Ticino conduce per 3-0 grazie a Mariotti, Andreetta e nuovamente Mariotti. Il Turgovia reagisce e inizia a premere per rimettere in sesto il risultato; esercitando forte pressione sul sistema difensivo ticinese, che però si dimostra attento e solido, mantenendo un punto di vantaggio alla prima pausa.

Secondo periodo di acchiappa e rincorri per il Turgovia: al 3-3 fa seguito un nuovo vantaggio del Tiuh firmato da Monighetti, poi si va avanti così fino al 6-5 della seconda sirena, con ancora Monighetti e Gadoni a segno per i rossoblù.

Anche il terzo tempo si svolge sui binari dell’equilibrio, con gli ospiti che trovano l’ennesimo pareggio a 9’ dal termine. A dodici secondi dalla sirena finale, e dal supplementare, per un fallo di gioco il Ticino Unihockey si ritrova in inferiorità numerica, ma questa volta, a differenza delle precedenti tre, il boxplay non regge all’assalto dei turgoviesi, che al 62’ trovano la rete che chiude partita e playoff.

Si conclude così, con una gagliarda e convincente prova al cospetto dei grandi favoriti per la promozione in Lna, la stagione agonistica del Ticino Unihockey, andata ben al di là delle aspettative di salvezza annunciate in conferenza stampa nel mese di settembre. Ancora una volta è stato decisivo l’apporto dei numerosi giovani capaci di compiere il salto dal settore giovanile alla Lnb.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved