16.02.2022 - 22:58

In Brasile le piogge devastano Petropolis, oltre 60 vittime

Nel 2011 le inondazioni nella stessa zona fecero 918 vittime

Ansa, a cura de laRegione
in-brasile-le-piogge-devastano-petropolis-oltre-60-vittime
Petropolis devastata dalla pioggia (Keystone)

Ennesima tragedia legata al maltempo nella ‘Regiao Serrana’ (regione montuosa) di Rio de Janeiro, in Brasile: almeno 66 persone sono morte, e un numero imprecisato risulta ancora disperso, a Petropolis, la città imperiale che si trova a poco più di un’ora di auto dalla metropoli carioca. La pioggia torrenziale, abbattutasi la notte scorsa sulla zona, ha causato decine di frane e allagamenti, distruggendo diverse case, mentre il segretario comunale alla Protezione civile, Gil Kempers, ha ammesso che molta gente potrebbe ancora trovarsi intrappolata sotto le macerie. Uno dei punti più critici è il Morro da Oficina dove la valanga di sassi e fango ha travolto oltre 50 abitazioni. “In cinque ore sono caduti oltre 200 millimetri di pioggia, più del previsto per tutto il mese di febbraio”, ha riferito Kempers. Il Comune locale ha intanto decretato lo stato di calamità pubblica e annunciato la sospensione delle attività scolastiche.


I soccorsi (Keystone)

Circa 400 vigili del fuoco lavorano senza sosta alla ricerca degli scomparsi, alternandosi con i volontari, che portano cibo e generi essenziali ai sopravvissuti, in una commovente gara di solidarietà. Secondo il Comune di Petropolis, più di 370 persone sono state accolte in rifugi improvvisati, mentre gran parte della città è rimasta senza elettricità né acqua. Per il governatore di Rio, Claudio Castro, recatosi sul posto, “la situazione è quasi come una guerra“. "Abbiamo visto macchine appese ai pali, auto capovolte. Tanto fango e ancora tanta acqua”, ha descritto il politico. Anche il presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, in viaggio diplomatico in Russia, ha espresso la sua solidarietà ai familiari delle vittime e incaricato i ministri Rogerio Marinho (Sviluppo regionale) e Paulo Guedes (Economia) di provvedere a una "assistenza immediata”. Non è la prima volta che l’area viene duramente colpita dal maltempo: nel 2011 frane e allagamenti provocarono 918 morti a Petropolis e in altre città dell’area. Petropolis, che si trova a circa 800 metri sopra il livello del mare e che oggi ha circa 300 mila abitanti, è cresciuta in maniera tumultuosa negli anni con dimore, anche precarie, spesso costruite ai margini dei fiumi o in aree scoscese.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved