laRegione
treviri-i-morti-salgono-a-5-nessuna-prova-di-matrice-politica
(Keystone)
Germania
01.12.2020 - 19:120
Aggiornamento : 23:28

Treviri, i morti salgono a 5. Nessuna prova di matrice politica

Una quindicina le persone ferite. Il 51enne arrestato non era classificato come persona pericolosa e a rischio di commettere atti di violenza a sfondo politico

In Germania un uomo ha investito la folla con un Suv nell’area pedonale di Treviri (Renania-Palatinato), uccidendo attorno alle 14 di ieri cinque persone e ferendone una quindicina. Fra le vittime anche una bimba di appena 9 mesi. Il conducente dell’auto, un tedesco di 51 anni della zona, è stato fermato dalla polizia quattro minuti dopo l’attacco. La Procura ha escluso che dietro il gesto vi fosse un movente politico o terroristico. L’arrestato non ha precedenti penali, era ubriaco e sarà sottoposto a una perizia psichiatrica: da giorni pare vivesse nell’auto invece che al suo domicilio. “La traiettoria a zig zag è stata scelta in modo mirato, per colpire e far male”, ha spiegato in serata il ministro dell’Interno del Land, Roger Lewenz, incontrando la stampa. Nel bilancio delle vittime, oltre alla bimba la cui madre è ricoverata in ospedale, ci sono una ragazza di 25 anni, un uomo di 45 anni e due donne di 52 e 72. Inoltre tre persone risultano in condizioni gravi, cinque in condizioni serie e sei lievemente ferite.

“Non vi sono indizi che lascino pensare a un movente politico, terroristico o religioso”, ha spiegato il procuratore Peter Fritzen in conferenza stampa. A bordo di un Suv metallizzato, guidando a fortissima velocità, l’uomo ha imboccato la Simeonstraße che porta verso la famosa Porta Nigra, e poi la Christophstraße, dove la polizia è riuscita a neutralizzarlo nel giro di pochi minuti. ANSA/RED

© Regiopress, All rights reserved