laRegione
il-fit-inizia-con-lorena-dozio-e-trickster-p
Rame (foto di Kerem Gelebek)
ULTIME NOTIZIE Culture
Società
16 ore

La cultura e la pandemia, incontro (virtuale) a Lugano

‘Cultura e Salute. Connessi per accorciare le distanze’ il 3 novembre con ospiti Philippe Kern, Anne Torreggiani e Philippe Bischof
Spettacoli
16 ore

Lockdown all’italiana per i cinema ticinesi

Da Woody Allen a Carlo Verdone, la chiusura dei cinema in Italia priva anche il Ticino dei pochi film che restavano
Scienze
18 ore

Covid, perché i pipistrelli trasmettono ma non si ammalano

Sono un serbatoio naturale di virus, ma li tollerano tutti grazie a una ridotta risposta infiammatoria all'infezione. La risposta è (anche) genetica.
Scienze
23 ore

Ticino, è arrivata la Vespa velutina

Lo rileva il Dipartimento del Territorio. Un esemplare dell'insetto di origine asiatica scoperto da un apicoltore di Ludiano
Società
1 gior

Svizzera, chi ha 'studiato' si sente più in salute

Lo rivela una ricerca dell'Ufficio di statistica, secondo la quale gli svantaggi sociali si ripercuotono sul benessere delle persone
Locarno Film Festival
1 gior

I Pardi di domani vanno in tour

Da novembre a maggio, in tutta la Svizzera, i corti del Locarno 2020 vanno in sala: è il Festival a fianco dell'industria, dei registi e delle sale.
Lac
1 gior

Alexandra Dovgan: a tredici anni suona con l'Osi

È la giovanissima pianista russa che giovedì 29 e venerdì 30 ottobre si esibirà al Lac con l'Orchestra della Svizzera italiana
Spettacoli
1 gior

'Macbettu', Shakespeare in lingua sarda al Sociale

Doppio appuntamento, mercoledì 28 e giovedì 29 ottobre alle 20.45, con il Macbeth di Alessandro Serra
Società
1 gior

L’effetto della pandemia sui media vecchi e nuovi

L'Università di Zurigo ha pubblicato il rapporto Qualità dei media 2020. Informazione sempre più importante, ma sempre meno finanziata
Spettacoli
28.09.2020 - 10:480
Aggiornamento : 11:25

Il Fit inizia con Lorena Dozio e Trickster-p

Il Festival internazionale del teatro e della scena contemporanea si apre con le anteprime due produzioni ticinesi

Due anteprime ticinesi, per la 29ª edizione del Fit, il Festival internazionale del teatro e della scena contemporanea che si aprirà ufficialmente venerdì 2 ottobre sul palco della Sala Teatro del Lac con ‘Mephistopheles eine Grand Tour’ della compagnia Anagoor che quest’anno festeggia i vent’anni di attività e presentano a Lugano la prima nazionale di uno straordinario “concerto per immagini”.

Ma prima, appunto, due compagnie ticinesi: domani sera Lorena Dozio proporrà la prima assoluta di ‘Rame’, spettacolo realizzato durante la residenza triennale della coreografa al Lac: una scenografia minimale e modulabile rende lo spazio scenico cangiante; tre danzatrici modellano, scolpiscono l’aria e le delicate lastre di rame come delle esperte maestre orafe. Al termine dello spettacolo Lorena Dozio incontrerà il pubblico.

La seconda produzione è un “semidebutto”: ‘Book is a Book is a Book’ della compagnia Trickster-p aveva proposto le prime “rappresentazioni”, lo scorso febbraio, quando la pandemia ha portato alla chiusura dei teatri. “Rappresentazioni“ è tra virgolette perché il teatro di Trickster-p si svolge in spazi e modalità insoliti che lo avvicinano alle installazioni artistiche (rimanendo tuttavia lontano per un aspetto cruciale: la gestione del tempo che rimane teatrale). Lo spazio insolito di ‘Book is a Book is a Book’ è ovviamente libro. Ed è quello che troverà, sul proprio tavolino, ogni spettatore: un elegante volume rilegato di poco più di 300 pagine. Quell’oggetto è “uno spazio bianco con dei segni neri”, dirà abbastanza all’inizio la voce narrante che, con delle cuffie, parla in maniera intima, quasi fosse la voce della coscienza, a ognuno, guidandolo nell'esplorazione delle pagine (e degli altri “aspetti sensoriali” del libro, ma non diciamo altro).

Dalla semplice superficie del foglio si passa subito alla lettura, alla percezione, agli occhi che guardano e costruiscono lo spazio, alle finestre, alle città, alle mappe, alle forme di vita che crescono e si trasformano in un affastellamento di ricordi personali, citazioni colte e nozioni forse eccessivamente intellettuale ma senza risultare mai saccente – anche grazie agli spazi sonori di Zeno Gabaglio che accompagnano la narrazione.
Un libro è un libro è un libro recita – tradotto – il titolo della spettacolo; ma potremmo benissimo dire “un libro è un teatro è una persona”, perché senza la guida della voce, senza la drammaturgia come sempre meticolosamente curata di Trickster-p, quel libro alla fine dice poco: è solo un oggetto, uno spazio vuoto. I tre livelli, quelli del libro, del teatro e della vita, si uniscono e si specchiano, giocando anche sull'isolamento dello spettatore che si trova, in questa sala piena di scrivanie, al contempo separato e unito agli altri spettatori.

‘Book is a Book is a Book’ sarà al Teatrostudio del Lac da mercoledì 30 settembre a domenica 4 ottobre in vari orari; lo spettacolo è fruibile in italiano, inglese, francese e tedesco.

Guarda le 3 immagini
© Regiopress, All rights reserved