LIVE CONCLUSO - 02.05.2022 00:31
Estero

L’Azov chiede lo sfollamento per i feriti da Mariupol

Dopo la richiesta fatta ieri al presidente turco Erodgan, lanciato l’appello ad autorità ucraine e leader di altri Paesi. Segui il live de laRegione

"L’unico modo per riportare la pace in Ucraina è ripristinare la sovranità di Kiev sull’intero territorio del Paese". Lo ha
affermato il ministro degli Esteri ucraino Dmitry Kuleba in un’intervista a Xinhua, chiedendo alla Cina di entrare a far
parte del gruppo di Paesi garanti della sicurezza nel processo di pace. Zelensky rincara: "L’Ucraina sarà libera, e su tutte le città temporaneamente occupate" tornerà a sventolare la bandiera ucraina.

Boris Johnson si dice pronto a far di tutto perchè "Putin fallisca" nelle sue mire sull’Ucraina. L’Unione europea prepara il sesto pacchetto di sanzioni alla Russia. Zelensky incoraggia uno stop all’importazione di petrolio.

Putin sarebbe pronto ad abbandonare il termine ‘operazione militare speciale’ e a parlare di ‘guerra totale’ all’Ucraina.
Potrebbe annunciarlo il 9 maggio durante la parata del Giorno della Vittoria, proclamando legge marziale e mobilitazione di massa.

Esplosioni sono state udite a Odessa, dove è stata danneggiata la pista dell’aeroporto. Foto satellitari mostrano
edifici distrutti nell’acciaieria Azovstal a Mariupol. In serata il vice comandante del reggimento Azov fa sapere che venti
civili feriti, tra cui donne e bambini, sono stati evacuati dal complesso industriale, dove sono ancora bloccate centinaia di soldati e civili ucraini.

Mosca denuncia un raid ucraino su una scuola e un asilo a Kherson. Kiev annuncia la chiusura dei porti
delle città occupate "fino alla ripresa del controllo".

Un aereo da ricognizione russo ha violato lo spazio aereo svedese. Lo ha annunciato la difesa di Stoccolma, le cui
autorità stanno valutando la richiesta di entrare nella Nato dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Un evento ’totalmente
inaccettabile – ha detto il ministro della Difesa svedese Hultqvist chiedendo il rispetto della sovranità del Paese –.Questa azione è fuori dalle regole e, data la situazione generale della sicurezza, è molto inappropriata".

Ansa / Ats, a cura de laRegione
21:46

Anche il battaglione Azov chiede sfollamento da Mariupol per civili e feriti

“Non intendiamo arrenderci, intendiamo continuare a difenderci”. Lo ha detto alla Bbc, l'emittente nazionale del Regno Unito, Svyatoslav Palamar, vicecomandante del battaglione Azov nell'acciaieria Azovstal di Mariupol, da dove oggi sono stati sfollati un centinaio di civili. Palamar ha fatto appello alle autorità ucraine e ai leader di altri paesi perché “facciano tutto il possibile” per sfollare anche i combattenti dall'impianto grazie a un salvacondotto.

Salvacondotto chiesto anche alla Turchia

Ieri il comandante della 36esima brigata marina ucraina Sergiy Volynsky (Volyn) aveva fatto un appello analogo diretto al presidente turco Recep Tayyip Erdogan sul canale televisivo nazionale turco Habertürk Tv affinché applicasse per loro la procedura di “estrazione” e li portasse in Turchia.

“Gentile signor presidente Erdogan – aveva affermato Volyn – mi rivolgo a lei. Abbiamo 600 militari feriti che hanno un disperato bisogno di aiuto. Abbiamo con noi civili che sono stati feriti. Abbiamo anche centinaia di civili e 60 bambini che cercano sicurezza con noi nella struttura. Il più piccolo ha quattro mesi. Faccio ora appello al popolo turco, al presidente affinché applichi a noi la procedura di estrazione, a fare tutto il possibile per portare la guarnigione di Mariupol in Turchia, a portarci via dall'Azovstal con garanzie di sicurezza da parte turca. Contiamo molto sul vostro aiuto”.

Il comandante aveva aggiunto che la situazione nell'acciaieria di Azovstal era molto difficile, i combattimenti non si erano mai fermati. L'esercito russo utilizza quotidianamente attacchi aerei, vari sistemi di artiglieria da basi terrestri e navali, effettua operazioni d'assalto con l'aiuto di carri armati, veicoli da combattimento di fanteria e grandi gruppi di terra, aveva aggiunto.
 
 

18:01

Kuleba: ‘Sanzioni Ue a Russia che includano anche l'embargo del greggio’

"Ho parlato con Josep Borrell sul prossimo round di sanzioni dell'Ue alla Russia che devono includere anche l'embargo al greggio". Lo scrive su Twitter il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. "Ho anche sottolineato che non ci può essere alternativa alla concessione dello status di candidato all'Ue all'Ucraina", ha aggiunto

18:00
‘Loro non possono fare molto’

Niente Wimbledon per i tennisti russi e bielorussi? ‘Ingiusto’

Da Madrid Rafael Nadal commenta la scelta di bandirli dal torneo londinese. ‘La guerra non è colpa loro’

Leggi tutto l'articolo

17:26

Circa cento civili evacuati dall'acciaieria Azovstal

"Il primo gruppo di circa 100 persone si sta già dirigendo verso l'area controllata. Domani li incontreremo a Zaporizhzhia. Grati al nostro team. Ora, insieme all'Onu, stanno lavorando all'evacuazione di altri civili dall'impianto", ha twittato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

17:06

La procuratrice ucraina: ‘Indaghiamo su oltre 9'000 crimini di guerra’

La procuratrice generale dell'Ucraina ha affermato che è in corso un'indagine su nuovi casi di presunti crimini di guerra da parte delle forze russe per un totale di 9'158 procedimenti penali.

"Abbiamo già identificato specifici criminali di guerra", ha affermato Iryna Venediktova. "Ci sono 15 persone nella regione di Kiev, ad esempio, dieci delle quali a Bucha. Le riteniamo responsabili di torture, stupri e saccheggi", ha aggiunto secondo quanto riferisce l'emittente televisiva statunitense Cnn in linea.

La scorsa settimana i pubblici ministeri ucraini avevano reso noto i nomi e i volti di dieci soldati russi sospettati di una serie di crimini a Bucha. Sull'identificazione delle vittime della strage, Venediktova ha affermato che su alcuni cadaveri è impossibile il riconoscimento e vengono raccolti campioni di Dna.

"Purtroppo abbiamo motivi per aprire nuovi casi ogni giorno: per la morte di civili, i bombardamenti, la deportazione dei nostri cittadini e bambini nei territori occupati e nel territorio dello Stato aggressore", ha proseguito la procuratrice. "I casi - ha sottolineato - riguardano le regioni di Kiev, Chernihiv e Sumy". Sulle indagini, l'Ucraina sta ricevendo assistenza internazionale.

"Ora abbiamo un team di esperti francesi e della Slovacchia. Stiamo aspettando quelli della Lituania attesi per martedì prossimo", ha detto Venediktova.

17:04

In fiamme una struttura di difesa russa al confine con l'Ucraina

Una struttura della difesa russa, vicino al confine con l'Ucraina, è in fiamme. Lo rende noto il governatore della regione di Belgorod, secondo quanto riferiscono le agenzie russe ufficiale Tass e non governativa Interfax.

Su Telegram, Vyacheslav Gladkov ha indicato che non ci sono ancora dettagli su danni o vittime nell'edificio situato nella regione meridionale di Belgorod. Le immagini che circolano al momento sulle reti sociali mostrano un'enorme colonna di fumo provenire dal luogo della struttura.

"Tutti i servizi di emergenza stanno lavorando sul luogo dell'incidente, vengono prese tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza", ha aggiunto il governatore.

16:01

In corso l'evacuazione di civili dall'acciaieria Azovstal

L'operazione di sfollamento dei civili dall'acciaieria di Azovstal, a Mariupol, "continua" anche oggi. Lo afferma un portavoce dell'Onu a Ginevra, riferiscono i media internazionali.

"Le Nazioni Unite confermano che è in corso lo sfollamento presso il complesso siderurgico di Azovstal, in coordinamento con la Croce Rossa e le parti in conflitto", ha detto Jens Laerke, portavoce dell'Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari. Il funzionario ha sottolineato di non poter fornire altri dettagli per motivi di sicurezza.

Dal canto suo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky afferma che circa 100 civili sono stati sfollati dall'acciaieria. "È iniziato lo sfollamento dei civili da Azovstal. Il primo gruppo di circa 100 persone si sta già dirigendo verso l'area controllata. Domani li incontreremo a Zaporizhzhia. Grati al nostro team. Ora, insieme all'Onu, stanno lavorando allo sfollamento di altri civili dall'impianto", ha twittato il presidente.

14:35

'Oggi possibile evacuazione dei civili da Mariupol'

Oggi c'è una "possibilità" di evacuare i civili da Mariupol. È quanto annunciato dal consiglio comunale della città assediata che ha esortato i cittadini a riunirsi alle 16, ora locale, vicino a un centro commerciale chiamato 'Port City' per l'evacuazione verso la regione meridionale di Zaporizhzhia. "Se hai parenti o conoscenti a Mariupol, prova a contattarli in tutti i modi. Chiama, manda un messaggio e dì che è possibile andare a Zaporozhzhia, dove è sicuro", scrive il Consiglio su Telegram. "Preghiamo che tutto funzioni", ha aggiunto. Un canale di telegram locale aveva riferito in precedenza che fino alle 15 sarebbe stato aperto un "corridoio verde" per i cittadini che desiderano entrare nel territorio "controllato dal nemico nel distretto di Kamensky". Ci sono ancora circa 100mila persone a Mariupol, anche se la maggior parte della città è stata gravemente danneggiata da settimane di bombardamenti e attacchi aerei delle forze russe.

14:34

'Violato lo spazio aereo', la Danimarca convoca l'ambasciatore russo

Copenaghen ha denunciato la violazione dello spazio aereo danese da parte di un aereo da ricognizione russo e ha convocato l'ambasciatore russo in merito alla questione. Lo rende noto il capo della diplomazia danese.

"L'ambasciatore russo verrà convocato domani al ministero degli Esteri. Un'altra violazione russa dello spazio aereo danese. Questo è del tutto inaccettabile e particolarmente preoccupante nella situazione attuale", ha scritto Jeppe Kofod su Twitter.

L'incidente è avvenuto venerdì sera quando un aereo da ricognizione russo è volato nello spazio aereo danese a est di Bornholm (isola baltica danese) prima di entrare nello spazio aereo svedese, quest'ultima parte dell'episodio è stata resa nota ieri dalla difesa svedese.

12:58
L’incontro a Kiev

‘Questo è un chiaro messaggio: l’America è con l’Ucraina’

Per la speaker della Camera statunitense Nancy Pelosi, volare a Kiev e incontrare Volodymyr Zelensky ‘è stato un grande onore’

Leggi tutto l'articolo

12:36
Il Santo Padre

‘Il pensiero va subito a Mariupol, la città di Maria’

Da Papa Bergoglio, al Regina Coeli un appello ai corridoi per le persone intrappolate nell’acciaieria Azovstal

Leggi tutto l'articolo

11:50

Per Mosca, nel raid sull'aeroporto di Odessa distrutte armi da Stati Uniti ed Europa

Il ministero della Difesa russo, citato da Interfax, ha confermato di aver colpito un aeroporto nei pressi di Odessa, ieri.

Nel raid, compiuto con un missile Onyx, sono stati distrutti una pista e un hangar che conteneva "armi dagli Usa e da Paesi europei", si legge. Il ministero afferma inoltre che sono stati abbattuti due bombardieri ucraini Su-24 nei cieli di Kharkiv.

11:28
Azovstal, 46 civili in 2 gruppi hanno lasciato la zona
Due gruppi di civili, 46 persone in tutto, hanno lasciato ieri le loro case nei pressi dell’acciaieria Azovstal a Mariupol. Lo fa sapere il ministero della Difesa russo, citato da Interfax. (Keystone)
11:02
‘Azioni affrettate e solitarie sarebbero discutibili’

‘Decisioni in tempi rapidi e d’intesa coi partner’

Germania riluttante a inviare armi pesanti all’Ucraina? Non la pensa così il cancelliere Olaf Scholz

Leggi tutto l'articolo

09:53

I russi rafforzano l'offensiva nell'est dell'Ucraina

La Russia sta rafforzando la propria offensiva nell'est dell'Ucraina, facendo affluire armi pesanti e portando avanti pesanti bombardamenti di artiglieria: lo afferma lo stato maggiore delle forze armare ucraine su Telegram. Il martellamento da cielo e terra continua in molte zone, da Kharkiv a Zaporizhzhia, mentre uno dei principali obiettivi sembra essere la città industriale di Sloviansk nel Donetsk. "Le forze d'assalto del nemico continuano a rafforzarsi, sono state trasferite circa 300 armi pesanti - affermano i militari ucraini -. Più a est e a sud le truppe nemiche stanno conducendo operazioni lungo tutta la linea di demarcazione". Secondo lo stato maggiore, le forze russe stanno cercando di sfondare le linee difensive ucraine intorno a Olenivka. Complessivamente nelle regioni di Donetsk e Luhansk, nove attacchi nemici sono stati respinti, aggiungono. A Lugansk, l'amministrazione regionale fa sapere che il villaggio di Zolote-3 è stato distrutto al 70% dal fuoco russo.

09:17
Mariupol: ‘Le vittime dei russi sono il doppio di quelle dei nazisti’

L’esercito russo ha ucciso a Mariupol il doppio delle persone che furono uccise dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Lo afferma il sindaco Vadym Boychenko in una nota pubblicata su Telegram dal Consiglio comunale della città ucraina. “Nell’arco di due anni, i nazisti uccisero circa 10’000 civili a Mariupol. Gli occupanti russi ne hanno uccisi 20’000 in due mesi. Oltre 40’000 persone sono state trasferite con la forza”, dichiara il sindaco, citato dal Consiglio. “`È uno dei peggiori genocidi di una popolazione pacifica della storia moderna”, aggiunge. (Keystone)

09:14
Una fossa con i corpi di tre uomini torturati, imbavagliati e uccisi con un colpo al capo è stata trovata nel bosco vicino al villaggio ucraino di Myrotske, nel distretto di Bucha, regione di Kiev. Lo ha scritto la polizia di Kiev su Facebook citata da Ukrinform. “Le vittime sono state torturate a lungo; ferite di proiettili sono state trovate negli arti. I tre uomini sono stati finiti con colpi di arma da fuoco a un orecchio. Questa è un’altra fossa comune scavata dai soldati russi nel distretto di Bucha, dove più di mille cittadini sono stati uccisi e torturati”, ha detto il capo della polizia della regione di Kyiv Andriy Nebytov. Le mani delle vittime erano legate, un panno era avvolto intorno agli occhi, e avevano un bavaglio sulla bocca, è stato raccontato. La polizia della regione di Kyiv ha già eseguito l’analisi esterna dei cadaveri, che sono adesso a disposizione dei medici legali. In totale finora gli investigatori hanno esaminato 1’202 corpi di civili uccisi dai soldati russi nella regione di Kiev. L’ufficio del Procuratore generale insieme al consiglio comunale di Bucha ha organizzato un’analisi gratuita del Dna per i parenti delle persone uccise durante l’occupazione russa nel distretto. (Keystone)

Da ‘operazione speciale’ a ‘guerra totale’ ? Putin ci pensa

Mentre in Ucraina le bombe continuano a cadere, a Bucha scoperte altre barbarie e la Russia si chiama fuori dall’Iss. Segui il live de laRegione

Leggi tutto l'articolo

Leggi anche:

Niente Wimbledon per i tennisti russi e bielorussi? ‘Ingiusto’

‘Questo è un chiaro messaggio: l’America è con l’Ucraina’

‘Il pensiero va subito a Mariupol, la città di Maria’

‘Decisioni in tempi rapidi e d’intesa coi partner’

Da ‘operazione speciale’ a ‘guerra totale’ ? Putin ci pensa

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
kiev mosca russiaucraina vladimir putin volodimir zelensky
© Regiopress, All rights reserved