il-derby-non-dura-nemmeno-quindici-minuti
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
7 ore

‘Contro il Lugano II voglio vedere l’atteggiamento giusto’

Debutta domani a Giubiasco il Bellinzona di David Sesa, già rimasto colpito da Pablo Bentancur e ‘dal suo amore ed entusiasmo per il club’
Nuoto
8 ore

Rientro da Budapest con (spiacevole) sorpresa per Noè Ponti

Reduce dai Mondiali in Ungheria, il gambarognese, via social, ha comunicato la sua positività al coronavirus
Tennis
9 ore

Golubic non stecca l’entrata. Laaksonen e Bencic invece sì

La zurighese supera il primo turno di Wimbledon battendo in due set (chiusi con il punteggio di 6-4 6-3) la tedesca Perkovic
Tennis
10 ore

Wimbledon finisce ancora prima di iniziare per Berrettini

Finalista lo scorso anno, l’italiano deve alzare bandiera bianca a poco dal suo esordio. Fermato dalla positività al coronavirus
Atletica
10 ore

Doping, quattro anni di stop per Alex Wilson

Lunga squalifica per lo sprinter elvetico, positivo al trenbolone. A 31 anni, la sua carriera rischia di chiudersi qui
Storie mondiali
18 ore

Buff Donelli, una star del football prestata al soccer

La seconda edizione della Coppa del Mondo di calcio, nel 1934, fu voluta e accomodata da Mussolini in persona
nuoto sincronizzato
1 gior

Il nuoto sincronizzato in Svizzera fa i conti con gli abusi

Bufera sul dipartimento gestito da Swiss Aquatics, respingono le accuse ma si dimettono i co-direttori sportivi Markus Thöni e Patricia Fahrni
Tennis
1 gior

Wawrinka cede alla distanza a Jannik Sinner

Il vodese deve salutare Wimbledon al primo turno, sconfitto dal talentuoso italiano 7-5 4-6 6-3 6-2
ciclismo
1 gior

Tour de France, non ci saranno Alaphilippe e Cavendish

I due non sono stati convocati dalla Quick-Step
BASKET
13.02.2022 - 14:51
Aggiornamento: 15:54

Il derby non dura nemmeno quindici minuti

Sam Massagno troppo forte nonostante un buon inizio da parte del Lugano. La pratica evasa già in entrata di seconda frazione con un 17-2 per la Spinelli

Il derby di serie A è scivolato via dopo nemmeno 15 minuti, incanalandosi verso una facile vittoria massagnese. Eppure, occorre sottolinearlo, per 15 minuti i Tigers sono stati meglio di Taylor e compagni, al netto dei due potenziali in campo. Infatti, Massagno ha iniziato in maniera assi svagata, mentre Bracelli e compagni hanno mantenuto una costante concentrazione, malgrado l’evanescenza di Robertson sotto le plance: dall’8-7 al 4’, sulla tripla di Bracelli, il Lugano si è costruito un 10-0 che ha costretto Gubitosa al timeout. Il finale di quarto è stato comunque equilibrato con i bianconeri a chiuderlo avanti di 1, 19-20. A inizio secondo quarto c’è stato l’ingenuo terzo fallo di Robertson, il che ha costretto Nikolic a metterlo in panca. Ma i Tigers han tenuto sino al 31 pari al 5’. Il rientro di Robertson non ha però permesso continuità: i cambi operati da Nikolic sono stati dannosi al punto che Massagno ha infilato prima un 10-0 e poi un 7-2 che, in pratica, hanno segnato il derby, chiudendo metà gara sul 48-33 con una tripla di Dusan Mladjan allo scadere.

Nel terzo quarto la Spinelli ha allungato con Dusan Mladjan che ha infilato 14 punti, praticamente in faccia a Stevanovic, per il +20, 68-48 al 7’, per poi chiudere la terza fazione sul 75-58. Ultimo quarto senza sussulti perché il 10-1 in entrata di quarto ha messo il risultato sul +26, 85-59 al 4’, prima di chiudere a +25 alla sirena finale, 100-75.

La Spinelli, senza Kovac e Hüttenmoser, ha imposto la sua migliore forza tecnica e fisica, sfruttando al meglio tutte le opportunità, con Dusan dalla linea dei tre punti, James sotto le plance (9/12) e Nikolic 8/12. In difesa i bianconeri hanno patito molto: come detto Stevanovic è stato annichilito da Mladjan, ha gestito male un mare di palloni, ne ha persi 5, pur prendendo 9 rimbalzi è stato negativo. Lo stesso vale per i vari Togninalli e Mina, poco reattivi e subito tolti dalla contesa. I tre stranieri si sono battuti come sempre, anche se Robertson si è fatto del male da solo con due inutili falli in attacco che han pesato: 14 punti alla fine, quando non contavano nulla, ma si salva con i 14 rimbalzi presi. Bene Humphrey, il migliore del Lugano per lotta, 9 rimbalzi e 20 punti, mentre Criswell, 24 punti ma 4 palle perse, è andato sparendo. Insomma, troppo poco per poter impensierire una Sam che ha avuto un maggior peso in ogni angolo del campo, soprattutto quando ha deciso di cambiare marcia.

Spinelli Massagno - Lugano Tigers (48-33) 100-75

Spinelli: Taylor 16, Williams 0, Martino 7, D. Mladjan 28, Nikolic 19, Veri 0, Tanakovic, M. Mladjan 9, James 21, Manzan e Terrir.

Lugano: Criswell 24, Bernardinello 3, Humphrey 20, Bracelli 5, Maffei, Robertson 14, Dell’Acqua 1, Stevanovic 8, Mina, Matasic, Togninalli.

Coppa Svizzera, finale Olympic - Nyon

In Coppa Svizzera Olympic e Nyon si sono qualificati per la finale. I primi vincendo a Neuchâtel, i secondi, che hanno recuperato Sow, espugnando Martigny. Finale tutta in discesa per i burgundi, come ampiamente pronosticato.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
basket derby lugano tigers spinelli massagno
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved