NY Islanders
2
CHI Blackhawks
2
overtime
(0-1 : 1-0 : 1-1 : 0-0)
WIN Jets
5
TOR Leafs
3
2. tempo
(1-1 : 4-2)
EDM Oilers
1
LA Kings
2
2. tempo
(0-1 : 1-1)
VEGAS Knights
CAL Flames
04:00
 
NY Islanders
2
CHI Blackhawks
2
overtime
(0-1 : 1-0 : 1-1 : 0-0)
WIN Jets
5
TOR Leafs
3
2. tempo
(1-1 : 4-2)
EDM Oilers
1
LA Kings
2
2. tempo
(0-1 : 1-1)
VEGAS Knights
CAL Flames
04:00
 
per-la-sam-un-ultimo-quarto-quasi-perfetto-tigers-mansueti
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
5 ore

‘Contro il Davos ci è mancato un po’ di tutto’

Kneubuehler torna sulla sconfitta dell’Ambrì in casa dei grigionesi. ‘Stanchi dal giorno prima? No, è più mentalmente che non eravamo pronti”
Calcio
5 ore

Il Bellinzona torna da Bienne con un pareggio

Terzo pari, in rimonta, per i Granata di Aeby. ‘All’intervallo ero arrabbiato, poi i ragazzi si sono assunti maggoiri responsabilità’
Tennis
6 ore

Due a zero alla Croazia, la Davis torna in Russia

Per la terza volta dopo 2002 e 2006 i russi mettono le mani sull’Insalatiera. Il punto decisiva lo conquista Daniil Medvedev
SCI ALPINO
6 ore

Il forte vento causa l’annullamento della libera di Beaver Creek

Gli organizzatori hanno provato sia ad abbassare il punto di partenza, sia a posticipare per tre volte il via, ma senza risultati
Formula 1
6 ore

È una domenica bestiale: il Mondiale torna in parità

Lewis Hamilton vince il penultimo Gran Premio della stagione sull’asfalto di Gedda e pareggia i conti con Verstappen. Si deciderà tutto all’ultima corsa
BASKET
7 ore

La Sam Massagno si offre la testa della classifica

La Spinelli batte l’Olympic, mentre il Lugano cede al Monthey e scivola in ultima posizione
Calcio
8 ore

Croci-Torti: ‘I giocatori mi seguono in maniera spettacolare’

Il tecnico del Lugano soddisfatto dopo il 2-0 al Sion, settimo risultato utile consecutivo a Cornaredo. ‘In casa vogliamo solo vincere’
Sci
8 ore

Sofia Goggia è addirittura da tris. Ma stavolta Lara c’è

L’italiana vince anche il superG di Lake Louise, dopo i trionfi nelle due libere, al termine di un testa a testa con la ticinese, battuta per 11 centesimi
CALCIO
8 ore

Il Chiasso chiude il 2021 con una sconfitta

Troppe le occasioni sbagliate dai rossoblù contro lo Young Boys II. Vitali: ‘Soltanto la capolista è al di sopra delle altre’
Calcio
9 ore

Lugano invincibile a Cornaredo, superato anche il Sion

I bianconeri s’impongono 2-0 contro i vallesani grazie alle reti di Bottani e Facchinetti centrando il settimo risultato utile in casa con Croci-Torti.
Basket
17.10.2021 - 18:490
Aggiornamento : 19:12

Per la Sam un ultimo quarto quasi perfetto, Tigers mansueti

La Spinelli Massagno sbanca Ginevra mentre il Lugano è stato annientato da un Nyon per nulla eccelso

La vittoria di Massagno contro i Lions era una sfida da quartieri alti. I ragazzi di Gubitosa, senza Dusan Mladjan infortunato, hanno giocato un ultimo quarto perfetto, 9-25 il parziale, con ben 18 punti dell’ex Roberto Kovac, dopo che lo stesso era rimasto all’asciutto nei primi tre quarti di gara con 0/5 (5/7 negli ultimi 10 minuti). E se Kovac è stato il cecchino di un quarto, Isahia Williams è stato il trascinatore assoluto del match, 19 punti, 8 rimbalzi e tanta difesa: la sua palla recuperata nel finale di gara è stata la ciliegina su una torta. Ma bisogna dire che la Spinelli ha vinto di squadra. Ognuno ha fatto la sua parte: Taylor 16 punti, Nikolic 10, Marino 3, James 5 e non ancora al top della condizione, mentre Marko Mladjan ha avuto una giornata no al tiro, 2/8, ma ha preso 6 rimbalzi.

La partita è stata molto in equilibrio, con i parziali di 36-33, 14-14 e 19-19 a testimoniarlo. Ginevra ha trovato un +11, 34-23 al 16’, ricucito prontamente prima di metà gara. Difesa pesante, tollerata troppo, e qualche palla persa, 9 al 20’, hanno permesso ai ginevrini di condurre anche nei due quarti centrali. Quando a Ginevra, a inizio ultimo quarto, han cominciato a fischiare il gioco sporco, 4 in meno di 2’, per la Spinelli si è aperto il varco: 7 punti di Kovac e 5 di Williams han portato al sorpasso: 59-61 al 4’. Ultimo strappo ginevrino, 64-61 al 6’ e poi solo Sam: Kovac ha martellato da 3, Williams onnipresente ma bene anche gli altri, con Martino ottimo in regia e Mladjan fuori per falli, non hanno lasciato più nulla ai Lions che si sono persi in un mare di tiri a vuoto: l’1/17 da 3 è eloquente delle fatiche per trovare un tiro, dove l’assenza di Portannese è certamente pesata, mentre sul fronte opposto il 14/29 dai 3 punti testimonia della serata positiva. «Una vittoria di squadra – ha commentato Gubitosa –, voluta con la testa e con il cuore: non siamo girati al meglio in attacco nei primi due quarti, ma poi abbiamo imposto il nostro gioco e abbiamo vinto bene».

I Tigers hanno conosciuto un’altra pesante sconfitta contro il Nyon che ha giocato gli ultimi 13 minuti con uno o due stranieri in campo, dopo il 35-69 al 27’: un -34 che la dice lunga sulla prova dei bianconeri. Se c’è una cosa che fa rabbia è stata la mancanza di aggressività in difesa a cominciare dai tre stranieri che in 23 minuti avevano un fallo a carico a testa, segno evidente del poco impatto difensivo. E qui non è questione di precisione ma solo di atteggiamento e mentalità. Se sei debole devi lottare come e più degli altri e vendere caro ogni centimetro di campo. Invece si è visto un Lugano molle, incapace di coprire gli spazi e ne hanno approfittato gli ospiti: il Lugano ha tirato con il 38%, 23 su 60, il Nyon con il 56%, 33-59. La differenza sta nel fatto che i Tigers hanno tirato con pressione difensiva, l’avversaria con l’uomo spesso a tre metri. Chiara quindi la differenza che è cresciuta gradatamente: 14-24 al 10’, 40-71 al 30’. Se Humphrey fa 9/17, Robertson 5/7 e Criswell 4/10 non si va lontano: sono percentuali scarse per giocatori stranieri. Se poi ci mettiamo la confusione in regia con 0/6 di Stevanovic e le 17 palle perse contro le 7 ospiti, il quadro si completa. Bisogna dire che Dell’Acqua e Bernardinello hanno giocato al meglio, con grande grinta e qualche punto. Ma la sostanza è questa: 13 punti dalla panchina bianconera, 44 da quella vodese. «Sarà una stagione di sofferenze – il commento di Cedraschi a fine gara – ma non abbiamo altri mezzi per avere alternative. Speriamo di crescere, siamo solo alla seconda di campionato».

SPORT: Risultati e classifiche

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved