laRegione
a-sion-noe-ponti-fa-tremare-il-primato-di-desplanches
Il locarnese (Kestone)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Gallery
Calcio
5 ore

Per il Lugano una bella vittoria fuori dal campo

Il club bianconero ottiene l'approvazione della modifica al regolamento delle licenze in tema di stadio. Campana: '2021 anno decisivo’
Calcio
14 ore

Se si parla di giochi, 'Ibra' non ci mette la faccia

Il calciatore svedese del Milan si scaglia su Twitter contro Fifa e sindacato dei giocatori: 'Chi li ha autorizzati a usare il mio nome e il mio volto?'
Hockey
17 ore

È ad Ambrì il futuro di Inti Pestoni?

Stando al Blick, il ventinovenne attaccante ticinese sarebbe pronto al ritorno in Leventina, dopo cinque stagioni trascorse a Zurigo, Berna e Davos
Hockey
17 ore

Brutta tegola per l'Ambrì: Conz fuori fino a febbraio

Il ventinovenne portiere biancoblù si è lesionato il legamento collaterale interno del ginocchio destro: ne avrà per almeno due mesi
Calcio
18 ore

Champions League, domani i primi verdetti

Barcellona, Juventus, Chelsea e Siviglia sono in ottima posizione per il passaggio agli ottavi di finale con due turni di anticipo
Altri sport
18 ore

Lotta al doping, più protezione per le 'gole profonde'

Il Parlamento dello sport approva il nuovo statuto, in vigore da gennaio, che d'ora in poi punirà coloro cercheranno d'impedire le segnalazioni d'infrazione
Hockey
19 ore

Dopo il caos viario di venerdì, il Lugano riparte dal Ginevra

Una settimana dopo la loro ultima partita, Fazzini e compagni tornano in pista: domani alla Cornèr Arena è di scena il Servette
Calcio
1 gior

Una proroga per Cornaredo, ma a determinate condizioni

Swiss Football League ha approvato una modifica regolamentare essenziale per l'FC Lugano: il direttore Campana: ‘Abbiamo importanti scadenze da rispettare’
Il ricordo
1 gior

Pauli Gut: 'Doris ci batteva tutti, sarebbe andata lontano’

Il papà di Lara è stato uno dei testimoni (da compagno di sci club e non solo) del ‘volo’ di Doris De Agostini da Airolo alla Coppa del Mondo
Sci freestyle
1 gior

Buon inizio di stagione per Marco Tadé, terzo in Svezia

Impegnato con la selezione elvetica di moguls in due eventi Fis a Idre Fjäll, il 24enne di Gordola ha dimostrato di essere pronto per la Coppa del mondo
Nuoto
15.11.2020 - 18:450
Aggiornamento : 19:00

A Sion, Noé Ponti fa tremare il primato di Désplanches

Ai Campionati svizzeri, il ticinese chiude a soli 12 centesimi dal record nazionale la gara dei 200 delfino

 Una quasi una ritrovata normalità quella presentatasi ai partecipanti dei Campionati svizzeri in vasca corta di Sion. E ciò nonostante le barriere protettive che delimitavano in settori rettangolari lo spazio adibito alle squadre, l’assenza di pubblico, i pochi nuotatori ammessi all’interno della piscina e l’impossibilità da parte degli atleti di seguire con cori e canti le gesta dei propri compagni a bordo vasca. Rigide misure di sicurezza necessarie per permettere lo svolgimento della manifestazione, rispettate – come messo in evidenza da Swiss Aquatics – in maniera ragguardevole da atleti, allenatori e volontari presenti all’evento. Un plauso va dunque a un'organizzazione del resto impeccabile nel presentare il suo concetto di protezione senza cui, altrimenti, il nuoto svizzero avrebbe dovuto rinunciare all’appuntamento clou della stagione invernale. Chiaro, qualche inconveniente c’è stato, dovuto forse alla sin troppa fiscalità espressa da qualche giudice. Ma d’altronde, in un momento come questo, staff e atleti sono riusciti a chiudere più di un occhio a riguardo e indossare una mascherina pure quando, ancora bagnati, si è in manco d’ossigeno per lo sforzo profuso in acqua.

Tornando al dato sportivo, la manifestazione – nonostante le assenze del tifo e di molti atleti della nazionale rossocrociata (Ugolkova, Touretski e Désplanches su tutti) – è stata molto vivace, almeno sportivamente parlando. Una volta scesi in vasca, gli sfidanti non hanno certamente pensato molto alle regole del distanziamento sociale, ingaggiando diversi duelli spalla contro spalla lungo le corsie. Tra questi, di grande effetto è stato quello tra Nils Liess e Antonio Djakovic, che ha visto il ginevrino imporsi nei 100, 200 e 400 sl con due nuovi primati del campionato (1'45"37 e 3'43"77), con lo zurighese classe 2002 che è apparso poco brillante e lontano dai suoi migliori tempi. Come ogni anno, le gare di Noé Ponti sono seguite con grande attenzione; alla Piscine Couverte de l’Ancien Stand una particolare suspense si è creata attorno ai suoi 200 delfino quando, per la quasi totalità della gara, è stato al ritmo del primato svizzero di Désplanches, per poi concludere a soli 12 centesimi dal record, ma limando il miglior tempo del campionato in 1'54"05 (miglior prestazione maschile del campionato), come fatto anche nei 100, vinti in 50"98 – a 17 centesimi dal suo primato nazionale fatto segnare lo scorso anno a Glasgow – e nei 200 misti, in 1'55"83. Ha dimostrato un grande stato di forma anche l’ondina della Limmat Sharks Zurigo Lisa Mamié, incontrastata anche quest’anno nella rana: suoi i 50, 100 e 200 rana con i tempi di 30"78, 1'06"14 e 2'21"29, quest’ultimo che è attualmente il quarto miglior crono europeo della stagione e la miglior prova femminile a punti del campionato. Ottime nuove dunque dagli atleti di punta della selezione rossocrociata, che hanno dimostrato di essere sulla strada giusta verso i prossimi, si spera, giochi olimpici di Tokyo.  

Sarà un campionato da ricordare per Benjamin Pfeiffer (2003, A-Club Savosa), il quale anche a Sion ha dimostrato il suo ottimo progresso nelle prove del dorso: fresco di primato ticinese nei 50 dorso (26"73 nuotato a Tenero in vasca lunga), ha ottenuto la sua prima medaglia in un Campionato svizzero a assoluto classificandosi terzo nella prova veloce del dorso in 25"02, un bottino arricchito da due ottimi quarti posti nei 100 e 200 della stessa disciplina.

SPORT: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved