SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
il dopopartita
2 ore

Ambrì punito ‘oltre misura’ dal Ginevra

I Leventinesi tengono testa alle Aquile con una prova generosa e un po’ sfortunata, ma pagano la tripletta di Teemu Hartikainen nel periodo centrale
IL DOPOPARTITA
3 ore

Riecco i tre punti, nonostante Asselin. ‘Prova di carattere’

I bianconeri chiudono le quattro trasferte di fila espugnando la Raiffeisen Arena di Porrentruy. Samuel Guerra: ‘In queste settimane abbiamo imparato’
QATAR 2022
3 ore

Alla fine la spunta l’Argentina, Olanda beffata dopo la rimonta

In avanti con Molina e Messi, l’Albiceleste si fa riprendere nel finale dalla doppietta di Weghorst. Dagli undici metri i ‘gauchos’ sono più precisi
hockey
4 ore

Ambrì generoso ma sconfitto dal Ginevra

In casa della capolista i biancoblù sono stati sconfitti 5-2.
Hockey
4 ore

Il Lugano espugna Porrentruy e torna a sorridere

I ragazzi di Luca Gianinazzi tornano al successo nell’ultima traferta della serie, piegando i giurassiani con il punteggio di 5-2
QATAR 2022
8 ore

I rigori premiano la Croazia, il Brasile fa le valigie

In vantaggio al 105’ con Neymar, i sudamericani si fanno rimontare a pochi minuti dal traguardo e dal dischetto pagano gli errori di Rodrygo e Marquinhos
Tennis
8 ore

Wawrinka sconfitto da Medvedev

L’avventura dello svizzero nel torneo d’esibizione in Arabia Saudita si conclude in semifinale, con il doppio 6-4 in favore del russo
Basket
10 ore

Lugano-Olympic, all’Elvetico arriva un po’ d’Europa

Mentre la Sam stasera va in campo per ricevere lo Swiss Central, i Tigers si preparano a sfidare l’eterno nemico, il club meglio gestito di tutto il Paese
BASKET
10.03.2021 - 22:39

Per le Tigri Basilea è il capolinea di Coppa

Lugano eliminato: in semifinale vanno gli Starwings, al termine di una gara persa per un punto in cui, però, i ticinesi avrebbero potuto far molto di più

per-le-tigri-basilea-e-il-capolinea-di-coppa
Ti-Press/Bianchi

Anche il Lugano esce dalla Coppa, seppur per un punticino, gridando un mea culpa abbastanza chiaro. Perché i bianconeri non hanno perso la sfida negli ultimi 4 minuti di gioco, di cui parleremo, ma molto prima. Dopo un primo quarto da pianto per entrambe, primo canestro dopo 93”, 8 pari al 6’ e 15-18 alla pausa, nel secondo gli Starwings hanno approfittato della scarsa lucidità realizzativa dei Tigers (7/18 da 2 e 1/8 da 3) per andare avanti nel finale del quarto: dal 33-29 al 6’ al 42-33 alla pausa. Nel terzo quarto, alternando zona e uomo, il Lugano recupera da -11 fino a -5 (50-45 al 4’). Dal 59-55, in 106 secondi becca poi un incredibile 8-0, che dà il +12 ai basilesi: 67-55. Quindi +14 in entrata di ultimo quarto e poi primo risveglio bianconero con un 6-0. Ma i padroni di casa, sfruttando palle al vento, tornano a +11: 76-55 al 6’33”.

Poi è solo Lugano, con un 9-0 condito però da ben 5 errori dalla lunetta, pur compensati da due rimbalzi offensivi e due canestri, e infine la tripla di Jackson in caduta, da show: 78-74 a 76 secondi dalla fine. Una tripla di Portannese mette il -1 (78-77) al 39’, e su un rimbalzo offensivo, il 15esimo, i renani vanno a 80: 2/2 di Nikolic nei liberi a -25” (80-79), 1/2 per Basilea e 2/2 di Portannese a -12” (82-81). Sulla rimessa gli Starwings perdono palla con Milenkovic e il Lugano ha la palla del sorpasso: ma Jackson scivola, riprende e spara la tripla che va sul ferro: Basilea in semifinale e bianconeri a casa a meditare sull’occasione sprecata.

Diciamo che il peso di certi rendimenti è stato eloquente: pesano i 2 punti di Nikolic in metà gara, che però si riscatta nel secondo tempo, 21 punti, 23 complessivi: senza sugo gli ultimi 25 minuti in bianconero di Louissant, assente in difesa e col pensiero alle sue statistiche, come il 5/6 al tiro. A zero Bracelli con solo 5 minuti di campo, bene Aw per l'atteggiamento difensivo e 12 punti e altalenante Portannese, con 3 perse, 4/10 al tiro ma 8/8 nei liberi e 19 punti. Per Steinmann invece 0/6, anche se ha lavorato molto per la squadra, 6 rimbalzi. Rimane Jackson, pochi i 12 punti ed è mancato troppo alla squadra. I renani han vinto ai rimbalzi, 18 e 15, contro 18 e 11 del Lugano: soprattutto, dalla panchina basilese sono arrivati 21 punti contro gli 11 dei Tigers. Solo nei liberi, 31/37 contro il 9/24, i Tigers si sono superati. Ma non è bastato perché Basilea, pur perdendo 17 palloni, contro i 12 del Lugano, ha tirato meglio e, diciamolo, è stato capace di approfittare dei vuoti mentali dei ragazzi di Cabibbo.

Una sconfitta che fa male perché il potenziale del Lugano è superiore a quello basilese, ma se giochi svagato per metà gara e solo a sprazzi fai vedere chi sei, il rischio di pagare dazio esiste sempre. Come stasera, appunto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved