mano-dura-della-polizia-in-bielorussia-ue-convoca-vertice
Minsk (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Italia
2 min

Milano capitale d’Italla delle multe: 102 milioni di incassi

A Napoli soli 27mila euro dagli autovelox. Il record a Melpignano: 5 milioni di incassi (2’300 a cittadino, se rapportato al numero di abitanti)
Stati Uniti
14 ore

A Trump di dimostrare che i documenti erano declassificati

Spetta all’ex presidente degli Stati Uniti provare che il materiale ‘top secret’ requisiti dall’Fbi erano tutti desecretati
Francia
14 ore

Campionessa di sci alpinismo muore sul Monte Bianco

Adèle Milloz e un’altra alpinista forse tradite dal distacco di una frana. L’incidente si è verificato sul versante dell’Aiguille du Pigne
Stati Uniti
14 ore

Spinto dalla perquisizione a Trump l’uomo abbattuto dall’Fbi

La polizia lo aveva abbattuto mentre cercava di fare irruzione, armato di fucile, nella sede degli investigatori
Stati Uniti
17 ore

Auto si schianta contro un pub: almeno 14 feriti

L’incidente è avvenuto ad Arlington, in Virginia. Dopo l’impatto, nel locale si è sprigionato un incendio
Italia
17 ore

Furto nella casa dei suoceri di Domenico Berardi

Ignoti sono penetrati nell’abitazione dei genitori della moglie del calciatore del Sassuolo e della nazionale azzurra
Ungheria
17 ore

Gazprom apre i rubinetti verso l’Ungheria

Flusso aumentato in agosto di 2,6 milioni di metri cubi al giorno. Colloqui in corso per ulteriori incrementi per settembre
Italia
18 ore

Riparbella, una festa di compleanno finisce in dramma

Un turista tedesco 54enne cade da un muro e precipita in una scarpata in un’area rurale, morendo
Lituania
21 ore

Anche la Lituania medita possibili limitazioni ai visti russi

Dopo l’analoga decisione dell’Estonia (dove le regole cambieranno a partire dal 18 agosto), anche Vilnius sta valutando un inasprimento
Italia
21 ore

Ondata di maltempo a Stromboli, si lavora al ripristino

Protezione civile, abitanti e pure turisti fianco a fianco per ripulire le strade invase da fango e massi dopo i temporali
12.08.2020 - 21:11

Mano dura della polizia in Bielorussia, Ue convoca vertice

Il bilancio ufficiale degli scontri è di un migliaio di arresti e 65 feriti, tra cui 51 manifestanti e 14 agenti. Tra i dimostranti si conta almeno un morto

Calci e manganellate contro persone a terra inermi, lacrimogeni e granate stordenti contro chi contesta la vittoria dell' "ultimo dittatore d'Europa" alle presidenziali e denuncia massicce irregolarità nel voto. In Bielorussia la polizia continua a soffocare le proteste anti-regime in maniera brutale, con un uso sproporzionato della forza che ha sollevato indignazione in gran parte della comunità internazionale. L'Alto Commissario Onu per i diritti umani Michelle Bachelet ha fermamente condannato la repressione delle manifestazioni e lo stesso hanno fatto le diplomazie occidentali, da Washington a Bruxelles, con l'Ue che ha convocato per venerdì un consiglio degli Esteri straordinario
durante il quale potrebbero essere adottate nuove misure restrittive nei confronti delle autorità di Minsk. Il bilancio ufficiale degli scontri della scorsa notte è di un migliaio di arresti e 65 feriti, tra cui 51 manifestanti e 14 agenti.

Ma stavolta, stando a quanto riferisce lo stesso ministero dell'Interno, gli agenti hanno anche aperto il fuoco contro i dimostranti. La polizia sostiene infatti di aver sparato contro un gruppo di dimostranti a Brest e di aver ferito
uno di loro. Gli agenti dichiarano di aver sparato per difendersi dopo essere stati "attaccati da un gruppo di cittadini aggressivi che avevano in mano spranghe di metallo", ma è difficile verificare se questa versione corrisponda al
vero. Per ora i video pubblicati sul web e le testimonianze dei giornalisti sul posto raccontano di violenze della polizia che non hanno precedenti nella più recente storia bielorussa. Polonia, Lettonia e Lituania - il Paese dove è stata costretta a emigrare la leader dell'opposizione Svetlana Tikhanovskaya - hanno proposto un piano di de-escalation in tre punti, che prevede un Consiglio nazionale bielorusso con rappresentanti del governo e della società civile, la fine delle violenze da parte del regime e la liberazione dei tantissimi manifestanti finiti dietro le sbarre. Altrimenti potrebbero scattare le misure restrittive sul tavolo di Bruxelles. Anche la ministra degli Esteri svedese Ann Linde ha spiegato che l'Ue potrebbe sanzionare i responsabili della repressione se il governo dovesse rifiutarsi di rilasciare le migliaia di persone arrestate in questi giorni.

In tutto, sarebbero 6.000 le persone trascinate via dalla polizia dalla notte di domenica, quando i poco credibili risultati del trionfo di Lukashenko alle presidenziali ha fatto esplodere le proteste. Gli oppositori denunciano brogli massicci e molti osservatori ritengono costruita a tavolino la "maggioranza bulgara" dell'80% con la quale la Commissione elettorale ha annunciato la rielezione di colui che governa la Bielorussia col pugno di ferro ormai da oltre un quarto di secolo. I feriti, stando ai dati ufficiali, sono 250. Ma tra i dimostranti si conta almeno un morto. Il regime di Lukashenko non ha risparmiato neanche i giornalisti, alcuni sono stati picchiati, altri sono stati arrestati. Si stima che siano una cinquantina i reporter finiti in un centro detentivo bielorusso e tra loro c'è anche un italiano, Claudio Locatelli, ora libero. "Sono stato brutalmente arrestato e dopo tre giorni senza cibo e poca acqua sono libero", racconta in un video girato nell'ambasciata italiana a Minsk.

La gente però non resta in silenzio davanti alla ferocia del regime e oggi le donne bielorusse sono state protagoniste di una serie di pacifiche manifestazioni: a decine, a volte a centinaia, si sono messe l'una accanto all'altra creando delle vere e proprie catene umane in segno di solidarietà con chi è rimasto ferito negli scontri. Alcune di loro avevano in mano dei fiori. Tante erano vestite di bianco, il colore diventato il nuovo simbolo del dissenso in Bielorussia. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved