Portogallo
27.08.2022 - 18:21
Aggiornamento: 28.08.2022 - 15:02

I resti di un dinosauro nel... giardino di casa

L’uomo aveva notato frammenti di ossa fossilizzate e aveva contattato i ricercatori dell’università di Lisbona, che hanno iniziato i lavori di scavo

Ats, a cura di Red.Web
i-resti-di-un-dinosauro-nel-giardino-di-casa

Eccezionale scoperta paleontologica in un giardino privato in Portogallo. I resti di quello che potrebbe essere il più grande dinosauro mai trovato in Europa sono stati rinvenuti dal proprietario del terreno nella città di Pombal.

L’uomo aveva notato frammenti di ossa fossilizzate e aveva contattato i ricercatori dell’università di Lisbona nel 2017, che hanno iniziato i lavori di scavo. Ma è solo a inizio di agosto di quest’anno che i paleontologi spagnoli e portoghesi che lavorano nel sito hanno iniziato a portare alla luce le vertebre e le costole di quello che pensano si tratti di un sauropode dei brachiosauridi, una famiglia di dinosauri erbivori, tra i più grandi animali terrestri mai vissuti.

"Non è normale trovare tutte le costole di un animale come questo, figuriamoci in questa posizione, mantenendo la loro posizione anatomica originale", ha spiegato al quotidiano britannico The Guardian Elisabete Malafaia, ricercatrice postdottorato presso la Facoltà di scienze dell’ateneo della capitale portoghese.

Il gruppo dei sauropodi - che comprende il Brontosauro e il Diplodocus - avevano il collo lungo e camminavano su quattro zampe. Le dimensioni delle ossa trovate nel giardino suggeriscono che il dinosauro fosse alto dodici metri e lungo 25. A causa della posizione naturale in cui è stato trovato lo scheletro, i ricercatori sperano che ulteriori scavi possano portare alla luce più parti dello stesso dinosauro.

© Regiopress, All rights reserved