due-anni-di-pausa-son-troppi-riecco-il-gurten-festival
Keystone
Che la musica sia (nuovamente) con noi
02.02.2022 - 12:06
Aggiornamento: 19:11

Due anni di pausa son troppi: riecco il Gurten Festival

Dopo lo stop causa pandemia, torna la kermesse che ogni anno attira 80mila persone. Si suonerà dal 13 al 16 luglio

Buone notizie per gli appassionati degli Open Air. Dopo due anni di pausa forzata causa pandemia – nel 2020 era stata cancellata a prevendita già in corso, mentre l’anno scorso gli organizzatori avevano optato per non programmarla –, per il Gurten Festival, uno degli appuntamenti musicali all’aperto più gettonati in Svizzera (che ogni anno attira una folla di 80’000 persone sull’arco di quattro giorni), è tempo di tornare sul palco. Sulla collina che sovrasta la capitale federale l’animazione inizierà mercoledì 13 luglio, per terminare tre giorni più tardi, sabato 16. E gli organizzatori, oltre a ufficializzare il ritorno della kermesse, anticipano anche qualche nome dei molti artisti che si alterneranno sui quattro palchi durante la manifestazione. Ci saranno, fra gli altri, i Chemical Brothers e i Black Eyed Peas. Il cast dei partecipanti comprende altri nomi di spicco, come i berlinesi Seeed, la cantante soul Erykah Badu o, ancora, la rapper statunitense Megan Thee Stallion. Per la scena a tinte rossocrociate da citare i bernesi Sirens of Lesbos, Jeans for Jesus e Steff la Cheffe.

In concomitanza con la pubblicazione del programma, è pure scattata la prevendita, e fin da subito la richiesta di biglietti è stata marcata. Al momento non è tuttavia ancora noto quali saranno i criteri di ammissione ai grandi eventi all’aperto in luglio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
gurten festival musica open air
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved