nato-l-adesione-di-kiev-non-deve-riguardare-mosca
Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
19 min

Anthony Albanese promette di riparare l’immagine dell’Australia

Il neoeletto primo ministro laburista vuole puntare sulla politica climatica. Su questo aspetto il Paese viene spesso considerato in ritardo.
Estero
41 min

Vaiolo delle scimmie: 92 casi confermati in 12 Paesi

Lo segnala l’Organizzazione mondiale della sanità. Si tratta di zone dove la malattia non è endemica.
Confine
1 ora

Un carro attrezzi per rimuovere... solo le vetture straniere

L’obiettivo è costringere principalmente i ticinesi a pagare le multe per divieto di sosta. Lo propone Alessandro Rapinese, candidato a sindaco di Como.
Estero
LIVE

L’Ucraina teme attacchi da parte della Bielorussia

Sui soldati del battaglione Azov il negoziatore russo chiarisce: ‘Nessuno scambio con l’oligarca Medvedchuk’. Segui il live de laRegione
Estero
1 ora

Dopo la strage a Buffalo gli afroamericani temono altri attacchi

Un sondaggio rivela che solo l’8% è rimasto sorpreso dall’accaduto. La maggior parte prevede un incremento del fenomeno razzista.
Estero
2 ore

Moto contro pedoni: due morti e un ferito in provincia Lecco

Deceduto il motociclista, che avrebbe perso il controllo della sua due ruote, e uno dei giovani travolti.
Estero
5 ore

Tempeste di sabbia, un rischio per la salute umana

Gli specialisti si attendono un aumento del fenomeno a causa del cambiamento climatico
Estero
5 ore

Cina e politica ‘zero covid’: l’atout è diventato un handicap

I continui confinamenti si ripercuotono sulla popolazione e l’economia. A risentire di questa strategia è anche l’immagine de presidente Xi Jinping.
ucraina
10.12.2021 - 22:17

Nato: ‘L‘adesione di Kiev non deve riguardare Mosca’

Stoltenberg contro Putin: ‘Decideremo noi e loro, la Russia non ha alcun diritto di parola’. Biden: ‘Se i russi atttaccano, vi difenderemo’

Ansa, a cura de laRegione

“L’adesione dell’Ucraina nella Nato sarà decisa dai 30 paesi alleati e dalla stessa Ucraina. Non possiamo accettare che la Russia possa controllare quello che fanno gli altri paesi e dunque la Russia non ha alcuna parola in merito a questo”. Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nella conferenza stampa congiunta con il neo cancelliere tedesco Olaf Scholz.

Fronte compatto

Un giro di telefonate per rassicurare gli alleati Nato dell’Europa orientale che gli Stati Uniti, di fonte alla minaccia di Mosca, saranno sempre al loro fianco. E per garantire che nessuna decisione sui futuri assetti nella regione sarà presa alle loro spalle. Joe Biden lo ha ribadito a chiare lettere facendo il punto sulla crisi ai confini tra Russia e Ucraina con i leader di Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca , Slovacchia, Ungheria, Romania e Bulgaria. “Vi difenderemo", la sua promessa, "rispetteremo il nostro sacro impegno verso l’articolo 5 dell’Alleanza Atlantica”, quello che prevede la reciproca difesa. Per questo Washington lavorerà per garantire un maggior supporto anche di tipo militare all’est europeo.

Obiettivo comune

L’obiettivo è una posizione della Nato “unita, pronta e risoluta” per la difesa collettiva di tutti gli alleati. Ma una delle grandi preoccupazioni del blocco di Paesi dell’Europa orientale è di essere esclusi da quelle decisioni che li riguardano molto da vicino.

Ad alimentare i timori c’è sia la disponibilità di Biden ad aprire un confronto ad alto livello con l’amministrazione di Vladimir Putin che potrebbe partire già nei prossimi giorni, sia la predisposizione della Casa Bianca a coinvolgere sempre più direttamente nella gestione delle crisi gli alleati occidentali della Nato: Regno Unito, Francia, Italia e Germania. “Non sono solo quattro Paesi che possono parlare per conto dell’Alleanza Atlantica”, avrebbe detto il presidente polacco Andrzej Duda nel corso del colloquio telefonico con l’inquilino della Casa Bianca. Quest’ultimo ha quindi ribadito l’impegno degli Stati Uniti a proseguire sulla strada del coordinamento e delle strette consultazioni con tutti gli alleati e i partner transatlantici.

Filo diretto

In un’altra telefonata, quella con il leader di Kiev Voldymyr Zelenski, Biden ha giurato che “non ci sarà nessuna decisione sull’Ucraina senza l’Ucraina“. Un “impegno incrollabile”, ha sottolineato il presidente americano, non solo degli Usa ma di tutta la Nato. Biden ha quindi ribadito che l’America è pronta a sostenere "misure per costruire la fiducia per far avanzare l’attuazione degli accordi di Minsk, a supporto del formato Normandia”: la diplomazia - ha ripetuto - è il modo migliore per fare progressi significativi sulla risoluzione del conflitto”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
jens stoltenberg joe biden kiev nato russia ucraina vladimir putin
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved