FOOTBALL
26.04.2020 - 14:58

Tom Brady espulso dal parco. E il sindaco si scusa

Il nuovo quarterback di Tampa rispedito a casa dopo essere stato sorpreso ad allenarsi in un parco. I divieti, però, valgono anche per le superstar

tom-brady-espulso-dal-parco-e-il-sindaco-si-scusa
Keystone

Tom Brady, il nuovo quarterback dei Tampa Bay Buccaneers, è stato rispedito a casa dopo essere stato sorpreso mentre si allenava segretamente in un parco cittadino, contravvenendo alle norme in vigore nella città della Florida a causa della pandemia di coronavirus. Un episodio che la municipalità aveva sfruttato per chiedere su Twitter che le restrizioni venissero rispettate da tutti, superstar comprese. Tuttavia, il sindaco di Tampa - la democratica Jane Castor - ha poi deciso di scrivere direttamente a Brady, l'uomo che per ben sei volte è riuscito a vincere il Superbowl, e al suo compagno Rob Gronkowski, pure lui fresco di arrivo a Buccaneers. «Tom, mi scuso per la cattiva comunicazione al suo arrivo in Florida: la prima impressione non è stata delle migliori. Nessun danno, comunque: grazie per aver reagito sportivamente e per aver scelto i Buccaneers e la nostra amata città. È un momento emozionante, per Tampa, e la accogliamo (virtualmente) a braccia aperte». 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved