lugano-e-l-ucraina
laR
 
01.07.2022 - 09:34
di Carlo Curti, Lugano

Lugano e l’Ucraina

"Distanti ma vicini" si diceva ai tempi, non ancora passati, del Covid. Poi Lombardi ci ha messo del suo aggiungendo che tutto l’ambaradan non sposterà di una frazione di millimetro il contesto politico-militare che era, è e resterà globale. Tradotto significa che dovranno per forza vedersela Putin e Biden, le scartine possono contare a scopa, non a questi livelli. Bene, in attesa che i due si ravvedano per reciproca impotenza a imporsi, evitiamo a Lugano sceneggiate di sicurezza inutili e utilizziamo i soldi dei contribuenti, già ampiamente saccheggiati per Cornaredo, in modo più intelligente. Con tutti i difetti immaginabili i cittadini sulle rive del Ceresio se lo meriterebbero.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lugano sicurezza ucraina
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved