in-austria-no-vax-avvelenati-da-un-vermifugo-per-cavalli
Keystone
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
4 ore

Due rapper 20enni arrestati per rapine fra Milano e Sondrio

Assieme ai due, Baby Gang e Neima Ezza, è stato fermato anche un 18enne. Avevano minacciato diversi giovani facendosi consegnare soldi e gioielli
Estero
4 ore

A Tonga i primi aerei con aiuti umanitari dopo l’eruzione

Australia e Nuova Zelanda hanno inviato velivoli militari. Le autorità tongane chiedono precauzioni per evitare che con gli aiuti giunga anche il virus
Francia
12 ore

Auto si inabissa nel Lago Chalain: quattro morti

Grave indicente stradale nel Giura francese. Tutte giovanissime le vittime: erano studenti di un collegio della zona
stati uniti
16 ore

Biden a picco nei sondaggi: ‘Fiero del mio primo anno’

Il gradimento è perfino peggiore di quello di Trump. Ma lui rilancia: ‘L’America è di nuovo in moto’
Estero
17 ore

I talebani chiedono il riconoscimento ai Paesi musulmani

Mentre l’Afghanistan sprofonda nel baratro economico, i nuovi governanti cercano una normalizzazione delle relazioni internazionali
Estero
17 ore

L’esplosione a Tonga come 500 bombe di Hiroshima

Uno scienziato capo della Nasa parla della ‘maggior eruzione degli ultimi decenni, registrata fino a 9’000 chilometri di distanza’
italia
17 ore

Berlusconi, il Quirinale si allontana

Il centrodestra sembra voler scegliere un altro candidato. L’opzione Draghi potrebbe far saltare ogni accordo sul prossimo governo
regno unito
17 ore

Johnson: stop a green pass e mascherine

Contagi in calo. Verrà revocata anche la raccomandazione del lavoro da casa.
17.11.2021 - 15:530
Aggiornamento : 16:51

In Austria no-vax avvelenati da un vermifugo per cavalli

Diversi i casi fra persone convinte di curare il Covid-19 con l’ivermectina, raccomandata anche da un politico di destra ma sconsigliata dai medici

Oltre che con l’aumento dei ricoveri per Covid, gli ospedali austriaci hanno un altro problema ultimamente: quello di diverse persone contrarie al vaccino e ricoverate per avvelenamento dopo aver provato a curare il Covid con l’ivermectina, un farmaco abitualmente usato per sverminare i cavalli. Come riporta il Blick, nonostante gli avvertimento della stessa azienda produttrice, Merck, dei farmacisti e dei medici, numerose persone ritengono che il farmaco sia utile per curare il Covid, e ne stanno facendo incetta tanto che in Austria è esaurito, e anche il presidente del partito di destra Fpö, Herbert Kinkl, ha raccomandato l’uso dell’ivermectina contro il Covid-19.

Dosi da cavallo e avvelenamenti

Riguardo all’efficacia del farmaco, Swissmedic ribadisce che al momento non ci sono prove scientifiche che dimostrino che può prevenire o curare in modo affidabile il Covid, e che “chi assume ivermectina in maniera incontrollata, mette a rischio la propria salute”. L’avviso è arrivato in seguito alla scoperta da parte dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD) di numerose spedizioni verso la Svizzera di medicamenti illegali, il 93% delle quali riguardava appunto l’ivermectina, che nella Confederazione è autorizzata solo per la cura degli animali. Dello stesso avviso di Swissmedic è l’omologa Agenzia europea del farmaco (Ema), secondo la quale “l’uso di ivermectina per la prevenzione o il trattamento di Covid-19 non può essere al momento raccomandato al di fuori di studi clinici controllati”; l’Ema precisa inoltre che “sebbene l’ivermectina sia generalmente ben tollerata alle dosi autorizzate per altre indicazioni, gli effetti indesiderati potrebbero aumentare se si utilizzassero dosaggi più elevati necessari ad ottenere concentrazioni di medicinale nei polmoni che siano efficaci contro il virus. Non si può pertanto escludere tossicità quando l’ivermectina è utilizzata a dosi superiori rispetto a quelle approvate”.

Avvertimento non seguito dai no-vax austriaci, almeno secondo quanto dichiara il capo della Camera dei farmacisti austriaci, Thomas Veitschegger, al portale “OÖ Nachrichten”. “Molte persone stanno prendendo il farmaco in modo completamente sbagliato”, ovvero, nelle dosi raccomandate non agli esseri umani, bensì ai cavalli. E, come riferisce la Camera dei farmacisti, si registrano già casi di avvelenamento fra chi ha scelto di curare il Covid-19 con dosi, letteralmente, da cavallo di ivermectina. Questo, nonostante anche la Food&Drug Administration statunitense fosse stata molto più esplicita in un suo tweet: “Non siete cavalli. Non siete mucche. Tutti voi. Smettetela”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved