Estero

Putin suggella l'amicizia con Kim Jong-un donando una limousine

Il presidente russo, in barba alle sanzioni Onu, ha inviato un'auto di lusso al dittatore nordcoreano assecondandone la nota passione per i motori

Putin e Kim durante il meeting del settembre 2023
(Kctv)
20 febbraio 2024
|

L'amicizia si consolida anche con una limousine. Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha ricevuto domenica in dono un'auto dal presidente russo Vladimir Putin "per il suo uso personale". L'auto è stata "consegnata ai migliori assistenti" del rispettato maresciallo, ha riferito l'agenzia di stampa ufficiale nordcoreana Kcna.

Kim Yo-jong, la potente e onnipresente sorella del leader, "ha cortesemente espresso i ringraziamenti" del fratello per il gesto, affermando che il regalo vale "come una chiara dimostrazione delle speciali relazioni personali tra i massimi leader". Una mossa apprezzata da Pyongyang anche in previsione della visita che il capo del Cremlino potrebbe fare nel prossimo futuro nello Stato eremita.

Il dispaccio della Kcna non ha descritto modello o modalità di spedizione dalla Russia, ma è nota la passione di Kim per aerei e vetture di lusso di cui si ritiene abbia una collezione importante. Tuttavia, è possibile che la vettura regalata sia la presidenziale Aurus Senat di Putin, la limousine ispezionata da Kim a settembre 2023 durante il summit nell'Estremo Oriente siberiano. Nell'occasione, il network statale nordcoreano Kctv trasmise le immagini del giovane generale invitato dallo zar a salire sul sedile posteriore dell'auto: insieme spesero alcuni minuti tra risate e domande di Kim sulle dotazioni speciali della vettura. In altri termini, mise in campo le stesse curiosità e ammirazione di giugno 2018 quando a Singapore, al primo incontro con l'ex presidente Usa Donald Trump, si trovò davanti ‘the Beast’, l'auto super blindata degli inquilini della Casa Bianca.

Nel ricco garage di Kim ci sono almeno una Maybach, varie Mercedes blindate, una Rolls-Royce Phantom e una Lexus: tutti beni di lusso di cui le risoluzioni Onu vietano l'esportazione verso la Corea del Nord. Mentre resta sempre nel mistero la mitica Ferrari che sarebbe appartenuta al padre Kim Jong-il. Gli scambi tra Corea del Nord e Russia sono cresciuti negli ultimi mesi con le forniture di pezzi di artiglieria, razzi e missili balistici di Pyongyang a Mosca, impegnata nello sforzo bellico contro l'Ucraina. Il Cremlino non ha negato né confermato l'uso di armi made in Dprk, mentre il Nord ha respinto le accuse di attività illegali. Resta il fatto che anche la limousine di Putin, pur come gesto di amicizia, ha tutte le caratteristiche della violazione delle sanzioni Onu a carico di Pyongyang.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE