jammin-for-new-orleans-un-jazzascona-alternativo
Per i musicisti e per il turismo
12.06.2020 - 14:52
Aggiornamento: 15:50

'Jammin' for New Orleans', un JazzAscona alternativo

Live alla Fondazione Majid e in streaming dalle sponde del Mississippi il 26 e 27 giugno; band italo-svizzere per le vie del Borgo dal primo al 4 luglio.

Sulla scia delle grandi manifestazioni uscite dall'emergenza Covid in formato alternativo, e con tutte le accortezze del caso, JazzAscona si tuffa nell'estate con doppio appuntamento del fine settimana, sotto il nome di 'Jammin' for New Orleans'. Ovvero, due giorni di musica in streaming direttamente da New Orleans, il 26 e 27 giugno, e tre giorni di musica dal vivo suonata tra le vie del Borgo da formazioni svizzere, italiane e ticinesi. Musica per lanciare in proprio segnale di fiducia nel futuro, segnalare la vicinanza a chi la musica vuole tornare a suonarla, pur in mezzo alle difficoltà della pandemia, tanto a queste latitudini quanto sulle sponde del Mississippi, 

In quello che è anche un contributo al rilancio turistico asconese, venerdì 26 e sabato 27 giugno, negli spazi della Fondazione Majid, il pubblico avrà modo di ascoltare alcune band locali e di applaudire gli interventi musicali trasmessi online in esclusiva per JazzAscona da artisti di New Orleans che avrebbero dovuto esibirsi quest’anno al festival. Il secondo appuntamento, da giovedì 2 a sabato 4 luglio, vedrà invece coinvolte una quindicina di band locali, svizzere ed italiane che si divideranno tra strade e piazze cittadine, esercizi e hotel.

Fra i gruppi annunciati The Hot Teapots e The Jim Dandies (New Orleans style), il cantante, chitarrista e songrwriter Pascal Gamboni, gli asconesi Blue Dream, Olivia & the Funcats e Mida, ma anche Dodicisuoni (latin), Erry & Kenzo, Inglorious Neptunes (funk groove), Manoucherie (gipsy), Mauro Pesenti Trio e Organize Two (jazz), Simply Trio in Jazz feat. Alfredo Ferrario (swing), The Raw Soul (blues, soul) e il duo Soul Jazz con Sandro Schneebeli e Andi Appignani.

Entrambi i weekend sono gratuiti, ma al pubblico verrà data la possibilità di fare una donazione (offerta libera) a favore della quarantina di musicisti della Città del Delta la cui partecipazione era prevista a JazzAscona 2020 (www.jazzascona.ch).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved