NY Rangers
1
PHI Flyers
0
1. tempo
(1-0)
Detroit Red Wings
Seattle Kraken
01:30
 
TOR Leafs
COL Avalanche
01:30
 
OTT Senators
VAN Canucks
01:30
 
due-anni-di-carcere-alle-giornaliste-bielorusse
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Stati Uniti
3 ore

Il 15enne killer del Michigan alla sbarra come adulto

La procuratrice si dice ‘fiduciosa’ di poter dimostrare che l’uccisione di quattro persone sia da classificare come un reato premeditato
Estero
4 ore

L’Unione europea apre all’obbligo vaccinale

Preoccupa la variante Omicron, ma finora all’aumento esponenziale dei casi in Sudafrica, non fanno seguito i ricoveri in ospedale
Estero
5 ore

La sfida dell’Ue alla Via della Seta

Trecento miliardi di euro per un nuovo maxi-piano di investimenti infrastrutturali in grado di competere con la Cina
stati uniti
5 ore

La Corte Suprema Usa verso una stretta sull’aborto

La maggioranza conservatrice pronta a porre nuovi limiti dopo 50 anni. Biden contrario: ‘Sono per la libertà di scelta’
Estero
6 ore

Bomba della Seconda guerra mondiale esplode a Monaco di Baviera

Tre feriti è il bilancio dell’esplosione avvenuta all’interno di un cantiere, dopo la perforazione di un ordigno del peso di 250 chilogrammi
Confine
6 ore

Impennata di casi pure in Lombardia

Tra le province più colpite dalla nuova ondata di coronavirus c’è quella di Varese
Estero
6 ore

Barca si rovescia, strage di bambini in Nigeria

Avrebbero dovuto partecipare a una cerimonia religiosa. Una cinquantina le vittime
Coronavirus
7 ore

Omicron più trasmissibile, ma contagi perlopiù ‘lievi’

L‘Oms si dimostra prudente rispetto alla nuova variante del Covid. ‘Nei prossimi giorni più informazioni’
Estero
12 ore

Eitan ritornerà in Italia con la zia il 3 dicembre

La zia paterna, Aya Biran, nei mesi scorsi ha già presentato richiesta ai giudici per l’adozione
Estero
18.02.2021 - 19:060

Due anni di carcere alle giornaliste bielorusse

Katsyaryna Andreyeva e Darya Chultsova avevano filmato le proteste di Minsk contro Lukashenko. Per lo stato il loro servizio era ‘un disturbo all'ordine civile’

a cura de laRegione

Katsyaryna Andreyeva e Darya Chultsova, le due giornaliste di Belsat (la stazione televisiva satellitare polacca rivolta alla Bielorussia), sono state condannate a due anni di prigione per aver riportato in diretta una manifestazione a Minsk, nel novembre scorso. La sentenza, l'ultima di una lunga scia di repressione da quando è scoppiata la protesta, è stata definita "assurda" dal legale delle reporter dato che le giornaliste "stavano solo facendo il loro mestiere". Sulla vicenda è intervenuta anche la leader dell'opposizione, Svetlana Tikhanovskaya, ora in esilio. "Basta guardare Darya e Katsiaryna: forti, sorridenti, salutano i loro cari attraverso le sbarre. Lukashenko non può spezzarci", ha scritto su Twitter in sostegno alle reporter. Andreyeva e Chultsova, 27 e 23 anni, nella loro ultima dichiarazione in aula hanno nuovamente respinto le accuse contro di loro, definendole politicamente motivate in quanto la loro unica ragione per essere alla protesta era quella di documentare cosa stava accadendo (live via streaming).

L'attivista massacrato

Evidentemente il loro lavoro non è piaciuto ai piani alti del regime, dato che le forze dell'ordine si sono presentate nell'appartamento da dove stavano trasmettendo - e che aveva una buona visuale sulla piazza dove stava avvenendo la manifestazione in ricordo di Raman Bondarenko, attivista massacrato di botte da frange estremiste vicine alle autorità - e le hanno arrestate. "Andreyeva e Chultsova avevano appena coperto un'azione di protesta", ha ricordato il legale Syarhey Zikratski. "Tutti abbiamo seguito i loro servizi. Le parole che hanno usato erano solo una descrizione di ciò che stava accadendo e sono state erroneamente utilizzate come base per l'accusa contro di loro", ha dichiarato Zikratski sottolineando che il lavoro giornalistico non può essere definito "disturbo dell'ordine civile", come sentenziato dalla corte.

L'asse col Cremlino

Il marito di Andreyeva, Ihar Ilyash, anch'egli un giornalista, si è scagliato contro la sentenza: "Ora tutti noi giornalisti dobbiamo riferire ancora di più cosa sta avvenendo per distruggere completamente questo regime terroristico". Nel mentre il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, visto sempre di più come un paria dalla comunità internazionale, ha annunciato che lunedì prossimo, il 22 febbraio, si incontrerà con Vladimir Putin per "estesi colloqui". Lukashenko ha negato che chiederà a Mosca un altro prestito, questa volta per tre miliardi di dollari, così come sostengono alcune voci. "Ci sono cose più importanti di cui parlare, come il sostegno della Russia alla difesa e alla sicurezza del nostro Paese", ha detto Lukashenko precisando che, oltre a Putin, vedrà il vice segretario del Consiglio di Sicurezza, Dmitry Medvedev. Il Cremlino ha confermato l'incontro precisando che i due leader si concentreranno sui "rapporti bilaterali", benché non si escludono scambi di vedute sui principali argomenti dell'agenda "internazionale". Mosca, non è un segreto, resta interessata al progetto dello Stato dell'Unione in un'ottica di "maggiore integrazione". Chi conosce il dossier sostiene però che si tratterebbe quasi di un'annessione. Lukashenko, per ora, è riuscito a resistere alle mire del Cremlino.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved