bravo-hollywood
laR
 
29.03.2022 - 09:19
di Nina Altoni, Airolo

Bravo Hollywood

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

E anche quest’anno le statuette sono tratte e ritengo quasi d’obbligo, oramai, riportare i risultati di questa 94a edizione; così, tanto per.

Miglior film: Vendome Pictures e Pathé Film; miglior attore: Warner Bros; miglior attrice: Searchlight Pictures; miglior canzone originale: Metro-Goldwyn-Mayer; miglior film d’animazione: Walt Disney; miglior regista: See-Saw Films; miglior attrice non protagonista: 20th Century Studios; miglior attore non protagonista: Vendome Pictures e Pathé Film; miglior film straniero: C&I Entertainment; miglior documentario: Searchlight Pictures; miglior cortometraggio: distribuzione Bbc; miglior sceneggiatura originale: Tkbc; miglior sceneggiatura non originale: Vendome Pictures e Pathé Film; miglior trucco: Searchlight Pictures; migliori effetti speciali: Legendary e Warner Bros; miglior colonna sonora: Legendary e Warner Bros; miglior corto d’animazione: The Animation Showcase; miglior fotografia: Legendary e Warner Bros; miglior costume: Walt Disney; miglior montaggio: Legendary e Warner Bros; miglior scenografia: Legendary e Warner Bros; Academy Award Best Sound: Legendary e Warner Bros.

Nella notte dell’ultima domenica di marzo, lontano dai nostri letti, ma non da disgrazie che fanno tremare vite e certezze, pare che il Covid sia soltanto una vecchia sceneggiatura stracciata e gettata nel cestino; troppo poco apocalittica per le Majors forse. La serata è lunga, ma, c’è chi lo pensa, ne vale la pena. E infatti ci siamo: poco prima delle 5.35 rigorosamente svizzere, l’odissea si conclude con il cavalleresco gesto di Smith, che sconcerta e risveglia il teatro, poco prima del gran finale.

Hollywood vince, le Majors ringraziano.

All’anno prossimo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
hollywood statuette
© Regiopress, All rights reserved