un-festival-forte-e-pronto-per-la-75-edizione
Archivio Ti-Press
Solari
ULTIME NOTIZIE Culture
Arte
1 ora

L’Fbi sequestra 25 Basquiat da un museo in Florida

Le autorità sospettano che i quadri non siano autentici. Una volta conclusa la rassegna, avrebbero dovuto partire per l’Italia
Scienze
9 ore

Gli esseri umani cercano amici che abbiano il loro stesso odore

Uno studio mostra che le persone che hanno un odore simile hanno maggiori possibilità di andare d’accordo
Estate giallo-nera
20 ore

Attraente e inquietante, la Milano di Giorgio Scerbanenco

‘Traditori di tutti’, una scrittura dinoccolata come la figura dello scrittore, e che non somiglia a nessun’altra
Microcosmi
1 gior

Transiti, nove e dieci

Da Ponte Chiasso terra di mezzo verso Monte Olimpino, poi il lago di Como. Fuggire per tornare a se stessi, così come fugge Travis...
Fotografia
1 gior

Il Monte Generoso di Catania

Istantanee da ‘My Generoso. Una Montagna per Amico’ al Fiore di Pietra, mostra del fotografo italiano Yuri Catania, che dal 2018 vive a Rovio
Letteratura
1 gior

Harry Potter, i venticinque anni di un maghetto bestseller

Oggi è il compleanno della saga di J. K. Rowling che ha cambiato l’universo del fantasy per ragazzi, incantando il mondo intero
Culture
1 gior

La scienza su libreo.ch, piattaforma dell’editoria svizzera

Raggruppa editori che pubblicano lavori nel campo delle scienze umane. Incluse le Edizioni Casagrande, da luglio
Spettacoli
1 gior

Multa da 23,5 milioni di euro a Viagogo

Maximulta in Italia per la rivendita di biglietti per numerosi concerti a prezzi fino a sette volte più alti del normale
Spettacoli
1 gior

Musical: ‘Chicago’ celebra i 10mila show

È secondo soltanto a ‘Il fantasma dell’Opera’. Dopo il debutto a Broadway nel 1996, in oltre 25 anni è stato rappresentato in 36 paesi
25.04.2022 - 22:19

Un festival forte e pronto per la 75ª edizione

L’assemblea generale del Locarno film festival ha approvato il preventivo e alcuni avvicendamenti nel consiglio direttivo

L’assemblea generale del Locarno film festival si è aperta con un insolito "cercasi disperatamente direttore artistico" pronunciato dal presidente Marco Solari. Ma non per un avvicendamento dell’ultimo: Giona A. Nazzaro era semplicemente in ritardo e, con un po’ di fiatone, in pochi minuti ha raggiunto gli altri relatori per il denso ordine del giorno di questa assemblea di avvicinamento all’importante traguardo della 75ª edizione.

Iniziamo dai conti: nonostante il calo delle entrate e grazie al contenimento di alcune spese, l’edizione 2021 si è chiusa in pareggio e lasciando nelle casse del Festival una riserva di circa 1,5 milioni di franchi. Il preventivo 2022 prevede, ma alcuni progetti come la Rotonda sono ancora da valutare, un budget di 14,5 milioni e un deficit di 900mila franchi. «Non abbiamo i soldi per fare fuochi d’artificio» ha sottolineato il presidente Solari, ma l’anniversario sarà comunque celebrato con alcune iniziative quali due pubblicazioni (che il Consiglio d’amministrazione ha voluto nelle tre lingue nazionali più l’inglese), una serata speciale che si terrà il 4 agosto e le nuove sedie di Piazza Grande, in parte finanziate tramite una campagna alla quale hanno aderito i Comuni di tutti i Cantoni svizzeri. Ad aumentare le uscite, ha spiegato il direttore operativo Raphaël Brunschwig, la sottotitolazione in una seconda lingua dei film del Concorso internazionale e dei Cineasti del presente e la presenza di una sala in più, l’Otello di Ascona. Dopo il dimezzamento degli spettatori dell’anno scorso, si è valutato un 70% di pubblico rispetto al 2019.

Nel complesso, ha affermato Solari, il festival è uscito rafforzato da due anni di pandemia che hanno duramente colpito il settore culturale. Un "paradosso locarnese" che il presidente ha attribuito alla squadra – «non ci sono barlafüs, ognuno dà il massimo» –, all’equilibrio tra direzione artistico e direzione operativa, al sostegno morale e finanziario della politica che non è mai venuto meno e agli sponsor che, con qualche avvicendamento e aggiustamento (come Manor che sarà sostituita da Swatch quale main partner), continuano a sostenere il Festival.

Chiudiamo con alcune nomine. La direzione guadagna un nuovo membro con Fabienne Merlet, responsabile comunicazione e marketing, che si affianca a direttore artistico e a direttore e vicedirettrice operativi. Nel Consiglio direttivo del Festival entrano Nadia Dresti e Giovanni Merlini. L’assemblea è stata anche occasione per un saluto ufficiale a Federico Jolli che, dopo una vita al Festival, lascia il Consiglio d’amministrazione (ma per lui il presidente ha riservato la carica di membro onorario); al suo posto è stata nominata Pelin Kandemir Bordoli.
Durante l’assemblea c’è anche stato qualche accenno a un’altra successione, quella di Marco Solari che in molti si aspettano al termine di questa 75ª edizione. Giusto una battuta che il presidente ha fatto parlando degli sponsor, un antipasto di futuri annunci. E a chiudere i lavori è stata la vicepresidente Carla Speziali.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
locarno film festival marco solari
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved