laR+ ELEZIONI FEDERALI '23

Se non votate per voi, votate per noi giovani

Mai come ora è importante votare, e guardare avanti, pensando alle giovani generazioni e alle giovani famiglie. Alle prossime elezioni decidiamo del futuro e delle risorse che avremo a disposizione ben oltre i prossimi 4 anni.
Che si tratti di crisi climatica, di casse malati da riformare, di introdurre misure concrete per sostenere le famiglie nella conciliabilità o per garantire condizioni di lavoro e di formazione sane e sostenibili, è fondamentale pensare alle giovani generazioni e al domani.
Il nostro sistema politico oggi è troppo spesso bloccato dalle lobby che curano solo i propri interessi. Lo vediamo ogni volta che si cerca di ridurre i premi delle casse malattia, o di regolamentare i prezzi dei farmaci o i bonus delle grandi banche, o di rivedere il sistema di sussidi per l'agricoltura affinché aiutino davvero le nostre piccole aziende locali e attente all'ambiente. Oggi le sfide più importanti per garantirci dei servizi accessibili e a prezzi moderati, sono in balia di interessi privati. E per cambiare, in meglio!, questa situazione, è necessario votare chi si distanzia realmente da queste logiche.
Sono ancora studente, al di fuori di tutte le relazioni di potere e di interesse di chi si svende al lobbismo o di chi si candida solo per un posto. Mi candido per portare avanti idee e valori, un impegno per una politica più attenta alle persone, alla sostenibilità e al futuro. Per una politica più onesta e trasparente. E mi candido anche per portare avanti il punto di vista delle giovani generazioni di cui faccio parte. Ho 20 anni, l'età che aveva Greta Gysin quando ha cominciato a far politica. E come lei mi candido e mi impegno per convinzione e motivazione, mai per interesse privato.

Per cambiare il sistema dobbiamo scegliere persone libere da interessi privati. E persone più vicine ai temi per cui è urgente impegnarsi: clima, socialità, sostenibilità e tutto quello che ruota attorno a una reale parità, a cominciare dal sostegno alle famiglie e alla conciliabilità, alla parità salariale, ma anche un sostegno effettivo per ogni giovane in formazione.
È inutile preoccuparsi che manca personale qualificato se non consentiamo a ogni giovane di studiare e formarsi con le risorse sufficienti per farlo. Occorre pensare di più al domani, e dare spazio anche alla mia generazione.

Secondo i sondaggi, tante persone non voteranno, soprattutto tra le fasce più giovani. Questo dimostra quanto poco si stia facendo in politica per coinvolgere e sostenere le categorie più giovani. Purtroppo non è negli ultimi giorni prima del voto che si possono correggere lacune di anni. Ma proprio negli ultimi giorni prima delle elezioni, ogni persona tra noi può parlare con le persone attorno a sé, soprattutto giovani, per convincerle a votare. O direttamente può votare per un cambiamento, e votare per giovani e per chi, nei fatti, ha sempre portato avanti una politica attenta alle giovani generazioni e alla sostenibilità.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE