laRegione
trattative-sui-confini-libano-israele
Nabih Berri, presidente del parlamento libanese (Keystone)
Estero
01.10.2020 - 17:540

Trattative sui confini Libano-Israele

Gli Stati Uniti avranno un ruolo di mediatore durante i colloqui che si terranno nella città di Naqoura

Libano e Israele terranno colloqui sotto l'egida dall'Onu sui loro contesi confini terrestri e marittimi: lo ha annunciato oggi il presidente del parlamento libanese Nabih Berri.

Gli Stati Uniti avranno un ruolo di mediatore durante i colloqui che si terranno nella città di Naqoura, nel sud del Libano, dove tra l'altro è insediato il comando dell'Unifil, ha detto Berri in una conferenza stampa, senza fornire una data.

Il ministro dell'energia israeliano Yuval Steinitz ha da parte sua confermato che Israele e Libano, su mediazione degli Stati Uniti, apriranno trattative per definire i confini marittimi tra i due paesi che formalmente sono ancora in guerra.

"Israele e Libano - ha spiegato il ministro - terranno contatti diretti, con la mediazione americana, per i confini delle acque commerciali tra le due nazioni. Il nostro obiettivo è mettere fine alle divergenze sulla questione per aiutare lo sviluppo delle risorse naturali a beneficio dei popoli della regione".

L'intesa è giunta grazie alla spola tra i due paesi condotta da Davide Shenker, consigliere del segretario di stato americano Mike Pompeo.

Steinitz ha anche aggiunto che si tratta della "prima trattativa di carattere civile politica tra i due paesi negli ultimi 30 anni". I colloqui, ha aggiunto, dovrebbero cominciare al più presto. Sullo sfondo dell'accordo anche l'obiettivo di sfruttare i giacimenti di gas naturale al largo delle coste.

© Regiopress, All rights reserved