ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
29 min

’Ndrangheta, sequestrati beni per 45 milioni tra Italia e Usa

I patrimoni sono riconducibili a due fratelli imprenditori nel settore edilizio-immobiliare
Estero
9 ore

Minaccia terroristica: chiude l’ambasciata svizzera ad Ankara

Un portavoce del Dipartimento federale degli affari esteri ha parlato di informazioni concrete di pericolo di attentati
Estero
11 ore

Protagonista del Ticinogate, Gerardo Cuomo di nuovo arrestato

Nel 2001 era stato al centro di uno scandalo di corruzione. Più volte nel mirino delle inchieste per contrabbando di sigarette, è stato fermato a Bologna.
stati uniti
12 ore

La Fed alza i tassi dello 0,25%, mai così alti dal 2007

La Federal Reserve parla di mossa appropriata in vista degli obiettivi massima occupazione e inflazione al 2%
russia
12 ore

Il ritorno di Stalin, un busto a Volgograd

Nell’ottantesimo anniversario della battaglia di Stalingrado, tra storia e propaganda
la guerra in ucraina
12 ore

Gli Stati Uniti pronti a fornire missili più potenti a Kiev

Pure Netanyahu valuta l’invio di armi a Zelensky, e intanto si offre come mediatore con Mosca
stati uniti
13 ore

NIkki Haley sfida Trump alla Casa Bianca

Atteso per il 15 febbraio l’annuncio ufficiale dell’ex ambasciatrice all’Onu. Intanto l’Fbi torna dall’ex presidente per i documenti top secret
stati uniti
13 ore

Afroamericano in sedia a rotelle ucciso dalla polizia

Shock a Los Angeles,10 colpi contro l’uomo con le gambe amputate
Estero
16 ore

Con un vitello sulla Piazza Rossa, 13 giorni di carcere

La giovane fermata a Mosca, attivista per i diritti degli animali, condannata per aver resistito all’arresto: sulla Piazza è vietata ogni manifestazione
06.08.2021 - 21:23
Aggiornamento: 21:59

I Talebani conquistano il primo capoluogo in Afghanistan

volta dell’offensiva: la caduta di Zaranj significa che ormai anche le città sono in pericolo. Ucciso a Kabul il capo della comunicazione del governo.

i-talebani-conquistano-il-primo-capoluogo-in-afghanistan
Keystone
Un Paese in preda al caos

Roma – L'offensiva dei Talebani per riprendersi l'Afghanistan, fin qui inesorabile, ha segnato un ulteriore successo strategico. I ribelli hanno conquistato il primo capoluogo provinciale, nel sud-ovest, da quanto le truppe Nato si sono ritirate: un segnale che anche le città ora sono in pericolo. Persino Kabul, dove è stato ucciso il capo della comunicazione del governo.

Nelle mani dei ribelli fondamentalisti è finita Zaranj, importante centro commerciale della provincia di Nimruz, al confine con l'Iran. Dopo aver preso i distretti circostanti e aver tentato diverse volte l'ingresso in città, i talebani ci sono riusciti "senza combattere", ha spiegato il vicegovernatore della provincia Roh Gul Khairzad. Mentre altre fonti locali riferivano che le truppe regolari erano in gran parte fuggite "dopo aver perso il morale, togliendosi le uniformi e passando in Iran".

Appelli caduti nel vuoto

I Talebani minacciavano da giorni Zaranj. "Ho supplicato il supporto aereo e il dispiegamento delle forze speciali, ma sfortunatamente nessuno mi ha ascoltato", ha raccontato il parlamentare Gul Ahmad Noorzad. La caduta di un capoluogo di provincia segna una significativa escalation nell'offensiva dei Talebani. Nei primi mesi i combattimenti erano concentrati nelle aree rurali del paese, ma di recente gli insorti avevano iniziato a stringere d'assedio alcune delle più grandi città, come Herat a ovest (dove si concentrava il contingente italiano) e Lashkar Gah a sud. Zaranj in particolare garantirà ai talebani di controllare un altro pezzo di frontiera, dopo aver conquistato tanti valichi ai confini con Pakistan, Iran, Tagikistan, Turkmenistan e Pakistan: una fonte vitale di entrate, ricavate dai dazi.

I Talebani hanno intensificato anche gli attacchi nella capitale Kabul contro alti funzionari del governo, di fatto per logorare il presidente Ashraf Ghani e costringerlo alla resa. L'ultima vittima è stata Dawa Khan Menapal, alla guida del gruppo che supervisionava le operazioni per i media locali e stranieri. Assassinato durante la preghiera del venerdì. Il portavoce dei talebani Zabiullah Mujahid ha rivendicato l'omicidio, così come l'attentato suicida che mercoledì scorso aveva preso di mira la casa del ministro della difesa Bismillah Khan (che però non c'era), uccidendo 8 civili e ferendone 20.

Attacchi aerei senza effetti visibili

Ufficialmente, il tentato omicidio del ministro è stato motivato come una risposta ai raid contro le postazioni talebane effettuati dai governativi con il sostegno degli Stati Uniti. Gli attacchi aerei sono particolarmente intensi nella provincia meridionale di Helmand, dove la capitale Lashkar Gah è sotto assedio e l'esercito sta lottando per mantenerne il controllo. La guerra dal cielo, tuttavia, non sembra stia rallentando i Talebani. Come se non bastasse, gli americani il 31 agosto completeranno il loro ritiro. Ed il generale dei marine Kenneth McKenzie, che sovrintende alle operazioni, si è impegnato a sospendere gli attacchi aerei in quella data. Tra meno di un mese.

Così in questa fase concitata si registra solo un appello dell'inviata Onu in Afghanistan Deborah Lyons ai Talebani perché fermino gli attacchi contro le città. E una richiesta al Consiglio di Sicurezza perché avverta i ribelli che "un governo imposto con la forza non sarà riconosciuto".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved