Estero

In Messico il quinto grande datore di lavoro sono i narcos

Nel 2022 i cartelli della droga reclutavano oltre 350 persone a settimana. Il più nutrito è Jalisco New Generation, il gruppo più violento di tutti

Militari messicani distruggono una piantagione di marijuana
(Keystone)
24 settembre 2023
|

Nel loro insieme, le organizzazioni narcos possono essere considerate "il quinto datore di lavoro" in Messico. Nel 2022 i cartelli contavano tra i 160mila e i 185mila affiliati, con un reclutamento di oltre 350 persone ogni settimana, per garantire la propria sopravvivenza. Emerge dalle conclusioni del rapporto "Ridurre il reclutamento nei cartelli è l'unico modo per ridurre la violenza in Messico" pubblicato dalla rivista Science.

Secondo il rapporto, guidato da Rafael Prieto Curiel del Centro per le scienze complesse di Vienna, l'aumento della carcerazioni è direttamente proporzionale a una crescita dei gruppi criminali in termini numerici.

Il cartello col maggior numero di membri è Jalisco New Generation (17,9%), il più violento di tutti. Seguono il cartello di Sinaloa (8,9%) e la Nueva Familia Michoacana (6,2%).

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE