Ti-Press
Confine
14.12.2018 - 18:410

Frana di Maccagno, riapertura della strada annunciata per domani

I massi hanno bloccato anche la linea ferroviaria tra Bellinzona e Luino

Potrebbe essere riaperta domani in giornata la strada statale 394 del Verbano orientale, chiusa dalle 2 della notte tra giovedì e venerdì a seguito di una frana caduta all'altezza di Maccagno con Pino e Veddasca: frana che ha comportato anche la chiusura della linea ferroviaria internazionale che collega Luino a Bellinzona. Diversi massi oltre che sulla sede stradale sono caduti anche sui binari, colpendo un treno merci che viaggiava in direzione della Svizzera. Non ci sono feriti e neppure danni alla merce trasportata. Il treno è stato riportato a Luino. Tra Gallarate e Luino per tutta la giornata di ieri i bus hanno sostituito i treni. Non è ancora noto quando la circolazione ferroviaria verrà ripresa.

Oggi, quando sull'intera zona era calato il buio, in comune a Maccagno si è svolto un incontro nel corso del quale è stato fatto il punto dei lavori per la messa in sicurezza della parete rocciosa. Si è deciso di tenere chiusa la statale almeno sino alle 15 di domani.  Stasera fino alle 20  e alle 6 alle 8 di domani la via sarà percorribile solo a piedi e per motivi di sicurezza con la scorta della Protezione civile. Finestre aperte per i frontalieri che a Maccagno potrebbero salire sulle autovetture di colleghi.

Ancora una volta a subire i maggior disagi sono i frontalieri che chiuso il valico di Dirinella sono stati dirottati sui valichi di Fornasette, Palone, Cremanaga e Lavena Ponte Tresa. Caos a Lavena Ponte Tresa dove in via Libertà sono in corso lavori. Anche domani tutte le scuole di Maccagno resteranno chiuse. Lo ha deciso il sindaco Fabio Passera. Maccagno rimane isolata dall'Italia: chiusa la ferrovia e la statale 394 è sospeso anche il collegamento via lago Luino-Maccagno.

Tags
maccagno
domani
luino
frana
via
strada
© Regiopress, All rights reserved