Yverdon-sport Fc
0
FC Stade Ls Ouchy
0
1. tempo
(0-0)
Aarau
0
Xamax
1
1. tempo
(0-1)
Langnau
1
Lugano
3
1. tempo
(1-3)
Ginevra
2
Zurigo
0
1. tempo
(2-0)
Friborgo
2
Bienne
0
1. tempo
(2-0)
Davos
2
Berna
0
1. tempo
(2-0)
Zugo
2
Ajoie
0
1. tempo
(2-0)
Olten
1
Zugo Academy
0
1. tempo
(1-0)
Kloten
2
La Chaux de Fonds
0
1. tempo
(2-0)
Ticino Rockets
0
Langenthal
3
1. tempo
(0-3)
Sierre
1
GCK Lions
1
1. tempo
(1-1)
l-unione-europea-apre-all-obbligo-vaccinale
Le precauzioni durante l’arrivo di un contagiato Omicron in Germania (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
germania
38 min

Ultradestra tedesca fuori controllo, lascia il leader

Con l’addio di Meuthen si tratta del terzo leader di Afd a mollare: ‘Parte del partito si muove fuori dai limiti della democrazia’
italia
2 ore

Morto l’ex brigatista Corrado Alunni

Aveva 75 anni, componente delle Br della prima ora, fu anche protagonista con Vallanzasca della maxievasione nel 1980 dal carcere di San Vittore
stati uniti
2 ore

Giudice cancella licenze petrolifere concesse da Biden

Ennesimo schiaffo al presidente: ‘Ignorati gli effetti sul riscaldamento globale’. L’area, nel Nuovo Messico, è di oltre 300mila chilometri quadrati
Estero
3 ore

Il Covid pesa sui conti del Vaticano, deficit da 33 milioni

Oltre alla pandemia, a condizionare le finanze della Santa Sede anche il calo costante, da anni, delle donazioni all’Obolo di San Pietro
italia
3 ore

Casellati bocciata al Quirinale

La candidata di Salvini ha ottenuto meno di 400 voti: il quorum è 505. La Lega a caccia dei franchi tiratori
Confine
4 ore

Nei due bar chiusi nel Comasco anche ’ndranghetisti dal Ticino

I due locali a Cirimido e Cadorago sono considerati basi logistiche della potentissima cosca Molè della piana di Gioia Tauro
CONFINE
5 ore

A processo per il furto delle ceneri del marito

I fatti sono stati scoperti il 31 gennaio dell’anno scorso nel cimitero di Monte Olimpino. La vedova nega ogni addebito.
Estero
8 ore

Italia, multata l’azienda che aveva chiesto foto in costume

La multa per l’annuncio di lavoro di una società di Napoli che cercava una receptionist è stata inflitta dall’Ispettorato nazionale del lavoro
Confine
8 ore

’Ndrangheta, chiusi due locali nel Comasco

Secondo quanto emerso dalle indagini, i due bar a Cirimido e a Cadorago, gestiti da incensurati, avrebbero ospitato incontri e vertici fra malavitosi
venti di guerra
11 ore

Tra Russia e Ucraina c’è il Generale Inverno

Mosca ha strategia e forza d’urto, ma deve stare attenta al meteo e ai soldati di Kiev, ben addestrati e ben armati. L’invasione? Se ci sarà, sarà da sud
Estero
12 ore

‘Invasione russa dell’Ucraina possibilità concreta a febbraio’

A dirlo il presidente Usa in una telefonata con l’omologo ucraino Zelensky
01.12.2021 - 20:380
Aggiornamento : 21:49

L’Unione europea apre all’obbligo vaccinale

Preoccupa la variante Omicron, ma finora all’aumento esponenziale dei casi in Sudafrica, non fanno seguito i ricoveri in ospedale

“Fino a due o tre anni fa non lo avrei mai pensato, ma è tempo di discutere sull’obbligo vaccinale”. Dopo gli annunci di Austria e Grecia, è la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen a imprimere una spinta al dibattito sulle immunizzazioni vincolanti nell’Europa alle prese da settimane con la recrudescenza della pandemia e i nuovi timori legati alla variante Omicron.

Un’accelerazione che trova sponde anche in diversi Paesi Ue. Sull’ulteriore stretta, però, il governo italiano resta cauto. “Per ora ci possiamo permettere di non affrontare ancora questo argomento, perché gli italiani sono responsabili“, ha spiegato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “Ogni Paese ha le sue difficoltà, ma noi possiamo ancora permetterci di provare a convincere il 15% che ancora non si è vaccinato. Molti di loro hanno semplicemente paura, su quella parte - ha aggiunto - possiamo continuare a lavorare”. La campagna di immunizzazione "è fondamentale dati i numeri crescenti”, ha sottolineato dal canto suo il ministro della Salute Roberto Speranza, parlando di "numeri molto incoraggianti”, pari all’87,4% di prime dosi e all’84,5% di richiami sulla popolazione target, cui vanno aggiunti oltre 6,5 milioni di booster e dosi aggiuntive.

Timori globali

In Germania, dove l’obbligo vaccinale è in cima all’agenda dopo l’endorsement del cancelliere in pectore Olaf Scholz, si teme di arrivare a Natale con un nuovo record di occupazione delle terapie intensive con seimila pazienti, mentre già oggi con 4.690 posti occupati si sono resi necessari 80 trasferimenti da una regione all’altra e la messa in pre-allarme degli ospedali nei Paesi vicini.

A livello globale, resta forte la preoccupazione per i possibili effetti di Omicron. “Gli scienziati dicono di non saperne abbastanza. Servono due o tre settimane, che in pandemia sono un’eternità. Per questo la raccomandazione è vaccinatevi. Speriamo per il meglio, ma prepariamoci al peggio", ha avvertito ancora von der Leyen, parlando di una “corsa contro il tempo” e lanciando un appello per un maggiore coordinamento ai Paesi membri. "L’Ue è una regione epidemiologica, qualsiasi cosa facciamo e concordiamo come Ue deve essere centrato sulle persone, non è un discorso di frontiere. Il virus non si ferma alle frontiere”, ha aggiunto la presidente della Commissione.

Il nuovo ceppo, già trovato in decine di pazienti in almeno 24 Paesi nel mondo, continua intanto a diffondersi rapidamente. In Sudafrica, dove una settimana fa è stato individuato per la prima volta, i contagi giornalieri sono raddoppiati rispetto a ieri, salendo a oltre 8 mila, e cresciuti di oltre il 400% su base settimanale. Ma il numero dei ricoveri non ha registrato aumenti significativi.

Al lavoro sul nuovo vaccino

E mentre si rafforzano chiusure e restrizioni ai viaggi, e gli scienziati accelerano gli studi - a Cuba sarebbero già al lavoro per un aggiornamento del vaccino -, sulla nuova mutazione l’Organizzazione mondiale della Sanità resta prudente. “Non abbiamo tutte le informazioni sulla trasmissibilità - ha detto la responsabile per le emergenze Maria Van Kerkhove - anche se qualche elemento suggerisce che sia più trasmissibile”.

Ma le condizioni della maggior parte dei contagiati con la nuova variante sono finora “lievi”, sottolinea sempre l’Oms, secondo cui non ci sono al momento prove che suggeriscano che l’efficacia dei vaccini sia stata ridotta dal nuovo ceppo. Parlando della nuova emergenza, il direttore generale dell’agenzia dell’Onu Tedros Adhanom ha lanciato l’allarme sul “mix tossico” di bassa copertura vaccinale e poche persone testate, che potrebbe continuare a generare nuove varianti. Ma anche sugli sviluppi nelle prossime settimane l’Oms non si sbilancia, invitando gli europei a essere “pazienti” di fronte ai timori di un Natale in lockdown.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved