ULTIME NOTIZIE Estero
Russia
49 min

Mosca se ne fa un baffo del ‘price cap’ sul petrolio

Per l’ambasciata russa negli Stati Uniti, malgrado il tetto al prezzo dell’oro nero russo, il greggio continuerà a essere richiesto
Indonesia
2 ore

La terra trema sull’Isola di Giava, in Indonesia

L’epicentro del terremoto, di magnitudo 5,7, è stato localizzato a 18 chilometri a sud-est della città di Banjar
Francia
2 ore

Sarkozy da lunedì nuovamente al banco degli imputati

È fissata per dopodomani a Parigi l’udienza in appello per l’ex presidente della Francia, accusato di corruzione
Ucraina
4 ore

Notte di bombe a nel distretto di Nikopol

Nel mirino degli attacchi russi, in particolare, gasdotti e reti elettriche nella zona della centrale nucleare di Zaporizhzhia
coronavirus
15 ore

L’Oms: ‘Il 90% della popolazione mondiale è immune’

‘Vicini alla fine, ma serve ancora cautela’. Ancora test, sequenziamento e vaccini per evitare nuove varianti
intimidazioni in tutta Europa
17 ore

Pacchi con sangue inviati alle ambasciate ucraine

Dopi i sei colli con esplosivo in Spagna, minacce anche in Italia, Polonia, Ungheria, Croazia e Paesi Bassi. Spediti anche occhi di animali
russia
17 ore

Putin: negoziati (forse) sì, ritiro no

La Casa Bianca: ‘Spetta a Kiev decidere’. Telefonata Berlino-Mosca
grecia
17 ore

Attacco ad Atene alla diplomatica Susanna Schlein

La ticinese, sorella della politica del Pd Elly, si è salvata per puro caso da un attentato: in fiamme la sua auto
francia
17 ore

Due bebè congelati trovati nel frigo, fermata una donna

La donna è residente nel piccolo comune di Bédoin, nel dipartimento di Vaucluse: ancora non si sa il tipo di legame con i due piccoli
Confine
19 ore

Truffa anziani in Valtellina, arrestata una 70enne ticinese

Il fermo alla dogana di Chiasso Brogeda. La donna è sospettata di aver messo a segno numerosi colpi in diverse province del Nord Italia
30.09.2022 - 21:08
Aggiornamento: 21:27

Afghanistan, kamikaze si fa esplodere in una scuola a Kabul

Il bilancio delle vittime parla di almeno 20 i morti, per lo più ragazze, e 35 i feriti. Sospettato il ramo afghano dell’Isis

afghanistan-kamikaze-si-fa-esplodere-in-una-scuola-a-kabul
Keystone

Molti studenti sono stati colpiti dalle schegge al collo, in testa, agli occhi": questa la scena che si è presentata ai soccorritori accorsi in un centro educativo in Afghanistan che preparava ragazze e ragazzi a esami di ammissione all’università, attaccato stamattina da un terrorista kamikaze che si è fatto esplodere fra i banchi alle porte di Kabul. Almeno 20 i morti, per lo più ragazze, e 35 i feriti di questo attacco non ancora rivendicato, ma che getta i sospetti sul ramo afghano dell’Isis, che da oltre un anno sembra tenere sotto scacco l’odiato regime dei Talebani, considerato dai terroristi compromesso con l’occidente e non sufficientemente islamico, per quanto spesso i bersagli dell’Isis coincidano con quelli dei padroni di Kabul.

Zona a predominanza di sciiti già presa di mira in aprile

In questo caso è come se i bersagli fossero fra loro concentrici: ad essere colpite sono state infatti le studentesse, bandite dalle scuole superiori in tutto il Paese ma presenti in una delle poche scuole private della nazione; ma anche la minoranza etnica degli Hazara, tradizionalmente perseguitata dai Talebani, la cui comunità vive nel quartiere di Dasht-e-Barchi, dove sorge l’istituto, che a sua volta si trova all’interno di una zona a predominanza di sciiti, invisi ai sunniti integralisti, alla periferia ovest della capitale afghana. Il quartiere di Dasht-e-Barchi era infatti già stato preso di mira dall’Isis lo scorso aprile con due distinti attacchi kamikaze in altrettanti centri educativi che fecero almeno 6 morti e 20 feriti. Ma anche prima che i Talebani tornassero trionfanti a Kabul, il 15 agosto del 2021, il terrorismo sunnita aveva infierito sulla comunità sciita e sulle scuole per le donne, accanendosi contro lo stesso quartiere: nel maggio 2020 l’Isis – che allora faceva concorrenza ai Talebani – fu sospettato di un attacco armato contro un centro maternità in cui furono uccise 25 donne, per lo più partorienti; e lo scorso anno, poco prima del ritorno dei Talebani, tre bombe vicino ad altrettante scuole femminili del quartiere uccisero 85 persone e ne lasciarono 300 ferite.

Il Kaaj Higher Educational Centre, essendo un istituto privato dedicato al tutoraggio di uomini e donne che intendano preparare esami accademici, è una delle poche eccezioni in Afghanistan, dove da oltre un anno alle ragazze è proibito di fatto frequentare scuole superiori: di fatto perché le scuole a loro dedicate sono state chiuse e non ci sono segnali che possano riaprire presto.

Uccisi dapprima due guardiani armati

Il terrorista, sulla base delle testimonianze, ha prima ucciso a colpi d’arma da fuoco i due guardiani armati che presidiavano l’istituto, poi è entrato in una grande aula dov’erano assiepati circa 600 studenti, divisi per genere: ai primi banchi le ragazze, in quelli nella parte posteriore i ragazzi. Entrato dalla parte della cattedra, il kamikaze ha fatto detonare il corpetto esplosivo caricato di pallettoni e chiodi. "Non sono molti i ragazzi colpiti, perché loro si trovavano al lato opposto dell’aula", ma è una strage fra le ragazze, massacrate dalle schegge. "Si è scatenato il caos quando molti studenti, ragazzi e ragazze, hanno cercato di fuggire dall’edificio. Era una scena terribile. Erano tutti così terrorizzati", ha raccontato all’Afp un testimone. Anche fra i feriti, la maggior parte è costituita da donne: Emergency ha accolto nel suo ospedale 22 feriti, tutti fra i 18 e i 25 anni, di cui 18 ragazze.

L’attacco all’istituto Kaaj, scrive Samira Hamid di Amnesty International, "ricorda vergognosamente a tutti l’inettitudine e il totale fallimento dei Talebani nel proteggere il popolo afghano".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved