Asia

Bomba durante una messa, quattro morti nelle Filippine

La celebrazione si stava svolgendo nella palestra di una università. Per le autorità l'attentato è ‘opera di terroristi stranieri’

In sintesi:
  • Sono 42 invece le persone rimaste ferite
  • L'attentato è avvenuto questa mattina in una palestra dell'Università statale di Mindanao, nella città di Marawi
  • La città era stata teatro di una battaglia durata cinque mesi fra forze governative e militanti legati allo Stato islamico
L’intervento degli investigatori sul luogo dell’esplosione
(X)
3 dicembre 2023
|

Quattro morti e 42 feriti il bilancio di un'esplosione avvenuta durante una messa cattolica nelle Filippine. Lo riferiscono autorità locali alla Bbc. L'attentato è avvenuto questa mattina in una palestra dell'Università statale di Mindanao, nella città di Marawi. Nel 2017, la città è stata teatro di una battaglia durata cinque mesi tra forze governative e militanti legati allo Stato islamico.

La direzione dell'ateneo si è detta "profondamente rattristata e sconvolta" dalla violenza "insensata e orribile", una violenza - ha dichiarato - "che non ha posto in una società civile, ed è particolarmente ripugnante in un istituto di istruzione superiore come questo", ha aggiunto. Ha poi espresso solidarietà "con la nostra comunità cristiana e con tutte le persone colpite da questa tragedia". Nel campus è stato schierato ulteriore personale di sicurezza e tutte le attività accademiche resteranno sospese fino a nuovo avviso.

Marcos: ‘La bomba è opera di terroristi stranieri’

Il presidente delle Filippine, Ferdinand Marcos Jr., ha condannato l'attentato "senza senso" con una bomba, compiuto durante una messa cattolica in un'università a Marawi, e l'ha attribuito a "terroristi stranieri". "Condanno nel modo più fermo possibile gli atti senza senso e odiosi perpetrati da terroristi stranieri presso la Mindanao State University e le comunità di Marawi questa domenica mattina presto", ha dichiarato il presidente Marcos in una nota.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE