Italia

Paura a Napoli, voragine in strada inghiotte due vetture

Una macchina era parcheggiata mentre l'altra stava transitando. Lievi ferite per i passeggeri

Il buco
(Vigili del fuoco)
21 febbraio 2024
|

Tragedia sfiorata all'alba, nel quartiere Vomero di Napoli, dove due vetture, una parcheggiata e un'altra in transito, sono state inghiottite da una voragine che si è aperta nella zona di San Martino, precisamente al civico 63 di in via Morghen.

Gli occupanti delle auto non hanno riportato gravi conseguenze. Sono stati messi in salvo da due militari dell'Esercito, impegnati in zona per il servizio "Strade sicure". I militari che erano poco distanti si sono calati nella voragine ed hanno aperto le porte dell'auto consentendo ai malcapitati di uscire e poi di risalire.

La voragine, secondo quanto si è appreso, si è aperta intorno alle cinque del mattino di mercoledì. Sul posto sono subito intervenuti i soccorsi, con polizia locale, i vigili del fuoco, 118 e protezione civile. Secondo le prime notizie solo lievi ferite e un grosso spavento per i passeggeri della vettura in transito, che sono riusciti a uscire autonomamente dall'auto. La zona è stata transennata.

Forse a collassare una fognatura

Dalle prime verifiche sembrerebbe collassata la fogna e risulta spezzata la condotta idrica di carico che è stata chiusa, nella zona di San Martino e da piazza Vanvitelli a salire è stata quindi interrotta la fornitura di acqua.
In via Kerbaker, sottoposta rispetto al luogo del crollo, si registra una copiosa fuoriuscita di acqua da alcuni terranei e alcuni appartamenti sono stati allagati. Anche in via Solimena, dove recentemente si era registrato il cedimento di una conduttura idrica, è presente una copiosa fuoriuscita di acqua.

Per motivi precauzionali, si sarebbe reso necessario evacuare a Napoli il palazzo di via Morghen 63, all'angolo con via Bonito, davanti al quale si è aperta la voragine. Lo rende noto l'avvocato Angelo Pisani, presidente di NoiConsumatori.it. "Non è la prima volta che a Napoli succede un episodio del genere", dice Pisani, che abita proprio nelle immediate adiacenze del luogo dove si è verificato il disastro.
"La strada è stata chiusa temporaneamente – fa sapere –, mi chiedo perché non si è fatto un monitoraggio attento e capillare della zona, delle nostre strade, della messa in sicurezza".

"Traffico nella zona Vomero in continuo tilt – dice ancora il presidente di NoiConsumatori.it –. I cittadini non si sentono nemmeno più sicuri a camminare a piedi tra buche, fossi e voragini. Occorrono esperti che con planimetria alla mano devono fare una mappatura di tutta la zona e mettere in sicurezza con ditte specializzate il sottosuolo".

"Non ci sono controlli costanti e l'acqua – conclude Pisani – continua a infiltrarsi nel sottosuolo creando danni enormi.
Questa volta la polvere che mettete sotto il tappeto è venuta a galla e si è palesata con un'enorme voragine che poteva provocare morti e feriti".

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE