laRegione
Nuovo abbonamento
verbania-una-passerella-galleggiante-sul-lago
Confine
22.02.2018 - 09:250

Verbania, una passerella galleggiante sul lago

L'interesse della giunta cittadina per un progetto che ricorda quanto realizzato sul Lago d'Iseo. Per rilanciare il turismo una mossa interessante. Ma servono i finanziamenti EU

Una ''passerella'' galleggiante per  camminare sulle acque del Lago Maggiore: da Pallanza all'isolino San Giovanni. Una passeggiata lunga poco meno di trecento metri. L'idea, lanciata dall'Unione turistica Lago d'Orta, è stata raccolta da Silvia Marchionini, sindaca di Verbania che ha fiutato il potenziale turistico e attrattivo di un progetto che si pone nella scia del successo ottenuto, nell'estate del 2016, dal percorso (meta)fisico di ''The Floating Piers'' , i  ''moli  galleggianti'': tre chilometri da Sulzano a Monte Isola all'isolotto di San Pietro, sul lago d'Iseo, opera di Christo Vladimirov Yavacheh. Un successo clamoroso: un milione e mezzo i ''marziani'' che hanno calpestato  sul lago d'Iseo i cubi di polietilene assemblati come pezzi di Lego. E un indotto da 3 milioni di euro al giorno. «E' un'opportunità che ci interessa -ha dichiarato Silvia Marchionini - Ho incontrato i promotori per un primo scambio di idee. C'è da parte nostra l'intenzione di approfondire la proposta e dare il via alle pratiche burocratiche. Il progetto è solo abbozzato. Ci sono questioni che debbono essere messe a punto. Incominciando da finanziamenti». Una possibilità di trovare fondi deriva dal Piano Juncker, attuale presidente della Commissione Europea. Piano che prevede stanziamenti a favore di iniziative finalizzare al rilancio turistico.  Aggiunge la sindaca di  Verbania: «Andiamo avanti nel progetto solo se avremo le spalle coperte». L'idea della ''passerella'' galleggiante su Verbano prevede una 'piazza'' all'isolina San Giovanni per gli eventi. Quello sul Lago Maggiore sarebbe una ''passeggiata'' a pagamento, mentre sul lago d'Iseo era gratuita.  «Un biglietto a pagamento - prevede Marchionini - in quanto ci saranno molte spese sia per la logistica che per il personale di sorveglianza e per la sicurezza dei visitatori''. Non ha dubbi Silvia Marchionini: '' Nessun dubbio sul fatto che una camminata sulle acque del nostro lago, senza pensare ai numeri del lago d'Iseo, rilancerebbe il turismo».  I tempi? Per ora nessuno si sbilancia.

© Regiopress, All rights reserved