28.06.2021 - 11:16

Como-Brogeda, intercettati oltre 344'000 euro non dichiarati

Nelle ultime settimane diverse persone sono state fermate in dogana mentre cercavano di portare oltreconfine importanti quantità di denaro

como-brogeda-intercettati-oltre-344-000-euro-non-dichiarati
Guardia di Finaza, Comando provinciale di Como

Continua l’attività di vigilanza dei Funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli della Sezione Operativa Territoriale (Sot) di Ponte Chiasso e dei militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Ponte Chiasso, diretta a contrastare il traffico transfrontaliero di valuta. Come riporta un comunicato, nelle scorse ore, presso il valico autostradale di Brogeda, "è stata rinvenuta la somma di 68'500 euro, portata al seguito da un cittadino austriaco residente in Svizzera, che aveva dichiarato di detenere 'solo' 40'000 franchi". A seguito del controllo della dichiarazione resa, invece, "sono stati scoperti, sulla persona del transitante, 75'350 franchi, di cui 73'000 in tagli da 1'000. In mancanza delle condizioni per consentire al trasgressore di accedere al beneficio
dell’oblazione, si è proceduto, nei termini di legge, a sequestrare il 50% dell’eccedenza – pari a 29'250 euro, trattenendo la somma di 32'190 franchi, a cui sono state successivamente aggiunte le commissioni per il cambio valuta". Tale somma è sequestrata a garanzia del pagamento della sanzione amministrativa determinabile dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in una
misura che può andare dal 30% al 50% dell’eccedenza stessa.

Nel corso delle ultime settimane, si legge ancora nel comunicato, "si è altresì proceduto alla contestazione di ben nove violazioni dell’obbligo di dichiarazione valutaria prescritto dal D. Lgs. n. 195/08 di somme superiori ai 10'000 euro, per un totale di 275'805 euro. Sussistendone le condizioni, i trasgressori sono stati ammessi al beneficio dell’oblazione immediata, pagando contestualmente un importo pari al 15% dell’eccedenza, per un totale di 27'871 euro". Dei trasgressori, quattro avevano cittadinanza italiana e i restanti belga, tedesca, svizzera, serba e kosovara.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved