a-jerez-l-hti-e-pronto-a-dare-gas-devo-trovare-subito-il-ritmo
MOTOCICLISMO
17.07.2020 - 16:16
Aggiornamento: 16:35

A Jerez Lühti è pronto a dare gas. 'Devo trovare subito il ritmo'

Domenica in Spagna parte la stagione della MotoGp, mentre in Moto2 per il bernese è già un esame di riparazione. 'Non ci aspettavamo il 10° posto in Qatar'

A Jerez è arrivato infine il momento di dare gas, in casa di quel Marc Marquez che nella classe regina del Motomondiale si annuncia come una volta come l'uomo da battere, siccome il ventisettenne fenomeno iberico targato Honda, nonché campione in carica, da quand'è arrivato in MotoGp (era il 2013) è riuscito a mettere le mani sul titolo per ben sei volte su sette.

La Spagna, sede del primo Gran Premio della stagione, segna invece il ritorno in pista delle Moto2, che contrariamente alle MotoGp avevano potuto già girare in Qatar a inizio anno, prima che le corse venissero congelate dall'esplosione della pandemia. Per Tom Lüthi, capofila di una delegazione rossocrociata completata dallo zurighese Jesko Raffin (anche lui in Moto2) e dal 'rookie' friborghese Jason Dupasquier (Moto3), l'appuntamento a Jerez de la Frontera suona già come un esame di riparazione, siccome il bernese e la sua Kalex a Losail avevano chiuso con un anonimo decimo posto, piazzamento che stride con le grosse ambizioni manifestate da Lüthi in avvio di stagione. «Sono felice di poter ricominciare da questo circuito, su cui ero andato forte nei test invernali» spiega il 33enne dell'Emmental. Ben conscio, tuttavia, che l'asfalto del mese di luglio - per domenica si annunciano temperature che avvicineranno i 38 gradi - è tutt'altra cosa rispetto a quello d'inizio stagione. «Ciò che più importa è riuscire a trovare subito il buon ritmo in gara, perché è chiaro, pur se ormai l'ho digerito il decimo posto in Qatar non era evidentemente il piazzamento che ci aspettavamo».

Gp Spagna, i migliori tempi delle libere del venerdì

Moto Gp: 1. Marc Marquez (Sp), Honda, 1'37''350. 2. Maverick Vinales (Sp), Yamaha, a 0''024. 3. Cal Crutchlow (Gb), Honda, a 0''088. 4. Andrea Dovizioso (I), Ducati, a 0''121. 5. Joan Mir (Sp), Suzuki, a 0''131. 6. Jack Miller (Aus), Ducati, a 0''137. Poi: 13. Valentino Rossi (I), Yamaha, a 0''768. 15. Fabio Quartararo (F), Yamaha, a 0''802.

Moto2: 1. Luca Marini (I), Kalex, 1'41''410. 2. Jorge Navarro (Sp), Speed Up, a 0''048. 3. Marco Bezzecchi (I), Kalex, a 0''315. Poi: 11. Thomas Lüthi (S), Kalex, a 0''486. 29. Jesko Raffin (S), Nts, a 2''444.

Moto3: 1. Gabriel Rodrigo (Arg), Honda, 1'45''663. 2. Raul Fernandez (Sp), KTM, a 0''430. 3. John McPhee (Gb), Honda, a 0''439. Poi: 31. Jason Dupasquier (S), Ktm, a 2''982.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved