ULTIME NOTIZIE Culture
La recensione
19 min

Accorsi e Finzi Pasca, gioie e dolori del calcio

Sala Teatro piena, giovedì sera al Lac, per la prima luganese di ‘Azul’
Culture
4 ore

La tensione verso l’infinito del testardo Anton Bruckner

A colloquio col Maestro Francesco Angelico, che dirigerà l’Ottava sinfonia del compositore austriaco con l’Orchestra sinfonica del Conservatorio di Lugano
Spettacoli
14 ore

È morto l’attore Sergio Solli, un pezzo di storia napoletana

Volto popolare di teatro e cinema, il parrucchiere partenopeo ha lavorato con diversi registi, da Eduardo De Filippo a Luciano De Crescenzo
Scienze
17 ore

La Terra ha un suo sosia. Si chiama Wolf 1069 b

Il pianeta, scoperto grazie al progetto Carmenes (attivo dal 2016) dista 31 anni luce dal nostro e verosimilmente potrebbe essere abitabile
Culture
18 ore

Addio a Paco Rabanne

Lo stilista spagnolo è morto all’età di 88 anni a Portsall, in Francia. Era ribelle e provocatorio.
conferenza
19 ore

I cambiamenti del clima fra percezione e scioperi

La Biblioteca cantonale di Bellinzona ospita un incontro del ciclo ‘La memoria e i ghiacci’, martedì 7 febbraio, alle 18.30
Scienze
19 ore

Chi mangia in modo sano spreca meno cibo

Donne, anziani e famiglie con due componenti i più inclini a seguire le linee guida per un’alimentazione corretta
arbedo
20 ore

‘Spazio Tempo’ opere di Natalia

In mostra all’Atelier Attila di Arbedo le opere della pittrice Mengoni David, visitabile da sabato 4 a domenica 19 febbraio 2023
Musica
21 ore

‘On&On’ di Iris Moné, la tristezza può diventare oro

La cantautrice ticinese, che vive a San Diego, è tornata in Ticino per stare vicino alla madre. Dagli ultimi giorni insieme a lei è nata una canzone
Spettacoli
1 gior

‘Figli di E.’, un dono e un vuoto grandi come solo l’amore

Domenica a ‘Storie’ il percorso di Marta e Tazio dopo la tragica scomparsa del papà Erminio Ferrari, in un toccante documentario di Fabrizio Albertini
08.02.2022 - 16:46
Aggiornamento: 17:52

Oscar, nomination per il cortometraggio svizzero ‘Ala Kachuu’

Candidato anche il film di Paolo Sorrentino ‘È stata la mano di Dio’

Ats, a cura de laRegione
oscar-nomination-per-il-cortometraggio-svizzero-ala-kachuu
Keystone

La Svizzera può ancora sperare in un Oscar: il cortometraggio ‘Ala Kachuu’ della regista svizzerotedesca Maria Brendle è infatti nominato per uno dei premi più ambiti al mondo. Candidato agli Oscar come miglior film internazionale si trova ‘È stata la mano di Dio’ di Paolo Sorrentino. La 94esima edizione dei premi Oscar si terrà a Hollywood il 27 marzo.

La giovane Sezim cerca una via d’uscita

Il film racconta la storia della 19enne kirghisa Sezim, che vuole realizzare il suo sogno di studiare all’università. Lungo la strada, viene rapita e data in sposa a uno sconosciuto. Si trova così di fronte a una scelta: o rifiuta il matrimonio e accetta la stigmatizzazione sociale e l’esclusione, o segue il suo sogno.

Il cosiddetto rapimento delle spose è vietato dalla legge in Kirghizistan, ma è ancora molto diffuso. Come si può leggere nel materiale stampa di ‘Ala Kachuu’, ben poche donne riescono a sfuggire alle costrizioni culturali. Con questo film, la regista 38enne Maria Brendle vuole “contribuire a sensibilizzare la società sui diritti delle donne e dare voce a coloro che sono raramente ascoltati”.

Brendle ha studiato all’Università delle Arti di Zurigo e all’Accademia di neuroscienze di Colonia. La premiata regista e sceneggiatrice svizzero-tedesca vive e lavora a Zurigo.

Sorrentino nella cinquina

Per il concorso a miglior film internazionale è stato candidato il film ‘È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino. “Sono felicissimo di questa nomination. Per me è già una grande vittoria. E un motivo di commozione, perché è un riconoscimento prestigioso ai temi del film, che sono le cose in cui credo: l’ironia, la libertà, la tolleranza, il dolore, la spensieratezza, la volontà, il futuro, Napoli e mia madre”, commenta a caldo il regista.

"Per arrivare fin qui, c’è stato bisogno di un enorme lavoro di squadra. Dunque, devo ringraziare Netflix, Fremantle, The Apartment, gli attori straordinari e una troupe indimenticabile. E poi i miei figli e mia moglie, che mi amano nel più bello dei modi: senza mai prendermi sul serio”, conclude il regista italiano.

Nella cinquina sono entrati anche il giapponese ‘Drive my car’ di Ryûsuke Hamaguchi, il danese ‘Flee’ di Jonas Poher Rasmussen (che ha avuto la nomination anche tra i film d’animazione), ‘Lunana: a yak in the classroom’ di Pawo Choyning Dorji (Bhutan) e ‘La persona peggiore del mondo’ del norvegese Joachim Trier, tutti film presentati e premiati in festival prestigiosi.

La pellicola favorita agli Oscar con ben dodici nomination è ‘The power of the dog’ (‘Il potere del cane’), nella categoria, fra le altre, di miglior film, ha reso noto oggi da Los Angeles l’Accademia degli Oscar. Sono stati nominati anche la regista neozelandese Jane Campion nonché gli attori Benedict Cumberbatch e Jesse Plemons, che interpretano due fratelli che negli anni Venti del secolo scorso gestiscono un ranch nel Montana.

Dieci le nomination per il film di fantascienza ‘Dune’ del regista canadese Denis Villeneuve. In gara per contendersi i premi ci sono anche pellicole come ‘West Side story’ e ‘Belfast’.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved