ULTIME NOTIZIE Culture
Società
4 ore

Divorzio Kardashian-West: lui sborserà 200mila dollari al mese

Kim e Kanye si erano sposati nel 2014. La crisi è arrivata nel 2020, quando West annunciò la sua candidatura alla presidenza Usa.
Società
16 ore

Chiude il fast food, là dove nacquero i ‘paninari’

Si tratta del McDonald’s di piazza San Babila, culla negli anni Ottanta del fenomeno modaiolo ossessionato da griffe e linguaggio in codice
Scienze
19 ore

Morto Bernard Crettaz, etnologo specializzato in riti mortuari

Anche sociologo, il vallesano insieme alla moglie Yvonne Preiswerk aveva creato i ‘Café mortels’, ritrovi per parlare del fine-vita. Aveva 84 anni
Spettacoli
21 ore

Il Sociale diventa una ‘Funeral Home’ con Giacomo Poretti

Il Teatro di Bellinzona propone la commedia per la sezione ‘Com.x’. Per la rassegna ‘Narrazioni’ salirà sul palco ‘52’ della Compagnia Finzi Pasca
Culture
1 gior

Ritrovate oltre 4’000 pagine di appunti da lezioni di Hegel

Le trascrizioni furono effettuate da uno dei primi studenti del filosofo tedesco all’Università di Heidelberg
Spettacoli
1 gior

Morto Clarence Gilyard, star di ‘Walker Texas Ranger’ e ‘Matlock’

Aveva 66 anni ed era malato da tempo. Nel suo curriculum anche un ruolo di rilievo al cinema in ‘Die Hard - Trappola di cristallo’ e in ‘Top Gun’
Culture
1 gior

‘Penuria’ è la parola svizzera dell’anno 2022 in italiano

È quanto emerge dalla tradizionale classifica stilata dalla Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo. Sul podio anche ‘invasione’ e ‘coraggio’
Spettacoli
1 gior

‘72 Seasons’, il ritorno dei Metallica con album e tour

Il nuovo lavoro della storica band metal americana uscirà il 14 aprile 2023 e sarà seguito da un lungo giro di concerti fra Usa ed Europa
Libri
1 gior

Le ciliege della costa del Mar Nero

Pubblichiamo un estratto dalla prima sezione del terzo capitolo ‘Üsküdar’ tratto dal libro ‘Un inverno a Istanbul’, tradotto da Laura Bortot
07.09.2022 - 13:50
Aggiornamento: 17:57

Addio a Just Jaeckin, regista di ‘Emmanuelle’

Diresse il film simbolo della rivoluzione sessuale degli anni 70, al tempo passibile di censura, oggi opera ‘romantica’

Ats, a cura di Red.Cultura
addio-a-just-jaeckin-regista-di-emmanuelle
YouTube Julia Jaeckin
1940-2022

Il regista francese Just Jaeckin, autore del film erotico ‘Emmanuelle’, è morto all’età di 82 anni in Bretagna dopo lunga malattia. Il film fu il più grande successo del 1974 in Francia. Rimasto in cartellone per tredici anni sugli Champs-Elysées, ‘Emmanuelle’ racconta le avventure sessuali di una giovane donna in Asia, divenute fenomeno sociale. Il film è stato visto nei cinema da diverse decine di milioni di spettatori in tutto il mondo: ottenibile oggi per il noleggio on demand, è stato disponibile su Netflix per un certo periodo nel 2020, dapprima sconsigliato ai minori di 16 anni, poi presentato come ‘opera romantica’.

‘Emmanuelle’, il film, è l’adattamento dell’omonimo bestseller erotico scritto da Emmanuelle Arsan nel 1959. Il produttore Yves Rousset-Rouard, desiderando affidare il progetto a un giovane regista, contattò Just Jaeckin, fotografo di moda e celebrità, felice di girare un lungometraggio. Quando andò in commissione, nel 1974, l’opera sarebbe stata passibile di censura se non fossero stati effettuati determinati tagli, ma la morte del presidente Georges Pompidou portò alla nomina di un nuovo Segretario di Stato alla Cultura, che permise l’uscita del film nelle sale. Tra i classici dell’erotismo diretti da Jaeckin c’è anche ‘Histoire d’O’, anch’esso tratto dall’omonimo romanzo di Pauline Réage.

Il film ‘Emmanuelle’ – ma vale anche il viceversa – è legato indissolubilmente al nome di Sylvia Kristel, attrice olandese che ne è protagonista, legata alla saga erotica anche per la sua partecipazione ad altre quattro successive parti, prima che diversi film, più o meno ispirati al primo, mostrassero Emmanuelle diverse, compresa l’‘Emmanuelle nera’ interpretata da Laura Gemser. Sempre diretta da Jaeckin, Kristel appare anche in ‘L’amante di Lady Chatterley’, nei panni dell’aristocratica inglese che vive una passione carnale con il suo giardiniere. L’attrice, caduta nella droga e nell’alcol dopo aver dovuto fare i conti con la critica e la fama, è morta di cancro all’età di 60 anni nel 2012: "Era una donna meravigliosa, molto pura, molto ingenua. Si chiamava giustamente ‘Kristel’. Era stata sopraffatta, come me tra l’altro, dal maremoto di ‘Emmanuelle’", dichiarò all’Afp Jaeckin in occasione della morte dell’attrice. Allo stesso modo, secondo l’entourage del regista, "il successo di ‘Emmanuelle’" ha "disturbato e oscurato il multiforme talento del fotografo, direttore pubblicitario e scultore", prima che regista di quel film.

Nato nel 1940 a Vichy, Just Jaeckin è stato anche proprietario, con la moglie, di una galleria d’arte a Parigi, sede espositiva per dipinti e sculture, tra cui la propria.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved