KYRGIOS N. (AUS)
0
TSITSIPAS S. (GRE)
1
2 set
(6-7 : 4-4)
SONEGO L. (ITA)
0
NADAL R. (ESP)
1
2 set
(1-6 : 0-1)
FLIPKENS K./TORMO S.
0
BENCIC B./SANDERS S.
1
2 set
(3-6 : 4-2)
gara-1-della-semifinale-premia-l-olympic-friborgo
Il coach massagnese Robbi Gubitosa (Keystone)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
7 ore

L’Asf solleva Vogel dalla panchina della U17

Alla base della decisione una differente visione sull’implementazione della nuova filosofia di gioco
Atletica
7 ore

Caroline Agnou non ce la fa: niente Eugene per lei

Reduce da un infortunio ai Campionati svizzeri, l’eptatleta elvetica deve gettare la spugna per i Mondiali statunitensi
basket
22 ore

Rinnovo faraonico per Nikola Jokic

Per il 27enne serbo, pivot dei Denver Nuggets pronto un contratto da 264 milioni su cinque anni
hockey
23 ore

Hockey, Mondiali U18 a Basilea e Porrentruy l’anno prossimo

L’anno seguente la competizione femminile si terrà invece in Ticino
tennis
23 ore

Djokovic avanza facilmente a Wimbledon

Il serbo atteso ora all’esame Van Rijthoven, avanti anche Alcaraz, Norrie e Sinner. Tra le donne bene Jabeur, male Sakkari. Bencic avanti in doppio
Calcio
1 gior

Mohamed Salah rimane al Liverpool

L’attaccante egiziano ha firmato con i Reds un prolungamento di contratto valido fino al 2025
CICLISMO
1 gior

Prologo bagnato, Yves Lampaert crea la sorpresa

Il belga della Quick-Step prima maglia gialla del Tour de France. A Copenaghen ha preceduto Van Aert e Pogacar. Male gli svizzeri Küng e Bissegger
L’ANGOLO DELLE BOCCE
1 gior

Bucchieri campione svizzero di categoria B

Il portacolori del Boccia club Uster ha vinto a Rancate, superando in modo chiaro Claudio Vanossi dell’Ideal. Fuori in semifinale Sandra Bettinelli
FORMULA 1
1 gior

Hamilton in grande spolvero nelle libere di Silverstone

Si arriva al weekend di gara con i soliti gossip di circostanza e, soprattutto, con il brutto affare delle dichiarazioni di Nelson Piquet
BASKET
19.05.2021 - 22:43
Aggiornamento: 23:17
di Dario 'Mec' Bernasconi

Gara 1 della semifinale premia l'Olympic Friborgo

La Sam Massagno inizia con una sconfitta, figlia di un epilogo da dimenticare. Gubitosa: 'Abbiamo pagato la loro fisicità difensiva'

Gara 1 di semifinale premia oltre misura l’Olympic: il 67 a 57 finale è figlio di ciò che capita negli ultimi tre minuti, in cui la Sam Massagno ha letteralmente regalato la gara ai burgundi: è vero che l’uscita per infortunio di Marko Mladjan a cinque minuti dalla fine – si era sul 54 a 55 – ha avuto il suo peso, però le due palle perse in attacco da Padgett e una di Molteni hanno permesso ai padroni di casa di guadagnarsi quei sei punti di margine che sono poi saliti a 10 alla fine con un banale antisportivo di Nottage. Alcuni dati significativi: l’Olympic ha schierato 9 giocatori, la Sam solo 7. E se di questi 7, Chukwu ha messo 1 punto in 10’, Molteni 0 in 21’ e Williams 4 in 38’, si può capire che le fatiche a vincere possono dipendere anche da questi numeri.
La difesa a zona della Sam ha tenuto fin quando Gravet non ha cominciato a infilare le triple, ben 3 nell’ultima frazione di gioco, complice una difesa poco attenta sul perimetro, soprattutto lenta. Nel gioco le cose sono un po’ migliorate, la Sam ha chiuso col 30% contro il 36% dell’avversaria, ma alla fine l’Olympic ha preso ben 20 rimbalzi d’attacco: 7 i punti realizzati su secondo tiro e ben 16 punti sulle 18 palle perse dai ticinesi, mentre Cotture e compagni ne han perse solo 8. In gare come queste ogni pallone pesa e se l’avversario beneficia di tanta generosità come non approfittarne?

Primi due quarti quasi in fotocopia, con le due squadre decisamente molto tese: ne escono errori a ripetizione al tiro (30% per i burgundi, 31% per gli ospiti), palle perse, 8 per la Spinelli e 3 per l’Olympic, e una certa libertà ai rimbalzi offensivi per i burgundi che ne acchiappano10 contro i 6 della Spinelli. Bilancio comunque vicino, con 22 rimbalzi complessivi a 21 ma la differenza la fanno le palle perse. Infatti l’Olympic chiude il primo quarto avanti di 3, 15 a 12, capace però a cavallo dei due quarti di infilare un 6 a 0 per il +7, 19 a 12 al 2’. Il vantaggio sale a +8, 22 a 14, poi la Sam recupera subito con uno 0 a 5: 22 a 19. Con la tripla di Gravet a 8” dalla sirena si torna a +6, ma uno stupido fallo a metà campo di Barnett, mette Dusan Mladjan in lunetta che infila i 3 liberi: 25 a 22 a metà gara.

Nel terzo quarto la Sam torna sotto di 6 in entrata, 36 a 30: la reazione massagnese c’è e, migliorando in difesa, mette il 6 a 0 del pareggio al 6’. Torna avanti di 4 con una tripla di Marko Mladjan e chiude il quarto a +2, 41 a 43. Ultimo quarto con scarti minimi: Gravet tiene in piedi la baracca friborghese con le triple, la Sam risponde a ogni canestro fino al 55 a 54 al 5’. Poi avviene quanto descritto sopra e tutto si chiude fra non pochi rammarichi.
 
«Abbiamo tenuto a 67 punti una squadra che ha una media di 90, ci dice Gubitosa, ma abbiamo pagato la loro fisicità difensiva. Loro hanno trovato tre triple con Gravet su nostri errori difensivi e quei punti ci hanno castigato. Troppe palle perse? Certamente ma non poche con le mani addosso e anche questo conta. Comunque nulla è perduto, venerdì cercheremo di arrivare a gara 3».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
olympic friborgo sam massagno
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved