10.02.2021 - 12:26
Aggiornamento: 13:35

Quarantuno società professionistiche hanno chiesto i sussidi

Per il ‘fondo perso’ si sono fatti avanti 11 club di National, 9 di Swiss League (hockey), 3 di Super e 6 di Challenge (calcio). Ma ci sono anche altri sport

Ats, a cura de laRegione
quarantuno-societa-professionistiche-hanno-chiesto-i-sussidi

Come confermato dall’Ufficio federale dello sport (Baspo) undici delle dodici società di National League e nove delle dodici di Swiss League (hockey su ghiaccio) hanno fatto richiesta di sussidi federali a fondo perso. Nella massima serie solo il Losanna ha rinunciato a un sostegno finanziario. In Swiss League solo i tre club “farm team” facenti riferimento ad altre società di categoria superiore (Ticino Rockets, Evz Academy e Gck Lions) non hanno inoltrato la richiesta. L’ammontare della somma richiesta è di 4,7 milioni di franchi, la quota di ripartizione avverrà sulla base degli introiti legati agli spettatori relativi alla stagione 2018/19, per compensare il mancato incasso a causa del divieto di organizzare grandi eventi e del blocco imposto all’ingresso degli spettatori.

Nel calcio la situazione è diversa: richieste sono state fatte solo da Basilea, Zurigo e Sion. In Challenge League si sono mosse in sei, delle dieci società, per un totale di 13,6 milioni.

Oltre a calcio e hockey il Baspo ha registrato anche le richieste di quattro società della massima serie di pallamano, sei di volley e due di basket. I club che ancora non avessero fatto richiesta di sussidi, lo possono ancora fare. Il prossimo termine per la richiesta è il 31 maggio.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved